Post contrassegnati da tag 'morte'

Carta Aperta e Appello a Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica d’ Italia; di Kevin Annett, Segretario del Tribunale Internazionale sui Crimini della Chiesa e dello Stato. (video)

Carta Aperta e Appello a Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica d’ Italia; di Kevin Annett, Segretario del Tribunale Internazionale sui Crimini della Chiesa e dello Stato.

14 di Febbraio del 2013

Egregio Presidente Napolitano:

Nel nome del nostro Tribunale e delle persone di coscienza, ovunque nel mondo, e dei milioni di vittime di abuso da parte della chiesa, io mi appello a Lei, in vista della Sua prossima riunione con Joseph Ratzinger (Papa Benedetto XVI), il quale presto si ritirerá dal Pontificato della Chiesa di Roma.

Sappiamo che, come conseguenza della pressione esercitata su di lui per far sí che rinunciasse al suo incarico, a causa della sua provata complicitá nella protezione del traffico di minori nella sua chiesa e di altri crimini contro l’umanitá, Joseph Ratzinger sta cercando la protezione del governo italiano per assicurarsi assistenza ed immunitá dalla persecuzione legale nei suoi confronti.

Non necessito recordarLe, Signor Presidente, che in base alla legge internazionale ed i trattati che sono stati ratificati dall’Italia, Lei e il Suo governo hanno il divieto di dare tale protezione a coloro che, come Joseph Ratzinger, hanno aiutado e coperto azioni criminali tali come ordinare a Vescovi e Cardinali, in America e in ogni altro luogo, di proteggere conosciuti abusatori di minori che appartengono al clero.

Il Suo obbligo verso il Vaticano, dovuto dai Patti Lateranensi, non va contro e non annulla i requisiti delle piú alte leggi morali ed internazionali; e nemmeno esige che Lei conceda alcuna protezione o immunitá ad un individuo come Joseph Ratzinger, specialmente dopo che lui abbia lasciato i suoi incarichi papali.

La necessitá che Lei si allinei con le leggi internazionali e non scenda a patti con Joseph Ratzinger é ancora piú vera quando si considera l’enormitá dei crimini dei quali il Vaticano e le sue piú alte autoritá sono chiaramente colpevoli, secondo le considerevoli prove riunite e documentate dal nostro Tribunale e da altri gruppi e riconosciute da molti governi.

Solo in Canada, la Chiesa Cattolico-Romana ed i suoi agenti del Vaticano sono stati dichiarati colpevoli di responsabilitá per il genocidio e la morte di almeno 50.000 bambini indigeni nel sistema delle scuole residenziali indigene che sono state fondate dai gesuiti e che hanno funzionato fino al 1996.

In Irlanda, piú di 10.000 donne hanno sofferto e sono state sfruttate nelle Lavanderie delle Magdalene che erano dirette da cattolici, e dove molte di loro sono morte.  E nel mondo, in istituzioni simili della chiesa, si é vista una enorme mortalitá, malattie e rovina per milioni di bambini e, nonostante questo, la chiesa non é mai stata riconosciuta responsabile o non é mai stata portata in giudizio per queste morti e per il furto di enormi ricchezze di nazioni intere.

Con la recente iniziativa di almeno un governo europeo e di una gran quantitá di avvocati, di portare Joseph Ratzinger ed altri ufficiali ecclesiastici in giudizio per questi crimini, noi sentiamo che non é compito Suo né proteggere, né mostrarsi proteggendo o condonando il tentativo di lui di evadere, ostacolare o ritardare la giustizia, a meno che Lei non voglia esporsi al reato di complicitá in un crimine.

Nel nome del nostro Tribunale e di molta gente che non puó parlare, io Le chiedo di essere saldo nelle leggi delle nazioni e dell’umanitá e non offra appoggio o protezione a Joseph Ratzinger, o ai suoi complici, nei loro sforzi per evitare la responsabilitá dei crimini dei quali sono stati trovati, senza ombra di dubbio, colpevoli.

Rimango in attesa di una Sua risposta, nella speranza di poter continuare a parlare di questo tema con Lei quando visiteró il Suo paese in Maggio, in compagnia di una delegazione sui Diritti Umani, per approfondire questo argomento con maggiori dettagli.

Attentamente,

Kevin D. Annett, M.A., M.Div.

Segretario, Tribunale Internazionale sui Crimini della Chiesa e dello Stato.

Ufficio Centrale, Bruxelles.

Cc. Ai mezzi di comunicazione di tutto il mondo

RECIBO ENVIO ITALIA

Guardi le prove del Genocidio in Canada ed altri crimini contro gli innocenti, in: www.hiddennolonger.com  e nel sito web del Tribunale Internazionale sui Crimini della Chiesa e dello Stato, in www.itccs.org

Si possono lasciare messaggi per Kevin Annett al numero telefonico: 250-591-4573 in Canada.

Veda il premiato documentario di Kevin Annett (IMPENITENTES) nel sito web: www.hiddenfromhistory.org

“Io ho dato a Kevin Annet il suo nome indiano, Aquila dalla Voce forte, nel 2004 quando l’ho adottato ed introdotto nella nostra nazione Anishinabe. Lui porta questo nome con orgoglio perché lui sta facendo il lavoro per il quale é stato inviato, parlare alla sua gente sui loro mali. Lui parla forte e con la veritá. Lui parla per i nostri bambini rubati e morti. Io chiedo a tutti di ascoltarlo e di dargli il benvenuto”

Capo Louis Daniels –Vento Sussurrante-

Anziano, Clan della Tartaruga, Nazione Anishinabe, Winnipeg, Manitoba.

Gravissimo incidente tra autobus e camion in Zambia: 53 morti

http://www.youreporternews.it/2013/gravissimo-incidente-tra-autobus-e-camion-in-zambia-53-morti/

8 febbraio 2013 – 12:12

Gravissimo incidente tra autobus e

camion in Zambia : 53 morti

 

 

LUSAKA / Drammatico scontro in Zambia, nel Sud del corno d’Africa: un mezzo dei servizi postali, che trasportava persone verso la capitale, è rimasto coinvolto in un incidente con un camion e un’auto, provocando la morte di una cinquantina di persone. Il fatto si è verificato all’altezza della cittadina di Chifamba, a un centinaio di [...]

LUSAKA / Drammatico scontro in Zambia, nel Sud del corno d’Africa: un mezzo dei servizi postali, che trasportava persone verso la capitale, è rimasto coinvolto in un incidente con un camion e un’auto, provocando la morte di una cinquantina di persone.

Il fatto si è verificato all’altezza della cittadina di Chifamba, a un centinaio di chilometri dalla capitale Lusaka, nel Nord del paese, lungo una delle più importanti strade che collegano lo Zambia con la Tanzania.
Fonti ufficiali locali parlano di 53 morti, ma il bilancio non è definitivo.

L’autobus del servizio postale, individuabile nel video dalla carrozzeria bianca, è uno dei tanti mezzi sfruttati nel paese per trasportare sia i prodotti postali sia le persone. Secondo le ricostruzioni delle forze dell’ordine l’automobile avrebbe tentato di sorpassare l’autobus, rischiando un incidente frontale col camion che sopraggiungeva in senso opposto. Il mezzo, distinto dalla carrozzeria arancione, per evitare la collisione col veicolo ha sterzato finendo contro l’autobus carico di persone.

All’arrivo sul posto, una terribile scena si è presentata agli occhi dei soccorsi sanitari, dei vigili del fuoco e della polizia, che non hanno potuto far altro che estrarre dalle lamiere i corpi delle vittime. Circa una cinquantina di persone si sono salvate, alcune delle quali hanno riportato lievi ferite.

GELO killer in Russia, temperature abbondantemente inferiori allo ZERO, il numero delle vittime è ora salito a 223. Situazione DIFFICILE

http://www.meteoportaleitalia.it/news-globali/news-globali/meteo-estero/7948-gelo-killer-in-russia-temperature-abbondantemente-inferiori-allo-zero-il-numero-delle-vittime-e-ora-salito-a-223-situazione-difficile.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+meteoportaleitalia%2FhwxE+%28Meteo+Portale+Italia+-+Homepage%29

METEO ESTERO

 

GELO killer in Russia,

temperature abbondantemente inferiori allo ZERO,

il numero delle vittime è ora salito a 223. 

Situazione DIFFICILE

 

Categoria principale: News globali

Categoria: Meteo Estero

29 Gen 2013

Scritto da Rinaldo Cilli

 russia freddo

E’ gelo killer sull’Europa orientale. Una delle aree maggiormente colpite è sicuramente la Russia, ove da diversi giorni (se non addirittura settimane), proseguono a registrarsi temperature abbondantemente inferiori ai -20/-25°C, con bufere di neve e condizioni climatiche davvero molto, molto difficili.

Altre nove persone sono morte nella giornata di ieri a causa del freddo, questo quanto comunicato dall’agenzia Interfraks, una fonte di servizio sanitario. Le vittime in Russia, da quando è iniziato il grande freddo, sono ormai 223, con quasi 5.000 persone colpite tra cui 215 bambini.

Rinaldo Cilli, MeteoPortaleItalia

Darfur: Onu, 100 morti in scontri tribu’

http://mondo.panorama.it/news/Darfur-Onu-100-morti-in-scontri-tribu

 

Darfur: Onu, 100 morti in scontri tribu’

 

Per il controllo di una miniera d’oro

 

Darfur-Onu-100-morti-

TAG:  DARFUR ANSA

(ANSA) – KHARTOUM, 16 GEN – Una nuova ondata di violenza tra tribu’ arabe rivali nella regione sudanese del Darfur ha causato la morte di circa un centinaia di persone e oltre 100 mila sfollati. Lo hanno reso noto oggi le Nazioni Unite, precisando i gruppi si sono scontrati nell’ultima settimana per il controllo di una miniera d’oro. Una trentina i villaggi dati alle fiamme, ha aggiunto Al Zatari, coordinatore Onu per le emergenze umanitarie in Sudan.

