Posts Tagged 'magistrato'

Trapani, il parroco ucciso in canonica

http://www.lastampa.it/2013/02/26/italia/cronache/trapani-il-parroco-ucciso-in-canonica-Q7D5ukOoZEBsWN2kIkfAmI/pagina.html

CRONACHE

26/02/2013 - IL CASO

 

Trapani, il parroco ucciso in canonica

parroco ummari

La chiesa di Ummari, frazione di Trapani (Foto archivio)

 

Choc nella frazione di Ummari: freddato con un colpo alla testa

Il parroco della canonica di Ummari, frazione di Trapani, Michele Di Stefano, è stato trovato morto dentro la canonica. Il sacerdote, originario di Calatafimi (Tp), sarebbe stato ucciso con un colpo alla testa, secondo i carabinieri che sono nella chiesa in attesa del magistrato e del medico legale.

Caso Seppia, Zanardi denuncia tre vescovi

.

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2012/05/24/APrzNBaC-denuncia_vescovi_zanardi.shtml#axzz1vnmPvp7z

.

GENOVA 24 maggio 2012

Caso Seppia, Zanardi denuncia tre vescovi

m. gra.

.

 

.

Genova – Un esposto di trentatre pagine che chiama in causa l’arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, e i suoi due predecessori, Tarcisio Bertone e Dionigi Tettamanzi. Lo ha presentato in Procura Francesco Zanardi, portavoce della rete “L’abuso”, sul caso di don Riccardo Seppia, l’ex parroco di Sestri Ponente arrestato e condannato a nove anni e mezzo per violenza sessuale su minore, tentata induzione alla prostituzione minorile e offerte di droga. Zanardi chiede alla Procura di verificare se i tre arcivescovi fossero a conoscenza dei comportamenti del parroco e, nel caso, perché non abbiano fatto nulla per evitarli.

«Anche se nelle linee guida sugli abusi sessuali dei preti sui minori la Conferenza episcopale italiana ha stabilito che per i vescovi non ci sarà obbligo di denuncia in quanto non sono pubblici ufficiali – dice Zanardi – deve pur valere l’articolo 40 del codice penale dove si dice che non impedire un reato di cui si è a conoscenza equivale a cagionarlo».

Secondo Zanardi, che da anni si batte contro gli abusi dei preti nella diocesi di Savona, «è legittimo ipotizzare che anche i vescovi di Genova fossero a conoscenza, attraverso le annotazioni nel suo fascicolo personale, delle perversioni di Riccardo Seppia». Nell’esposto si chiede anche di chiarire la visita fatta dal cardinale Bagnasco al prete in carcere: «Perché ha ottenuto il permesso di vederlo se il magistrato gli vietava di ricevere visite?».

Il giudice Roberta Bossi, intanto, ha respinto la richiesta del legale dell’ex sacerdote, Paolo Bonanni, di far scontare la pena in una comunità terapeutica perché il prete sarebbe malato e bisognoso di cure. Don Seppia resta pertanto rinchiuso nella sezione “protetta” del carcere sanremese riservata ai detenuti per reati sessuali.

Leggi l’articolo completo: Caso Seppia, Zanardi denuncia tre vescovi | Liguria | Genova | Il SecoloXIX

Leggi l’articolo completo: Caso Seppia, Zanardi denuncia tre vescovi | Liguria | Genova | Il SecoloXIX



Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.