Posts Tagged 'michele sindona'

Ior, la minaccia del Vaticano

http://www.lettera43.it/economia/finanza/ior-la-minaccia-del-vaticano_4367585224.htm

VERSO IL CONCLAVE

Ior, la minaccia del Vaticano

Proposta choc dei porporati stranieri: sciogliere l’istituto. E cancellare i segreti della Chiesa.

ior, veduta aerea del vaticano(© imagoeconomica) Una veduta aerea di Piazza San Pietro.

L’idea choc viene dai porporati stranieri: fare a meno dell’Istituto per le opere di religione (Ior) per far scomparire migliaia di conti riservati. E un bel numero di segreti.

A decidere il futuro dello Ior, però, è il papa e quindi il destino della banca vaticana è nelle mani del successo di Benedetto XVI che alle 20 di giovedì 28 febbraio si appresta a lasciare la Santa sede con destinazione Castel Gandolfo.

Lo Ior, secondo quanto svelato dal quotidiano La Repubblica, è indicato come uno dei temi più importanti da affrontare nelle cosiddette Congregazioni generali, le giornate di discussioni sul futuro della Chiesa e sul nuovo pontefice che sono in agenda dal 1 marzo.

SCANDALI E RIFORMA DELLA CURIA. Ma non c’è solo la banca del Vaticano tra gli argomenti in programma. Di estrema attualità anche l’evangelizzazione all’estero (il 2013 è l’anno della fede), la riforma della Curia (Joseph Ratzinger ha ammesso di non essere riuscito a rivoluzionare) e poi ci sono gli scandali che hanno segnato indelebilmente il pontificato di Bendetto XVI.

Eppure il nodo più importante è quello dello Ior. E il suo possibile scioglimento.

CORDATA GUIDATA DA SCHOENBORN. A sponsorizzare l’idea di chiudere l’istituto vaticano è un gruppo di cardinali, irritati da tempo per la gestione dello Ior, considerato come uno dei protagonisti per i danni dell’immagine della Santa sede a livello internazionale.

A farsi portavoce del malcontento è l’arcivescovo di Vienna Christoph Schoenborn, considerato un conservatore illuminato e indicato da molti come possibile successore di Ratzinger, di cui è stato allievo.

Il porporato potrebbe essere quindi in grado di riunire intorno a sé una serie di eminenze, in gran parte straniere, pronte a schierarsi contro la gestione ‘italiana’ dello Ior, ovvero il segretario di Stato Tarcisio Bertone e il suo predecessore Angelo Sodano. E non importa che Benedetto XVI abbia appena confermato Ernst Von Freyberg (manager tedesco) al vertice dell’istituto dopo l’uscita di scena di Ettore Gotti Tedeschi.

ACCORDO CON BANCA STRANIERA. Tuttavia, in caso di scioglimento dello Ior, i cardinali dovrebbero pensare a un’alternativa credibile. Da qui l’idea di un accordo con una banca straniera.

L’istituto vaticano, infatti, è considerato come una fonte continua di problemi per la Santa sede: dallo scandalo Enimont, al crac dell’Ambrosiano. E poi la presenza di personaggi come Michele Sindona e monsignor Paul Marcinkus, che ha presieduto lo Ior per 18 anni.

La banca, nata nel 1942 per volere di Pio XII, è stata quindi spesso criticata sia per la sua gestione spregiudicata sia per i suoi numerosi privilegi. Si racconta infatti, che quando Giovanni Paolo II, dopo lo scandalo Calvi, chiese la lista dei correntisti dello Ior, si sentì rispondere che non era possibile violare la riservatezza dei clienti.

Lunedì, 25 Febbraio 2013

SANTO GIOVANNI PAOLO II?

.

fonte: www.protejeatushijos.org

http://www.protejeatushijos.org/2011/01/santo-juan-pablo-ii-se-rompio-el.html

.

Santo Giovanni Paolo II? Si è rotto il “cinismometro” con la sua beatificazione.

 

Venerdì 14 gennaio 2011- Beatificazione del Papa insabbiatore della pedofilia, Giovanni Paolo II.

 

 

Benedetto XVI ha approvato il miracolo attribuito oggi a Giovanni Paolo II ed il Vaticano ha annunciato che il papa polacco sarà beatificato il 1° maggio; Joseph Ratzinger, oggi saluta così il mondo, mantenendosi alla testa di una delle istituzioni più oscure che siano mai esistite. Benedetto XVI sta aiutando Giovanni Paolo II a compiere con i pre requisiti per essere dichiarato “santo” e “benedetto”, essere iscritto nella lista dei santi, elevarlo agli altari ed assegnargli un giorno di festa per la venerazione.

Si è rotto il “cinismometro”!!

Ricordiamo i fatti di Giovanni Paolo II e sia lei stesso a giudicare:

 

  • Copertura e difesa di Paul Marcinkus, presidente della Banca Vaticana (Istituzione per le Opere Religiose – IOR) quando è scoppiato lo scandalo delle operazioni illecite con Michele Sindona, personaggio relazionato alla mafia italiana ed alla loggia massonica P2. Questa truffa ha lasciato un buco di 1400 milioni di dollari alla banca ed è stata la causa del fallimento della Banca cattolica milanese Banco Ambrosiano, diretto da Roberto Calvi. Sindona e Calvi, entrambi morti in condizioni sospette. Giovanni Paolo II ha difeso Marcinkus e gli ha dato via d’uscita agli Stati Uniti, libero da ogni colpa.