Siria, strage nelle campagne di Homs: donne e bambini tra le oltre cento vittime

http://www.repubblica.it/esteri/2013/01/17/news/siria_strage_bambini-50721212/

Siria, strage nelle campagne di Homs:
donne e bambini tra le oltre cento vittime

L’esercito del regime ha attaccato la periferia della città siriana colpendo soprattutto un villaggio. Secondo Osservatorio per i diritti umani, l’assalto è durato 24 ore: “I militari hanno incendiato le case, sparando e uccidendo a coltellate”. Sette bimbe sono morte in un raid aereo a Husseiniyeh, nel sud di Damasco

beirut

BEIRUT - Donne, con i loro bambini. Civili massacrati dall’esercito siriano in un assalto nelle campagne intorno a Homs, soprattutto in un villaggio, distrutto in 24 ore di orrore. Le vittime, secondo gli attivisti dell’Osservatorio per i diritti umani con base a Londra, sono almeno 106: “Il regime siriano ha condotto un nuovo massacro martedì causando 106 morti, tra cui donne e bambini”, ha denunciato l’Osservatorio citando una rete di attivisti e fonti mediche.

Durante l’attacco – ha riferito l’Ong – l’esercito ha incendiato le case dei residenti, sparando ad alcuni e uccidendo a coltellate altri. L’Ondus ha affermato di avere i nomi dei membri di una famiglia di 14 persone, di cui tre bambini, tutti uccisi. Più ridotto, ma comunque alto, il bilancio fornito da Omar Idlibi, dei Comitati di coordinamento locali, secondo cui le vittime dei raid sono 37. Lo stesso Idlibi ha fatto però sapere che la cifra da lui fornita è ferma a ieri, spiegando che da quel momento sono stati trovati altri corpi.

L’Osservatorio ha anche denunciato la morte di altre quindici persone, uccise oggi in un raid aereo governativo a Husseiniyeh, un centro a sud di Damasco che ospita in maggior parte profughi palestinesi. Sette di queste sono bambine.

Intanto dall’esercito del regime continuano a disertare. Come ha riferito l’aggenzia Anadolu, altri otto militari siriani sono passati questa mattina in Turchia. I militari, accompagnati da 13 familiari, hanno passato il confine nella zona di Yayladagi, vicino ad Antiochia. Sono stati trasferiti dalle autorità turche nel campo di Apauydin, che ospita i militari disertori, e che secondo l’opposizione turca è una base dei ribelli sunniti siriani.

E’ Ankara a prevedere un cambiamento. Secondo la stampa turca per gli Usa il presidente siriano Bashar al Assad non rimarrà al potere oltre sei mesi. Questa la previsione è arrivata dopo i colloqui degli ultimi giorni avvenuti a Washington fra ‘senior’ diplomatici turchi ed esponenti dell’amministrazione Obama. Secondo i dati forniti dagli interlocutori americani, ha scritto l’Hurriyet online, l’80 per cento del Paese è nelle mani dei ribelli, così come il 40 per cento della capitale Damasco. Stando al quotidiano nei colloqui di Washington, la delegazione turca guidata dal sottosegretario agli esteri Feridun Sinirlioglu avrebbe criticato la decisione americana di dichiarare “organizzazione terroristica” il gruppo armato jihadista Jahbat al-Nusra, ritenuto vicino ad Al Qaeda, e considerato responsabile di attentati, atrocità ed esecuzioni sommarie in Siria. La Turchia è uno dei principali sostenitori dei ribelli sunniti in Siria.

Diversa la posizione di Mosca. Il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, ha definito “blasfemi” i tentativi di accusare le forze del governo siriano dell’attentato di Aleppo (VIDEO). Lo ha riportato l’agenzia Interfax citando il capo della diplomazia di Mosca, che ha commentato la strage di martedì in Siria dove due violente esplosioni all’Università della hanno ucciso almeno 82 persone e ferite altre 160.

Durante una conferenza stampa a Dushanbe, Tagikistan Lavrov ha detto di aver “visto un servizio della Cnn in cui si sosteneva che l’attacco terrorista era stato opera delle forze governative. Non posso immaginare bestemmia maggiore di questa”. Mercoledì il ministero degli Esteri russo, tramite il suo dipartimento Informazione, aveva condannato le bombe ad Aleppo, addebitando la colpa ai “terroristi” che combattono contro le forze governative: “Una provocazione sanguinosa e senza pietà, la vendetta dei terroristi per le gravi perdite inflitte loro dalle forze regolari”. Il dipartimento di Stato ha  citato testimonianze secondo le quali sarebbe stata l’aviazione militare siriana a bombardare l’università.

(17 gennaio 2013)

RIASSUNTO DEI RICALCHI 2012 PARTE A

.

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

 

26 di dicembre del 2012

 

 

“L’ USURPAZIONE PAPALE” 

(22 di agosto del 2012)

Il tema é: “L’ Usurpazione Papale”.

Cominciamo con Galati capitolo 1, verso 18.

L’ Apostolo Paolo dice:

 

“Poi, passati tre anni, sono andato a Gerusalemme per vedere Pietro

e sono rimasto con lui quindici giorni…”

 

Quindi, io penso che in questo dialogo che loro hanno tenuto, lí Paolo gli ha presentato… mi immagino che gli ha detto: -“Pietro, viene un governo separato dal governo secolare. Si stabilirá adesso. Dopo che Cristo é morto e risuscitato, comincia un governo”-.

E quindi, sembra che Pietro gli abbia detto: -“E che ruolo giochiamo noi, gli undici apostoli?”-

-“Bene, no, perche sono io, io saró colui che dirige questo governo, perché questo é un governo per i gentili”-.      

-“E che vangelo si predicherá?”-

-“Bene, si predicherá non il vostro, perché il vostro é scaduto quando Cristo é morto ed é risuscitato”-.

 

Galati 1:12.

 

“Ma vi faccio sapere, fratelli,

che il vangelo annunciato da me, non é secondo uomo;

poiché io non l’ho ricevuto né l’ho appreso da nessun uomo,

ma per rivelazione di Gesucristo.

 

Perché avete giá udito della mia condotta in altri tempi nel giudaismo…”

 

 

che é quello che pratica Pietro, il giudaismo

 

“…che perseguitavo oltremodo la chiesa di Dio, e la devastavo;

In esso superavo molti dei miei contemporanei nella mia nazione, essendo piú zelante delle tradizioni dei miei padri.

 

Ma quando é stato gradito a Dio, che mi ha appartato dal ventre

di mia madre e mi ha chiamato per la Sua grazia,

rivelare Suo Figlio in me, perché io lo predicassi…”

 

a chi?

 

“…tra i gentili,

 

non ho consultato immediatamente carne e sangue….”

 

… Pietro

 

In altre parole, abbiamo le prove di che Paolo é stato scelto per noi, i gentili.

Tuttavia, se tu sei onesto, tu vedi che ci é stato predicato poco di quello che appartiene ai gentili, o meglio, ci sono stati mescolati i due vangeli: La circoncisione e la Incirconcisione.

É per questo che a noi, a volte, ci accusano del perché noi  insegnamo solo Paolo.

Bene, la risposta sta nel fatto che se siamo gentili, ebbene quindi, Paolo é l’unico che parla ai gentili. E sta scritto, dice che Dio lo ha scelto dal ventre di sua madre, perché vada a predicare Gesucristo tra i gentili. Vuole dire che Paolo é l’ inviato a noi i gentili, non Pietro.

Io mi immagino che Pietro gli abbia fatto ogni tipo di domanda:

-“Bene, e tu cosa dirai ai gentili?”-

Mi immagino che una delle cose che Paolo gli ha detto sia stata:

-“Bene, che con una sola offerta sono perfetti”-.

-“E, bene, li battezzerai, vero?”-

-“No, perché Cristo non mi ha inviato a battezzare”-.

-“Ossia, che i gentili non devono battezzarsi?”-

-“No, perché questo é un rito giudeo, Pietro”-

 

Adesso, nel verso sette, comincia quello che giá noi abbiamo detto prima. Guarda il capitolo 2, verso 7:

 

“Anzi, al contrario,

Siccome hanno visto che mi é stato affidato il vangelo della incirconcisione,

come a Pietro quello della circoncisione…”

É importante notare, che le persone oggi nelle chiese non leggono questo. Loro non lo notano.

Quanti di voi hanno letto e capito questo prima di arrivare a questo ministero?

Non si spiega. La gente pensa che Pietro e Paolo erano cristiani, che era lo stesso gruppo, peró no! Erano due vangeli differenti! Uno Circoncisione e l’altro Incirconcisione, che é molto differente:

Ma qauando ho visto che non camminavano rettamente

secondo la veritá del vangelo,

ho detto a Pietro davanti a tutti …”

adesso é: “davanti a tutti”, prima é  stato faccia a faccia

ma non gli ha fatto caso, adesso: davanti a tutti!!

“… perché obblighi i gentili a giudaizzare?”

 

Gli apostoli non erano cristiani, loro erano giudaizzanti, perché il vangelo che loro predicavano era circoncisione.

Vediamo se mi potete intendere, che quello che fa il nostro ministero é dividere la circoncisione dalla incirconcisione, perché diventiamo massa pulita. Perché ci sia purezza nel cristianesimo, non possono esserci due apostolati. Deve essere l’apostolato di Paolo, quello che ti porta ad intendere la veritá del vangelo che il Dio del cielo ha predestinato per noi i gentili.

E chi era Pietro? Un uomo che obbligava i gentili a giudaizzare, un uomo che ha mentito.

Io sono sicuro che la conclusione di Pietro é stata questa: -“Se noi non togliamo di mezzo quest’uomo, ci elimineranno tutti noi e resterá lui con i gentili, con il vangelo dei gentili”-.

 

IO ACCUSO DA QUESTO PULPITO, DICHIARO, PAROLE SCRITTE, STORICHE:

 

COLORO CHE HANNO DATO MORTE A PAOLO IN ROMA, FURONO

PIETRO, GIOVANNI, GIACOMO E GLI ALTRI ANZIANI.

(Applausi)

 

E LO HANNO FATTO CON MALVAGITÁ NEI LORO CUORI PER PREDICARE UN FALSO VANGELO A TUTTI I GENTILI.

 

E PER DUEMILA ANNI HANNO INGANNATO, HANNO STREGATO CON UN FALSO VANGELO TUTTO IL POPOLO GENTILE.

 

QUESTA É LA MIA POSIZIONE COME PRESIDENTE MONDIALE DELLA GRAZIA,

QUESTA É LA POSIZIONE DEL NOSTRO MINISTERO.

.

.

SALONE 666   CORSO: IL FIGLIO DELLA PERDIZIONE – 801 

(Vescovo Rafael Encarnación 13 di giugno del 2012)

.

Benvenuti al Salone 666. Oggigiorno un corso sommamente poderoso, “Il figlio della perdizione- 801”.

Introduzione di Gesucristo Uomo:

La domanda é: e cosa succederá agli esseri umani che dimorano sulla faccia della terra, in tutto il globo terracqueo? Cosa succederá a tutte queste persone?

Rimarranno delle persone sulla terra. Adesso, due terze parti saranno eliminate, che ci rallegriamo perché guarda che c’é gente che ha la testa danneggiata in questi giorni!!

Vescovo Rafael Encarnación:

Andiamo immediatamente alla profezia, Zaccaria capitolo 13, il verso 8.

 

“E succederá in tutta la terra, dice il Signore,

Che le due terze parti saranno eliminate in essa e si perderanno;

ma la terza rimarrá in essa.”

 

4.6 miliardi di abitanti sarebbero, secondo la profezia, eliminati dalla terra e resterebbe una terza parte che sará composta da 2.3 miliardi di abitanti.

Romani 9:22-23.

 

“E che? Se Dio, volendo mostrare la Sua ira e

rendere noto il Suo potere,

ha sopportato con molta pazienza i vasi d’ira

preparati per la distruzione,

 

e per rendere note…”

pubbliche

“…le ricchezze della Sua gloria,

le ha mostrate…”

le ha presentate pubblicamente

“…con i vasi di misericordia

che Lui ha preparato da prima per la gloria…?”

 

Abba Padre! Che Gesucristo Uomo, nostro Padre, ci ha prescelti come vasi di misericordia per mostrare la Sua gloria nella nostra vita.

Ció che esiste in Lui é proposito, e Lui ha prescelto l’empio, l’uomo malvagio per mostrare la Sua ira.

Il profeta ha detto che 2/3 parti della terra saranno eliminate. Quando consideriamo il mondo con 7 miliardi di abitanti e lo dividiamo in tre parti uguali, stiamo parlando di  2.3 miliardi di abitante in ogni parte.

Adesso: se eliminiamo 2/3 parti sarebbero 4.6 miliardi di abitanti, resterebbe quindi 1/3 parte, 2.3 miliardi.

Andiamo a vedere profeticamente che sará sradicato dalla terra il figlio della perdizione, che é composto da 2/3 parti, e resteranno solamente sulla terra i Figli della Benedizione, i figli che Lui ha scelto per governare il mondo con giustizia ed equitá.

Cosa succederá ai Figli di Dio?

 

“…e noi…”

la promessa

“…saremo trasformati.

 

Perché é necessario che questo corruttibile si vesta di incorruttibilitá,

E questo mortale si vesta di immortalitá…

ABBA PADRE!

La promessa per l’ Amata chiesa di Gesucristo, che ha creduto alla Sua parola, che si é sottomessa al Suo insegnamento. Come diceva Gesucristo nel Suo messaggio di congedo: “Hai sofferto, hai patito ma la ricompensa che viene…”  Hello!!

 .

 .

 

TESTIMONIANZA DI TATO MORÁN

(31 di ottobre del 2012)

 

Cristy Diéguez:  Voglio dire a voi giovani, che quando la mamma o qualche persona vi parla dovete avere il vostro udito pronto alla voce dell’angelo. Non siamo noi coloro che vogliamo imporvi qualcosa, ma che semplicemente, vi parliamo come angeli. Dovete imparare ad ascoltare bene la voce dell’angelo, perché dobbiamo essere obbedienti. Vivete la vostra libertá, peró sanamente, non in ribellione, non in disobbedienza, ma che, semplicemente, senza frequentare luoghi che non si devono, senza mantenere amicizie che lo stesso angelo vi dice di appartare e, a volte, non si fa per qualunque situazione.

Che sempre ascoltino la voce dell’angelo e quando la mamma vi dice qualcosa, prestate attenzione perché non dobbiate vivere nessuna lieve.

 

Vescovo Emilio Gramajo: é cosí, Cristy

 

Pamela Gramajo: é cosí. Adesso, Vescovo, potrebbe dare un consiglio a tutti i giovani.

 

Vescovo Emilio Gramajo: Sí, Pamelita, piú che un consiglio é dire loro: udite la voce di nostro Padre.

 

JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA, GESUCRISTO UOMO

(Frammento del ricalco Consigli Utili – 19 ottobre 2011)

 

-“E cosa vuole dire con questo, Apostolo, cosa devo fare? Entrare in uno spirito di paura?”-

No, semplicemente che quando tu organizzi i pensieri, non devi stare dove non devi stare, perché puoi andare alla nube prima del tempo. E la trasformazione continua ad essere valida per te. Ma la morte é guadagno quando tu sei un servo inutile o quando tu non stai facendo cose utili per il regno. Lí, quando tu sei un irresponsabile, la morte é guadagno. Ma quando sei una persona utile, che stai lavorando per il regno, che stai dando testimonianza, che vivi in buona salute, che stai in una buona testimonianza, quindi non ti necessitiamo nella nube, ti necessitiamo qui sotto con noi.

.

JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA GESUCRISTO UOMO

(Frammento del ricalco “La Semina e la Raccolta 2010)

 .

Osserva che giá la legge e il peccato non sono necessari per disciplinarci, ma che ciascuno porta il suo proprio fardello e ciascuno sa che quello che sta seminando, raccoglierá. Ossia, noi dobbiamo disciplinare ed ordinare i pensieri in maniera tale, nel sapere che quello che tu stai facendo attualmente, presto o tardi lo raccoglierai. Peró, noi, che andiamo sotto la regola della semina e della raccolta, tu sei gradito all’angelo, benedetto.

 .

 .

 

APPRENDENDO OBBEDIENZA

(28 di novembre del 2012)

 .

Oggi abbiamo una parola difficile da spiegare, é difficile da spiegare peró cercheremo di spiegarla noi. A Paolo é risultato difficile.

Cosí che, cerchiamo nel libro agli Ebrei, capitolo 5, leggiamo dal verso 7 al 10. Dice il verso 7:

“E Cristo, nei giorni della sua carne,

offrendo preghiere e suppliche con gran clamore e lacrime

a colui che poteva liberarlo dalla morte, fu udito a causa del suo timore riverente.

ed anche se era Figlio, mediante quello che ha sofferto

ha appreso l’ obbedienza.”

 

Dí: HA APPRESO L’OBBEDIENZA.

Questo é il tema di questa notte: Apprendere Obbedienza, perché anche tu ed io dobbiamo apprendere obbedienza. Questo si impara. Questo non si sa peró si apprende quando tu vivi in un corpo. E andiamo a parlare di come apprendere:

 

“…ha appreso l’obbedienza e, essendo stato perfezionato,

é venuto ad essere autore di eterna salvezza…”

 

di cosa? Com’é la tua salvezza?

 

“…eterna salvezza per tutti coloro che gli obbediscono…”

 

Quindi, come ha appreso obbedienza Cristo? Essendo tentato in tutto! Essendo tentato in tutto Lui ha appreso obbedienza, perché é stato tentato in tutto!

Quindi, cosa succede? Che Lui ha appreso obbedienza, ascolta questo, presta attenzione, Lui ha appreso obbedienza per essere autore di eterna salvezza. Adesso tu devi apprendere obbedienza, non per salvarti, perché Lui ha giá eseguito questo atto, tu devi apprendere obbedienza, sai perché? Perché tu gli sia gradito e per far sí che tu possa regnare in vita, per far sí che tu viva bene.

Tu sai cosa significa vivere bene oggigiorno con un corpo come quello che tu hai addosso?

Ascolta, a me é costato: io ho dovuto apprendere obbedienza attraverso di un’infinitá di situazioni nei giorni della mia carne. Uno apprende. Tu non vedi che le esperienze che uno vive nel nostro corpo fisico sono per far sí che tu apprenda?