 

  • Appoggio ed autorizzazione al Cardinale Joseph Ratzinger, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede (ex Sant’ Ufficio per l’inquisizione), attuale Papa, nell’elaborazione del documento “Crimen Sollicitacionis” che ordinava esplicitamente ai vescovi di ogni paese di mantenere silenzio di fronte a scandali sessuali dei suoi sacerdoti cattolici.

 

 

  • Copertura e riconoscimento a Marcial Maciel, fondatore dei “Legionari di Cristo” e del gruppo sacerdotale “Regnum Christi”, noto pederasta e tossicodipendente, che ha avuto per lo meno 4 figli da differenti donne, e che alcuni di questi ha anche abusato sessualmente: Giovanni Paolo II fu un suo grande protettore. “Una guida efficace della gioventù”, secondo l’ipocrita definizione di Giovanni Paolo II.

È questa la prossima immagine che vedremo negli edifici cattolici e sulle immaginette?

I sopravvissuti all’abuso sessuale e alla pedofilia dovranno inginocchiarsi a chiedere un miracolo davanti a chi ha coperto i loro aggressori?

Non possiamo tacere davanti a tanti crimini verso l’umanità.

BASTA!

Dr. Myrna Cestero

Collaboratrice di Gesucristo Uomo

Vescovo del Messico

 

INTERVISTA ESCLUSIVA A GIANLUIGI NUZZI

 

.

TeleGracia: Intervista esclusiva a Gianluigi Nuzzi, autore del polemico libro “Vaticano S.p.A.”

 

Conosci le azzardate operazioni finanziarie mascherate di carità del Vaticano e dei suoi leader– Le finanze del Vaticano come non sono mai state raccontate!

 

Intervista: Giovedì 27 di gennaio del 2011 alle 10:00 a.m. (Ora dell’Est – 16:00 Ora Italiana) attraverso www.netgracia.com

 

MIAMI, FLORIDA – I mezzi di comunicazione di Gesucristo Uomo (José Luis De Jesús) annunciano la loro intervista esclusiva con Gianluigi Nuzzi che si svolgerà questo giovedì 27 di gennaio del 2011 alle 10:00 am (Ora dell’Est – 16:00 ora italiana) in diretta su TeleGracia e Radio NetGracia .

Gianluigi Nuzzi – che è nato a Milano – è stato Inviato speciale di «Libero» ed autore de “L’Infedele” di Gad Lerner, ha lavorato in «Panorama» ed ha collaborato con il «Corriere della Sera». Giovedì, lui compartirà dettagli su un tema inquietante del quale il mondo merita conoscere tutta la verità – i guadagni disonesti del Vaticano. Le finanze del Vaticano come non sono mai state raccontate.

 

Per “Chiarelettere” ha pubblicato il Best-Seller “Vaticano S.p.A.” (250.000 copie vendute in Italia e tradotte in 14 idioma) – del quale  il  Vaticano ha tentato impedire la pubblicazione. Dal 1994 investiga sulle più rilevanti indagini giudiziarie con legami politici e finanziari e in questo libro ha pubblicato gli archivi segreti del monsignor Dardozzi oltre ad altre azzardate operazioni finanziarie mascherate da opere di carità e fondazioni di beneficenza.

 

La storia raccontata in questo libro è totalmente inedita. Comincia con un archivio immenso, conservato in Svizzera ed oggi accessibile a  tutti. Più o meno 4000 documenti. Carte, relazioni riservate, bilanci finanziari, bonificazioni.

 

Tutto grazie all’ archivio del monsignor Renato Dardozzi (1922-2003), tra le persone più importanti nella gestione dello IOR fino alla fine degli anni Novanta. Si pensava in una storia terminata con gli scandali degli anni ‘80. Con Marcinkus, Sindona e Calvi. Invece tutto ritorna. Dopo il ritiro di Marcinkus dalla Banca del Papa, comincia un nuovo e sofisticatissimo sistema di conti in codice nei quali passeranno centinaia di miliardi di lire – l’ autore è monsignor Donato de Bonis.

 

Nuzzi racconterà dettagli sui conti a nome di bancari, imprenditori, politici oggigiorno in primo piano, comprendendo “Omissis” (nome in codice di Giulio Andreotti). Inoltre darà dettagli sul denaro di  Tangentopoli (la maxitangente Enimont) e come sono passati per la Banca vaticana: titoli di Stato cambiati per riciclare denaro sporco. Depositi che raccolgono il denaro lasciato dai fedeli per le sante messe e trasferiti in conti personali, con le più raffinate alchimie finanziarie.

 

Il riconosciuto autore Nuzzi ha trovato le prove di come lo IOR ha funzionato come banca nella banca – una vera e propria “lavandería” nel centro di Roma, usata anche dalla mafia e per azzardate avventure politiche. Un paradíso fiscale che non risponde a nessun sistema di leggi diverso da quello dello Stato del Vaticano.

Tutto in nome di Dio.

 

DETTAGLI DELL’INTERVISTA

 

Data: Giovedì 27 di gennaio del 2011

Ora: 10 a.m. (Ora dell’Est – 16:00 ora italiana)

In diretta su: www.netgracia.com e www.telegracia.com

 

Questa intervista sarà ritrasmessa dalla rete di comunicazione di Gesucristo Uomo, Radio NetGracia e TeleGracia perchè il mondo venga messo di fronte alla verità.

 .



Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.