L’ idea é che tu non entri nemmeno in sensi di colpa, l’idea é che tu dica: -“Capperi, io non sto camminando bene. Signore, permettimi apprendere obbedienza mediante tutte queste debolezze, tutte queste cadute che io ho subito. Insegnami!”-.

É lungo e difficile il cammino. Non é facile, sai perché? Perché dopo che tu hai appreso, quello che ti viene é un regnare in vita che é invidiabile. Perché tu camminerai come poche persone camminano, quando tu apprendi obbedienza.

Cosí che, non é tempo di cominciare a piangere per le cose che ti sono successe, molto meglio é tempo che tu apprenda obbedienza dalle cose che ti sono successe e che tu abbia pazienza. Che tua moglie abbia pazienza con te e tu pazienza con tua moglie, e con tuo figlio e con la figlia.

E cercare l’unitá di intendersi per vedere come apprendiamo, che tu possa dire a tua moglie o a tuo marito: -“Aspetta ancora un pochino di piú che sto arrivando. Sto apprendendo. Non hai perso il tempo in tutto ció che mi hai sopportato. Sto apprendendo obbedienza”-.

É tempo che tu maturi nella fede e lí ciascuno apprenderá dalla sua tribolazione. Ciascuno eserciterá pazienza in differenti tempi, perché se tu giudichi qualcuno ci sono molte probabilitá che l’angelo di quella famiglia ti faccia passare la stessa cosa a te piú avanti… o peggio.

Tu non vedi che ciascuno qui ha il suo proprio angelo? Tu hai il tuo proprio angelo che ti conduce e lui conosce tutti i tuoi passetti. E quindi, lui ti va disciplinando. Lo dice cosí: “Quello che Lui prende per figlio, corregge, disciplina, addirittura colpisce”. Ti conduce, nella tua esperienza personale. E tu devi stare attento alla voce di questo angelo che ti parla qui, guarda, nella tua mente. Tu senti una vocina…

Se non apprendi obbedienza, sei un disastro, non puoi godere questa vita, non puoi fare niente. Sei un disastro perché non hai appreso obbedienza. Sei salvo, sei figlio di Dio in disastro. Regnando disastrosamente.

Tu devi regnare in vita! Tu devi stare bene, tu devi prosperare. Immaginati, se non prosperi quindi sei un povero sventurato che sta sempre lottando!!

Se non apprendi obbedienza non ti sai risanare, sei sempre malato, sempre: e malato, e malato, e malato, e malato! E non governi nella tua bocca, hai sempre una cattiva confessione, ti stai sempre lamentando e gridando e facendo, perché non regni nella tua bocca.

Ah, se non apprendi obbedienza, non hai un buon procedere, ferisci la gente: -“Guarda, tu!!”-, -“Vattene da qui!!”-,  -“Guarda, io sono arrivato prima!!”-,  -“Cosa fai tu??”-. …calmati, bambino.

Peró, c’é gente cosí. C’é gente che non regna, vivono nervosi, tu sai: -“Cosa ti prende?? Uh! Uh!”- (simula l’attitudine di una persona nervosa e aggressiva -ndt)

Non hanno buone maniere. Tu non vedi che non hanno appreso obbedienza in niente?? Tu devi essere un cavaliere, una dama, che sappia trattare con decenza. Saper ascoltare, non che ti stiano parlando e tu: -“Blablabla…”-. Ascolta, calmati… prestami il microfono…

Bisogna apprendere obbedienza per tutto e cosí regnamo in vita.

 .

 

L’ ATTESA contro LA BESTEMMIA

(29 di agosto del 2012)

.

Colui che mi ha tolto il velo, mi ha chiarito misteri, mi ha mostrato la mia vera identitá, ha rinnovato la mia mente e mi ha edificato si chiama JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA e mi sento orgoglioso di Lui. Non mi vergogno, di Te non mi vergogno, Papá.

 

(Applausi)

 

Che tremendo! E guarda il carattere di Dio, Amata, guarda che tremendo, che bello intendere la mente di Papá: Dio crea l’uomo e poi, Dio stesso dice: -“No! Io creeró l’uomo perfetto!”- e poi manda l’inondazione. Dio fa quello che vuole:

-“E in quanti si salveranno?”-

-“Otto. Con otto io funziono!”-

Guardate, sono entrati piú animali che persone, molti animali. Guardate, sono stati piú giudiziosi il cavallo e la vacca. Hanno creduto di piú! Che tremendo!!

Peró questo é il decreto di chi? Di Papá Dio, e Noé ha aspettato, e gli hanno dato appellativi, ma lui giudizioso: -“Dio mi ha detto questo e io lo faccio. Mi perseguiti chi mi vuole perseguitare!”- …ed se anche i figli, o la moglie fossero rimasti fuori: -“Ciao, ci vediamo, peró io salgo sull’ arca”-. Hello!

Guardate, qui, tra di noi, non dire questo a nessuno, ma di queste persone che sbattono in faccia oggigiorno a nostro Padre che: -“…il conteggio”-, -“…e non é arrivato”-, -“…che ha ritardato”-, -“…che questa mancanza di rispetto”- … se fossero stati nel tempo di Mosé gli sarebbe successo lo stesso. Lo stesso… sarebbero stati lá, protestando: -“E com’é questo che ci mettono un conteggio qui…”-, -“ e questa situazione…”-, -“E Mosé, sia serio!!”-.

Sí, sa perché? Perché ci sono persone che non hanno timore riverente verso Dio! Oh, conoscono molta Bibbia, oh, questo é “google.com”. Peró qui non si tratta di questo. Noi serviamo Papá con timore riverente.

E Mosé cosa? Dica: HA TARDATO. Dica a quello che sta a suo lato: MOSÉ HA TARDATO.

E quindi, guarda quello che é successo. Andiamo giá a vedere il verso seguente che é tremendo. Peró, io mi immagino dei personaggi  lá dicendo: -“Ascolta, cosa facciamo qua? L’uomo ritarda, guarda che ora é, noi qui e ci lascia qui ad aspettare!! Non mi sembra che questo vada bene … e tu cosa credi?”- perché lí cominciano gli opinionisti.

-“Ascolta, io credo di essere d’accordo con te!”-.

E un altro che passa dice loro: -“Di che cosa parlate voi?”-

-“…no… ebbene io… Dio mi ha parlato stanotte!”-

-“Ah, Dio le ha parlato stanotte?”-

-“Sí! … Dio mi ha parlato stanotte e mi ha detto che Mosé giá non é Dio! Mosé era Dio quando é salito sul monte e giá Mosé non é Dio per niente!!”-

-“E quindi cosa facciamo, ragazzi? Lei cosa opina?”-

-“No, io opino…”- 

Ci sono persone cosí.

-“E lei che verso ha lí?”-

-“No, Dio mi ha dato questo verso”-

-“E a lei?”-

-“Ebbene, io ho questo: …”-, come quando uno scambiava le caramelle a scuola: -“No, questa ce l’ho giá, cambiamela per questa”-.

Noi ci manteniamo solo ed esclusivamente nelle istruzioni che ci ha dato José Luis De Jesús Miranda. Piaccia a chi piaccia, molesti chi molesti.

-“No, é che Papi non ha letto il verso seguente ed io ce l’ho!”-.

-“Non mi interessa. A me interessa quello che ha detto Lui!”-.

E quindi l’uomo ha detto all’altro: -“Quindi, Lui giá non é Dio?”-

-“No, Lui giá non é Dio. Lui é stato Dio fino adesso e tutto il resto, ma giá non lo é”-

-“Ascolta, ebbene: cerchiamoci un altro dio”-

-“Che cosa ne pensa di un vitellino?”-

-“Uhi, un vitellino sí!!”-

-“Io ho un modello di vitello… l’ho disegnato la notte scorsa, guardi: ci funziona! E da oggi in avanti, niente Mosé!! Andiamo a cercarci un buon vitello!!”-

-“Sí, sicuro! Aronne andiamo!”-.

E Aronne si é infilato nel guaio. Lo hanno trascinato loro, gli é successo lo stesso di Barnaba, é stato trascinato dalla loro ipocrisia. E quindi si é messo nel problema: -“Portatemi gli orecchini, gli anelli, eccetera…”- … e il “vitellino.com”!

-“Ascolta, che bellino il vitello!!”-.

Sai cosa succedeva? Loro non contavano con il fatto che tutto era freddamente calcolato da Dio. E Dio stava parlando con Mosé ed aveva delle telecamere lá, uno schermino e vedeva quello che stava succedendo lá. E l’angelo della confusione stava lavorando lí, bello. Una festa che ha fatto l’angelo della confusione, bella, e li ha confusi tutti e quando é sceso Mosé… cos’é successo?

Quindi, in tutti gli eventi che Dio ha stabilito e, profeticamente, si sono compiuti, e ce ne sono altri che stanno per compiersi, tra i quali la trasformazione, comportano una cosa? Un’attesa!

Dica con me: IO MI DICHIARO UNA VERGINE SENSATA CHE OSSERVA L’ UNITÁ, CHE CAMMINA SOTTOMESSA ALL’EDIFICAZIONE DI PAPÁ. RICEVIAMO LA TUA TRASFORMAZIONE.

Grazie. Papino. Ti amiamo. Abba Padre!

 .

 .

 “L’ANGELO CHE CI SERVE”

(30 di maggio del 2012)

L’angelo é colui che ci serve. Questo di stare chiedendo aiuto a Dio: -“Dio proteggimi la macchina… Dio proteggi il mio bimbo…”- no, no: Lui stá nel Suo riposo. Sono gli angeli assegnati alla tua vita. Ciascuno di noi ha un angelo. Immaginati, tu non puoi funzionare senza il loro servizio. Ossia, come essere umano in un patto di grazia, tu non puoi stare senza di loro. L’angelo deve intervenire costantemente nella tua vita.

 

Andiamo a Isaia 46, i versi 3 e 4:

 

“Ascoltami, oh casa di Giacobbe e tutto il resto della casa di Israele,

voi che siete portati da me fino dal ventre…”

lí comincia l’ angelo nella tua vita, dal ventre

 

“…e fino alle canizie vi sopporteró io…”

Quindi, poi dice: -“Guarda questo benedetto che io ho portato e  protetto: io gli ho fatto cose, l’ho fatto passare per cose…”- e devi rimanere dove ti tiene l’angelo, dove tu vedi che é lí. Se esci da lí …

É per questo che questo é un ministero di attitudini: la tua attitudine. La tua attitudine! Tu non vedi che il danno che ha fatto Satana é stato nelle attitudini?

Per questo, Gesú ha detto: -“Guarda, Mosé: dice che con commettere adulterio, muori senza condizioni. Il patto che io porto é piú facile, ma piú esigente: con solo guardarla si é giá eseguito l’atto, senza farlo!”- perché entra l’iniquitá.

L’iniquitá non é peccato, l’iniquitá é quello che viene prima di peccare.

E quindi questa é un’attitudine. C’é la malizia, c’é l’ iniquitá e c’é l’atto portato a termine. E con questo é che l’angelo sta trattando con te.

Quando l’angelo vede che tu stai macchinando qualcosa, nessuno lo sa ma l’angelo ti vede. Per questo Paolo dice: “Rinnovati con lo spirito della vostra mente. Non vi conformate a questa societá, a questo secolo, ma trasformatevi per mezzo del rinnovamento del vostro intendimento, perché comproviate quale sia la buona volontá di Dio, gradevole e perfetta.” Peró, devi rinnovarti.

(Applausi)

E, “rinnovamento” significa tornare allo stato nel quale tu sei stato creato, essendo conosciuto come sei stato conosciuto, nella tua identitá angelo. E l’angelo, attento.

Ah, e tu non gli scappi. É per questo che tu sei salvo per sempre, perché se tu potessi uscire da questo… il problema é che quelli che vengono sigillati dalla fabbrica non possono andarsene, anche se vogliono.

E voi siete un popolo speciale, peró bisogna disciplinarsi, bisogna apprendere, bisogna dare esercizio ai sensi, perché viene un governo molto eccelente perché tu stia, tu sai, alla deriva. Quello che viene é grande: “cose che occhio non ha visto e udito non ha udito”. E bisogna mettersi le pile ben messe.

Esodo 23: 20.

“Ecco io invio il mio Angelo davanti a te perché ti protegga nel cammino…”

 Sii attento davanti a lui e ascolta la sua voce: non essergli ribelle,

perché lui non perdonerá la vostra ribellione,

perché il Mio nome sta in lui.”

 

Ahi, Padre!

Dí: QUESTO É IL MIO ANGELO. IO HO UN ANGELO CHE É DISPOSTO A PARLARMI E, QUANDO MI PARLA, IO OBBEDISCO ALLA SUA VOCE. ED É MEGLIO CHE MI PARLI, PERCHÉ SE NON MI PARLA SONO ALLA DERIVA.

Bene, se é quello che sta parlando adesso! Ti sta parlando.

Adesso io ti dico: é impossibile che uno spirito come te, con un corpo come quello che tu hai, vivere senza la protezione angelicale, non sopravvivi.

Abba Padre! 

Il Papa benedice la promotrice ugandese della Pena di Morte per gli omosessuali.

.

-

http://fulviobeltramiafrica.wordpress.com/2012/12/14/il-papa-benedice-la-promotrice-ugandese-della-pena-di-morte-per-gli-omosessuali/

 .

 -

Il Papa benedice la promotrice ugandese della Pena di Morte per gli omosessuali.

,

africafulviobeltrami

Pubblicato su dicembre 14, 2012 da africafulviobeltrami2012

 

Giovedì 13 Dicembre 2012 una delegazione di giudici Ugandesi guidata dalla portaparola del Parlamento, Rebecca Kadaga é stata ricevuta dal Papa Benedetto XVI presso la Basilica di San Pietro, riporta il quotidiano ugandese Daily Monitor.

”Questo é un momento irripetibile. Ho letto molto sul papa, lo seguo su Twitter ma non l’ho mai incontrato di persona e non ho mai visitato la Basilica di San Pietro. É un avvenimento da ricordare e ringrazio Dio per avermi concesso questa opportunità.”, ha dichiarato Kadaga.

Durante l’incontro il Papa ha benedetto la delegazione ugandese e in special modo Rebecca Kadaga.

La delegazione é a Roma per attendere alla Settima Assemblea dei Parlamentari della Corte Internazionale dei Crimini e alla Conferenza Mondiale dei Parlamentari per i Diritti Umani.

Il secondo appuntamento sarà molto difficile e delicato per la delegazione ugandese capitanata dalla promotrice (assieme al parlamentare David Bahati) della riforma dell’attuale legge contro i “comportamenti sessuali devianti”: omosessualità e bisessualità.

La proposta di legge, che sarà discussa in parlamento il 15 dicembre prossimo, intende introdurre i concetto di malattia mentale per l’omosessualità e la pena di morte o l’ergastolo per i gay recidivi.

É dal 2009 che questa proposta di legge é presentata a varie riprese al Parlamento e regolarmente bocciata su indicazione del Presidente Yoweri Museveni che, fino ad ora non intende rovinare l’immagine internazionale dell’Uganda con una legge omofobica così estrema, nonostante che la First Lady sia una accanita simpatizzante del provvedimento.

I promotori di questa palese violazione dei diritti umani si rifanno ai testi biblici e al vangelo per dimostrare che l’omosessualità é contro natura e contro il volere di Dio.

Sono appoggiati dalla Chiesa Anglicana Ugandese, della Chiesa Anglicana Americana e la neutralità della Chiesa Cattolica.

“Il gesto del Santo Padre é incomprensibile. Come si fa a benedire una figura politica criticata a livello internazionale per voler introdurre la pena di morte contro le minoranze sessuali in Uganda, a due giorni dal dibattito parlamentare sulla legge omofobica? Non si é valutato che questo gesto sarà utilizzato per rafforzare l’approvazione delle legge?”, si domanda un attivista gay dell’Università di Makerere che richiede l’anonimato per la sua salvaguardia fisica.

La riforma della legge peggiorerebbe il già grave clima delle violazioni dei diritti umani in Uganda nei confronti degli omosessuali.

Nel gennaio 2011 David Kato, attivista ugandese dei diritti umani e omosessuali fu trucidato in una stanza di hotel. Le autorità ugandesi archiviarono il caso facendolo passare come un incontro sessuale finito male tra Kato e un prostituto.

Il 07 dicembre 2012 un gruppo di prominenti leader delle Chiese Cristiane Americane ha reso pubblico la determinata opposizione alla legge definita discriminatoria, chiarendo che la criminalizzazione dell’omosessualità é incompatibile con a Fede Cristiana e le società democratiche.

“I Cristiani possono essere divisi a livello teologico ma sono uniti al richiamo di Cristo di prendere le difese delle minoranze perseguitate nella propria comunità e nel mondo. Sotto le festività del Santo Natale, noi invitiamo tutti i Cristiani del mondo ad unirsi a noi nel rigettare l’idea di questa legge che mira le minoranze vulnerabili e non é certo un modo appropriato di celebrare la nascita di Cristo.”, recita il comitato congiunto.

Rebecca Kadaga é confidente che la proposta di legge omofobica troverá la maggioranza necessaria al Palamento. “Sará il regalo di Natale al popolo ugandese”, ha promesso. La presenza di Kadaga alle due Conferenze Internazionali in Italia, non permetterá la partecipazione al voto prevista per domani, sabato 15 dicembre 2012.

Fulvio Beltrami

Kampala Uganda

Reporter dall’Africa per L’Indro.

COSCIENZE SANTIFICATE

.

 .

APOSTOLO DOTTOR JOSÈ LUIS DE JESÙS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

 .

18 di luglio del 2012

.

 .

Il tema di oggi è: “COSCIENZE SANTIFICATE”.

Coscienze, menti, spiriti: tutti questi sono sinonimi. La mente, la coscienza che sta lì nella tua piccola mente, il tuo spirito che è rappresentato da questo che sta qui (si tocca la Sua fronte) e se tu muori fisicamente, questo non muore.

Paolo lo ha detto: “Conosco un uomo in Cristo, se nel corpo non lo so, se fuori dal corpo non lo so, ma conosco quest’uomo ed è stato rapito al paradiso”. Vuole dire che la mente non muore.

Quando l’uomo e la donna si uniscono in matrimonio sono creatori di carne, di fisico, ma la mente… è Papà quello che mette lì questo spirito. Lui ha degli angeli speciali, che innestano questo spirito.

Isaia ha detto: “Voi che siete portati da me fino dal ventre, voi che siete portati fino dalla matrice”. Sono degli spiriti speciali, è gente predestinata, prescelti da prima della fondazione del mondo e Dio li mette nel ventre della mamma. E quindi la mamma pensa di portare una cosa qualunque lì e porta lì un predestinato.

E Dio ha un impegno con questi predestinati!

(Applausi)

E questi predestinati, guarda, questi non si perdono mai più. Di più, possono morire senza andare mai alla chiesa e,  nel viaggetto del partire dal corpo, in quello stesso momento un angelo dice:

-“Attenzione, che è mio. VieniQuesto è mio, guarda, ha il sigillo. Questo viene da quelli di Abele, non viene da Caino”-.

Ricordati di questo: che Cristo, sulla croce, lo ha gridato… il ladro buono e il ladro cattivo …e chi ti ha detto che ci sono ladri buoni? Entrambi sono cattivi ma uno dei ladri era eletto, era prescelto e per questo ha ricevuto un trattamento speciale.

Tu non vieni qui a fare capolino.

Quando tu vai ad un ristorante, ed è pieno e tu non hai prenotato, tu dici:

-“Qui aspetteremo un’ora”-.

Ma se tu hai prenotato? Tu entri e gli altri dicono:

-“Ascolta, cosa succede a quello, ha raccomandazione qui?”-.

Tu hai prenotato.

E tu hai una prenotazione spirituale con Papà.

(Applausi)

Ti può succedere quello che ti succeda ed una volta salvo, sempre salvo. Una volta figlio, sempre figlio. Una volta eletto, sempre eletto.

Questo  è così.

(Applausi)

Bene, cominciamo con la Prima carta a Timoteo capitolo 1, verso 5. Paolo ha detto a Timoteo:

-“Guarda, Timoteo, il proposito di questo comandamento…”-

e questi non sono quelli di Mosè perchè Paolo dice che Cristo ha posto fine alla legge:

“Il proposito di questo comandamento”

 

che lo produce il vangelo che io predico, quello della Incirconcisione

“è l’ amore nato da un cuore pulito…”

  

E chi ha un cuore pulito se tutti i cuori sono sudici, secondo il profeta? Ma quando  Cristo è morto, ha santificato il tuo cuore e lo ha pulito.

Dice: 

 

“…è l’ amore nato da un cuore pulito…”

 

 

E da cosa? Questo è il tema di oggi: “COSCIENZE SANTIFICATE”

“…e di buona coscienza e di fede…”

come?

“…fede non finta.”

Tu sai che i religiosi che non conoscono il vero vangelo hanno fede finta? Perchè loro ti dicono: -“Cristo ti ama ed anch’io!”- e quando ti unisci alle loro chiese, commetti un errore e ti buttano fuori. Questo è finto!

-“Tu non hai detto che mi amavi?”-

-“No, io ti amo, sempre e quando ti comporti come penso io”-.

Ti buttano fuori, ti tolgono persino l’ affiliazione.

O un divorzio:  ti scomunicano dalla chiesa e già non puoi partecipare in niente. Per uno stupido divorzio che, a volte, è una benedizione per tutti e due. A volte, non tutte le volte.

Ma i religiosi sono così, hanno una fede finta. Nel Ministero Crescendo in Grazia, non perchè lo meritiamo o siamo super buoni, ma perchè abbiamo capito il vangelo della incirconcisione dato a Paolo, quello della grazia, e ci fa amare davvero.

E tu puoi amare qui quello che ha commesso la tale cosa:

-“Continuo ad amarlo”-

-“Continuo ad amarti e basta!”-.

Questo è così.

Bene, anche la Prima carta a Timoteo, il verso 19.

Questo è il tema ed andiamo a parlare dei versi che parlano di coscienza, rimaniamo in un tema, per farlo ben semplice.

Dice:

“…mantenendo la fede e la buona”

cosa?

“coscienza, disprezzando la quale alcuni hanno naufragato

in quanto alla fede,

 

tra essi Imeneo ed Alessandro, che ho consegnato a satana

perchè apprendano a non bestemmiare.”

 

Osserva quello che dice Paolo qui, dice:

-“Guarda questi due benedetti che stavano con noi: sono naufragati nella fede!”-.

Perchè? Perchè sono caduti in cattiva coscienza.

Quindi, una volta che tu cadi in cattiva coscienza non puoi praticare la fede, perchè quando vuoi praticare la fede, la cattiva coscienza ti dice:

-“Fai attenzione, tu hai sbagliato! Già Dio non ti perdona!”-.

Quindi, tu vuoi credere ma non puoi, perchè sei caduto in cattiva coscienza e non trovi perdono.

Quindi, Paolo dice: -“…li ho consegnati a satana”-.

Cosa significa questo? Consegnarli a satana significa consegnarli alla volontà della loro carne. L’unico satana che esiste qui è la tua carne, questa carne è genere diavolo, genere satana. Satana è stato distrutto sulla croce del Calvario, non esiste, è una notizia vecchia. Questo è passato ma ti ha lasciato il corpo danneggiato, la concupiscenza che sta nella tua carne, e se tu perdi questo vangelo e perdi la fede a cosa ti consegni? Alla volontà caduta della tua mente carnale e questo è come stare nelle mani del diavolo.

Perchè la religione crede nel diavolo? Perchè loro non stanno in fede. Loro hanno apostatato dalla fede. È per questo che Paolo dice che “apostateranno dalla fede” e il Signore non sarebbe venuto se prima non fosse venuta cosa? L’ apostasia.

È per questo che io sto qui, perchè l’apostasia sta già regnando. E, perchè loro credono nel diavolo? Perchè non stanno in fede e in buona coscienza e, quindi, sono consegnati a satana.

Tu vuoi sapere chi sta consegnato a satana oggigiorno? Tutti i religiosi sono consegnati, loro non lo sanno ma è la volontà della carne. Tu sai perchè tu stai consegnato al Signore? Perchè hai la mente del Signore che ti dirige. Facile, vero?

(Applausi)

Ebrei capitolo 9, verso 9. Dice, l’ Apostolo, parlando di questo nuovo patto:

“Il quale è simbolo per il tempo presente…”

dopo la croce

“…secondo il quale si presentano offerte e sacrifici…”

parlando del vecchio patto

 “…che non possono rendere…”

 come?

“…perfetto, in quanto…”

a cosa?

“…alla coscienza…”

Osserva che il vecchio patto non ti poteva rendere perfetto in quanto alla coscienza perchè, se la tua coscienza non è pulita, tu non ti vedrai mai perfetto.

Una volta io ho detto ad un benedetto: -“Tu sei perfetto!”-

Mi ha detto: -“Lei è pazzo! Lei è pazzo! Perfetto? Da dove lo tira fuori? Con tutte le imperfezioni che ha l’essere umano!!”-.

E gli ho detto: -“Ma è perchè tu non puoi vedere la perfezione di Dio. Tu vedi la tua  perfezione e nella tua perfezione non ti vedrai mai bene. Ma nella perfezione di Dio, Dio ti vede perfetto”-.

Quindi, in quel culto, prima della grazia, ebbene, si facevano sacrifici, cerimonie…  continua dicendo:

“…che non possono rendere perfetto, in quanto alla coscienza,

colui che pratica…”

cosa?

“…questo culto, dato che consiste solo…”

di cosa?

“…di cibi e bevande…”

 

tu hai visto la bevanda, lì? Prendendo la santa ostia e tutto il resto!

 “…di varie abluzioni…”

 

Lavaggi, ti battezzano. Abluzione significa lavaggio:

“…di varie abluzioni e ordinanze a proposito della…”

cosa? 

“…della carne…”

-“Non mangiare carne il venerdì, non ti mettere così, la donna non si vesta così”-.

A proposito di cosa?

 

“…a proposito della carne…”

 

Tutte le religioni hanno il loro libretto!

-“Qui non si fa questo, le donne questo, qui gli uomini questo…”- … in quanto a cosa? Alla carne.

“…imposte fino al tempo”

di cosa?

“…di riformare le cose…”

 

E cosa dice l’altro verso?

Ma stando già presente Cristo…”

 

Guarda, perdonami ma questo non è Gesù di Nazaret. “Presente” significa fisico:  fisico, che tu lo vedi già!!

“…stando già presente Cristo,

sommo sacerdote dei beni…”

come?

“…futuri…”

 

Dei beni, cosa? Che venivano, che non c’erano. Questo non è Gesù di Nazaret, lui non poteva.

“Stando già presente Josè Luis!”  vedi? Questa è l’ idea.

(Ovazione)

Come gli cade questo ad alcuni!! Ascolta, in Porto Rico c’è un detto che dice: -“Scusami sai…”-   ha ha ha ha …ma non si ferma più la cosa.

 “Ma stando già presente Cristo, sommo sacerdote dei beni futuri,

attraverso il più ampio e più perfetto tabernacolo…”

 

Più perfetto cosa? Mantieni questo nella mente che ti mostro una piantina di questo tabernacolo:

 “…non fatto a mano, cioè, non di questa creazione,

e non per il sangue di capri nè di vitelli,

ma per mezzo del suo proprio sangue,

è entrato una volta per sempre nel Luogo…”

come?

“…Santissimo…”

                                                                              

Mantieni questa parola, guarda: “tabernacolo”, Luogo Santissimo, perchè la piantina deve parlare di questo:

“…avendo ottenuto…”

 limitata redenzione…

“…eterna redenzione.”

 

Cos’ha ottenuto? Quindi, tu sei salvo per quanto tempo? Eternamente, ma se te lo dice chiaro!

Continuiamo, passiamo per il verso 13 e il 14:

“Perchè se il sangue dei tori e dei capri,

e le ceneri di una giovenca…”

guarda com’era quel patto

“…spruzzato agli immondi,

santificano purificandoli nella carne…”

 

Nel vecchio patto, purificavano per un giorno o due:  è come una pila di quelle che si consumano e… pshhh! A comprarne un’altra.

 “… quanto più…”

qui è che sta la chiave

“…quanto più il sangue di Cristo,

il quale, mediante lo Spirito eterno,

ha offerto sè stesso senza macchia a Dio…”

guarda che benedizione!

“…pulirà le vostre coscienze da opere morte?

 

Digiuni, vigilie, grida, tutti questi sacrifici che fanno sono opere morte.

-“Che io mi sono spalmato la cenere!”-

questa è un’opera morta.

-“Che io mi sono fatto questo… che io ho fatto una promessa alla vergine della Macarena…”-

o all’altra vergine, o quante cose.

Questo non funziona, benedetto! È il sangue di Gesucristo.

Ah!

“…perchè serviate il Dio…”

che è morto?

“…il Dio vivo?”

 

Che sta come? Vivo. Ha vissuto. Quello che è tornato a vivere.

(Applausi)

Adesso, andiamo a vedere la lettera agli Ebrei capitolo 10, versi 1 e 2 e qui c’è un’applicazione ben bella della quale devi prendere nota, perchè tu ne faccia tesoro nel tuo cuore perchè quello che io faccio è darti sapienza, questo non è religione, benedetto.

Non ti confondere! Io non voglio che tu cambi la tua religione, anche se dopo che tu mi abbia inteso, tu non ne vorrai nessuna, ha ha ha ha. Ma io non vengo qui a fare un cambio:

-“Dammi questo per darti quello…”-.

No! Una volta che tu intenda questo, questo è il miglior affare della tua vita, perchè potrai respirare a fondo:

-“Ufff!! Ho la mia coscienza pulitina!”-

Guarda quello che dicono i versi 1 e 2.

Adesso devi intendere quello che dice qui, perchè io ti ho letto varie cose e ti ho detto:

-“Tieni a mente “tabernacolo”, tieni a mente il “Luogo Santissimo”, tieni a mente “vitella”…“sangue versato””-

ti ricordi?

Dice:

“Perchè la legge, avendo…”

che?

“…un’ombra dei…”

di cosa?

“…dei beni futuri…”

Vuole dire che i “beni futuri” è ciò di cui stiamo parlando adesso, la grazia! Ma quindi, la legge cos’era: “un’ombra”. E un’ombra è realtà? No.

Tu lo sai che se vedi la mia ombra nel sole, io risulto essere alto 20 piedi ma tu dici:

-“No, non può essere perchè qui non ci starebbe”-

perchè l’ombra dice un’altra cosa.

Adesso, la realtà sono io: io misuro 6 piedi e 1 pollice*… dico, qui usiamo la misura in piedi mentre in altri luoghi usano i centimetri, io non so quanto sarebbero 6 piedi ed un pollice ma è per farmi intendere che l’ombra non ti dice la realtà.

* 1 metro e 85 cm. -ndt

Tu sai perchè questi benedetti che amano tanto… evangelici, cattolici, sai perchè loro non ci capiscono? Perchè loro vivono nell’ombra, loro non vivono nei beni futuri, è per questo che loro osservano i dieci comandamenti, per questo stanno davanti alla croce guardando a Gesù di Nazaret, per questo si battezzano e si segnano, e immaginette, e cosine, e sacrifici… perchè loro vivono nell’ombra.

Quando tu entri nei beni futuri poi tu diventi un fenomeno, tu sei già passato dalla morte alla vita.

Adesso guarda quello che dice:

“La legge…”

dì:  LA LEGGE

“…avendo l’ombra dei beni futuri, non l’immagine stessa delle cose…”

Guarda quello che non può fare la legge:

“…non può mai, con gli stessi sacrifici che si offrono

continuamente ogni anno, rendere…”

come?

“…rendere perfetti coloro…”

 che?

“…coloro che si avvicinano.

Altrimenti cesserebbero di essere offerti, poichè coloro che tributano questo culto, una volta puliti…”

cosa dice?

“…non avrebbero già più coscienza del peccato.”

Perchè qui noi non battezziamo, non sacrifichiamo? Perchè è che una volta puliti siamo già perfetti. Come facciamo a continuare nella stessa ombra?

Lì lo dice: se questo purificasse e rendesse perfetto non dovrebbero essere più offerti, terminerebbero i sacrifici perchè già tu saresti pulito, la tua coscienza già intenderebbe:

-“Ahi, io non sono già più una peccatrice, io non sono un peccatore, io sono pulito, perdonato, santificato, sono idoneo per stare alla presenza del Signore!”-

…puoi morire ed è un guadagno

…non lo ricevere!

(Applausi)

Ma se muori, non devi stare con questo:

-“Ahi, dove me ne andrò? Me ne andrò tra le anime del purgatorio che mi spurghino?”-

Questi sono i racconti delle vecchiette!

Tu vai direttamente lì con Paolo:

-“Paolo, benedetto!”-

 e vai con tutti quei santi. Immediatamente. È per questo che noi non abbiamo paura della morte.

Andiamo a vedere, per darti un’idea, andiamo a vedere se posso… se ci riesco con questo aiuto visuale. A volte queste cosine aiutano, a volte no.

(Prima figura):

Guarda, il Luogo Santissimo, come puoi vedere è lì dove stava l’Arca della Testimonianza e solo Dio stava lì, solo Dio e il sacerdote entrava: vedi l’atrio?

L’ atrio era dove il sacerdote andava a versare il sangue di agnello, di giovenca, di vitello e lì si facevano tutti i sacrifici, sangue, offerte per il peccato.

Quindi il sacerdote offriva questi sacrifici nell’atrio una volta all’anno, lo dice lì che “si offrono continuamente ogni anno”, una volta all’anno andava nel luogo del lavacro, lavamenti, cerimonie. Quindi lui doveva andare lì e fare una serie di cerimonie… ah! …e doveva mettersi mutande, abbigliamento intimo, di lino fino per far sì che non sudasse, perchè il sudore è simbolo di opere.

Guarda quanto Dio detesta le opere della carne, che te lo sta dicendo già da là:

-“Vestitemi questo benedetto con un lino perchè non sudi, perchè se suda, quando passa là muore!”-.

Ebbene, quindi, che succede? Lui stava qui (indica sulla piantina) e tu vedi questo velo, dove dice: “il velo”, questo velo, quando Cristo è morto, cos’è successo? Dice che il velo si è aperto dall’alto al basso ed era di uno spessore che non c’erano forbici, non c’era seghetto, non c’era trapano, non c’era niente che lo tagliasse, per lo spessore che aveva.

Tuttavia, quando Cristo muore, si rompe dall’alto al basso, perchè non dare a pensare che qualcuno sia andato sotto e lo abbia tagliato, è stato dall’alto, dall’alto al basso si è diviso, dando ad intendere cosa?

Che adesso, quest’uomo che entrava lì una volta all’anno… ah, bisognava legarlo perchè se sudava o commetteva un errore là, nel Luogo Santissimo, chi andava a prenderlo davanti alla presenza di Dio?

Quindi, quella fune era per recuperarlo se moriva, hello!!  Ah, e le campanelle, tu hai visto i preti che hanno delle campanelle quando officiano? Questo è simbolo di quel sacerdote che, quando entrava lì, necessitava le campanelle perchè se le campanelle smettevano di suonare:

-“È morto il benedetto!!”-

quindi, bisognava prenderlo con una fune e, guarda, e passarlo dal Luogo Santissimo, portarlo di qua per seppellirlo:

-“È morto!! Bisogna trovare un altro sacerdote migliore perchè questo ha fallito. Si sarà messo le mutandine di cotone, qualcosa di male ha fatto!!”-.

Adesso, il sacerdote poteva entrare una volta all’anno e cosa succedeva? Il popolo stava qui nell’atrio. Il popolo stava dicendo:

-“Speriamo, speriamo che non muoia ed esca di lì, perchè se lui esce di lì, viene la prosperità”-

…il popolo prosperava, gli animali si sanavano, la vegetazione, tutto il popolo prosperava, se quello “strumento” usciva da lì vivo, se il sacerdote ne usciva vivo.

Adesso, guarda quello che succede, prestami attenzione, guarda quello che succede: che lui passava dal lavaggio, attraversava il velo ed entrava là… ma quando Cristo muore si rompe il velo, dando ad intendere cosa? Che adesso non è già più solo il sacerdote, adesso tutti possiamo entrare lì e non muoriamo. Già possiamo stare alla stessa presenza di Dio senza sacrifici e senza niente.

(Applausi)

Qual’è la menzogna di Roma? Qual’è la menzogna degli evangelici? Che loro ancora hanno questo velo sollevato, perchè tu ti mantenga nei sacrifici e non vogliono che tu entri alla Sua stessa presenza. Loro si godono ancora questo lusso:

-“Noi… i sacerdoti, noi… il papa, che se la Vergine appare in giro”…-

ti intrattieni con questo, ti intrattieni perchè tu non entri nel Luogo Santissimo perchè tutto questo è “ombra”.

Qual’è la realtà?

(Seconda figura)

Guarda, immaginati che sia il viso (la testa) di un uomo. Quello aveva tre parti, la figura precedente, ebbene, guarda: c’è la mente dove sta il peccato, le colpe, le indulgenze. Lì io ti ho messo “opere”, opere separato, perchè io lo sto riferendo questo come se fosse un essere umano.

Vedi il corpo? Vedi le due frecce? Perchè qualunque cosa che tu abbia qui, se è la tua mente, tu non hai coscienza pulita e questo incide sul tuo corpo fisico: ti invecchia, sei sempre malato:

-“Mi duole qui, mi duole là, a mia madre sono venute delle ulcere”-

perchè è che una mente piena di peccato, di colpa, non puoi vivere la vita come sei chiamato a viverla.

Quindi, che succede? Che questo è come simbolo delle tre parti: vedi il corpo? Il corpo sarebbe l’ atrio.

Quindi, nel Luogo Santo ti tengono le opere e nel Luogo Santissimo, dove tu sei tenuto a stare regnando, ti tengono:

-“…c’è il peccato…”-

perchè è da lì che vivono i sacerdoti, è da lì che vive Roma, è da lì che vivono tutte le religioni evangeliche. Se ti mantengono in colpa e peccato:

-“Passino davanti coloro che stanno male”-

e tutte le settimane la stessa scemenza.

Quindi cosa fa la grazia? Terza figura. Guarda quello che fa la grazia:

(Terza figura)

Qui torniamo allo stesso. Io vi ho messo dove stanno le opere, “il bagagliaio”.  Tu sai che cos’è il bagagliaio? Il bagagliaio è dove tu immagazzini le cose. Nel garage della tua casa che cosa immagazzini? In Colombia dicono “la caneca”, la spazzatura, in Porto Rico dicono “el zafacòn”. Mettiamogli il bagagliaio. Il baule, il bagagliaio della macchina, è lì dove tu metti tutto, se qualcuno viene a vedere la macchina, tu nascondi tutte quelle cose lì….

Ebbene, nella tua mente, tu devi avere la tua coscienza pulita, perchè la coscienza è la tua identità spirituale e Cristo ha pagato un prezzo perchè tu la tenga pulitina e possa regnare in vita, e tu possa avere un vocabolario d’autorità:

-“Non ricevo questa malattia!”-

-“Ah, ma che a tuo papà, a tua mamma…”-

-“Quello è successo a mio papà e a mia mamma, io sono già un’altra storia. Io sono una nuova creazione. Io mi dichiaro sano”-.

-“No, è che il mio popolo è povero”-.

-“Lo sarà il mio popolo ma io non sono povera, perchè nella mia coscienza sono prospera. Io ho nella mia mente qualcosa di meglio!”-.

Ah, cercati le religioni in Cuba per vedere se inviano dieci dollari negli Stati Uniti! Neanche dieci:  non ne hanno! Perchè la mentalità di Castro e del comunismo fa pensare loro:

-“Questo va male, questo va male, questo va male”-.

Fino a che io gli ho ripulito la coscienza ed hanno detto:

-“Questo va bene. Stia dove stia, io sono più che vincitore!”-

perchè il vangelo della grazia sistema la tua coscienza. Quello che io porto è vita e vita in abbondanza per i popoli, perchè tu possa regnare. Ascolta!!

(Applausi)

-“Apostolo, ma guardi, è che quando io ero ragazzina, sono stata violentata, quando io ero giovane, io ho vissuto… io ho avuto dei problemi…

-“Questo va nel bagagliaio, benedetta”-.

-“No, ma se fino all’altro giorno a me è successo questo…”-

-“Mettilo nel bagagliaio”-.

-“No, ma è che ho non ho potuto perdonare…”-

-“Mettilo nel bagagliaioooooooooooooooo!”-

-“No, è che io sento rancore per questo…”- 

-“Mettilo nel bagagliaio, questo va nel bagagliaio!!!”-

Ascoltaaaaaaa! Questo è chiaro!  Sarà chiaro?  Chiaro!!

(Applausi)

A me la gente dice sempre:

-“E perchè Lei è sempre tanto tranquillo?”-

-“Hum, ragazzo, io ho il bagagliaio e qui sopra, nella mente, è tutto pulito!”-. 

(Applausi)

-“Ascolti, ma Lei con tante nazioni e tante cose (a cui pensare), e appare come se non le desse problemi. Lei appare tranquillo”-   

-“Hum! Ragazzo, tu non sai quello che io ho dentro alla mente, la grazia indistruttibile”-.

-“Sì, ma a me hanno detto che a Lei è venuto un dolore qui”-.

-“Questo sta già nel bagagliaio”-.

-“No, mi hanno detto che ha avuto l’epatite C, A, B”-.

-“Uffff, di più, l’ho messo nel bagagliaio e poi l’ho buttato, l’ho tolto anche da lì, neanche più nel bagagliaio sta!”-. 

(Applausi)

Benedetto, se tu non ti risani con questo, tu sei difettoso dalla fabbrica. Fai pena.

Sto parlando con quelli di là, quelli che mi stanno vedendo: se questo non ti risana, benedetto…. è tempo che tu intenda che la tua chiesa mente, che tu mantieni la gente in schiavitù:

-“No, che la salvezza si perde, che il diavolo mi può portare via. No, no, che c’è il peccato”-

C’è il peccato? …c’è il peccato?

-“Sì, sì. Voi dite che non c’è il peccato per continuare a peccare!!”-.

No, no, no. Non per continuare a peccare, no: Perchè questa è la verità.

E se ci fosse il peccato, benedetto, guarda: se ci fosse il peccato, lascia che ti dia queste novità, queste notizie. Guarda quello che dice la lettera agli Ebrei capitolo 10:14 al 18, per vedere quello che è successo quando l’offerta è stata data duemila anni fa:

 “…perchè con una sola offerta…”

 

Abba Padre! Guarda, con una sola… non bisogna versare più sacrifici, non bisogna prendere l’ostia e il prete tutte le settimane con il fazzolettino e la messa in latino e le stesse scemenze!!

Ascolta, benedetto, tu hai anni di ritardo!! Guarda: questi sacerdoti hanno un ritardo…

-“Ahi, Apostolo, non parli male di loro, che io gli voglio tanto bene. Io ho una zia che è suora…”-.

Aiutala! Io non sto parlando male di lei. Io sto parlando del male che le hanno fatto. Io non sto parlando male dei sacerdoti. Io sto parlando del male che hanno fatto ai sacerdoti e che, di conseguenza, loro fanno male da lì in avanti perchè hanno la loro coscienza danneggiata e loro non sanno, guarda:

“…con una sola offerta” 

quella di Cristo

“ha reso perfetti…”

  

per poco tempo… per quanto tempo? Per sempre!

E guarda quello che dice adesso, continuiamo a leggere:

“E ci testimonia lo stesso lo Spirito Santo,

perchè dopo aver detto:

Questo è il Patto che farò con loro dopo quei giorni,

dice il Signore: Metterò le mie leggi…”

nelle loro menti

“…nei loro cuori,

 e nelle loro menti le scriverò…”

 

Queste leggi te le sto scrivendo io adesso. Perchè questo era futuro: Metterò!

Dice:

“…aggiunge: e non mi ricorderò mai più dei loro peccati

e delle loro trasgressioni”

Ascolta questo:

 “Poichè dove c’è la remissione di questi”

 remissione significa… guarda dove li tolgono (i peccati):

“non c’è più offerta per il peccato.”

Trattieniti lì. Trattieniti lì. Fermalo lì.

Guarda, se non c’è più offerta per il peccato e tu dici che c’è il peccato, adesso ti metto tra la spada e la parete, se non c’è più offerta per il peccato, perchè tu non accetti che io ti dica che non c’è peccato? Ok, quindi c’è peccato? Tu dici:

-“Sicuro!  Sicuro che c’è peccato!!”-.

Ebbene, lascia che ti dica: non c’è più offerta per il peccato. Se tu pensi che c’è il peccato rimarrai in peccato eternamente e per sempre, perchè non c’è chi te lo perdonerà: Dio non sta già più perdonando peccati.

-“Apostolo, che Dio non sta già più perdonando peccati?”-

 No! Questo negozio, questi uffici hanno chiuso tempo fa. Gli uffici del perdono dei peccati hanno chiuso duemila anni fa e tu stai facendo la fila da due anni. Ti si è invecchiata tutta la tua famiglia lì, nella fila e quello ha chiuso, benedetto!

Tu sai, questi predicatori… mi arrabbio, ascolta, mi dà rabbia… questi predicatori da niente ed i sacerdoti con le loro stupide messe, non sanno che stanno ingannando il mondo!

Loro stanno dicendo con la messa:

-“Sì, c’è offerta per il peccato”-.

Cosa dice la Bibbia? Non c’è più offerta per il peccato.

Loro stanno dicendo:

-“Passino davanti coloro che hanno peccato questa settimana, che pregherò per loro, perchè Dio mi dice che qui c’è qualcuno che sta in peccato.  Passi al fronte che lo vado ad ungere con olio. Ho portato un olio da là, d’oliva, da Israele. Sono andato in un viaggio missionario ed ho portato un olio unto…” (unto nel senso di santificato -ndt) “…ed io pregherò per te e rimarrai pulito”-.

Non c’è più offerta per il peccato, benedetto. Ti hanno ingannato.

E tu, io ricevo che tu sei obbediente, benedetto, perchè se no nella trasformazione resti qui: se tu non trasformi la tua mente adesso, non c’è trasformazione del corpo. Bisogna cambiare questo (la tua mente) perchè cambi questo (il tuo corpo).

-“Apostolo, e qual’è l’alternativa?”-

Sì o sì!

Qui tu non puoi dirmi di no. Se mi dici di no, per te non c’è speranza, sei un essere danneggiato, sei un essere che non ha coscienza nè per il bene, nè per il male. Tu non sai chi sei. Onestamente, fai pena, bisogna piangere per te questa notte…

Ebbene, guarda, ti stai mettendo sulla sedia elettrica. Perchè ti ho dato le alternative, guarda ti ho posto:

-“Ecco qui il cammino della vita e ecco lì il cammino della morte. Quale scegli?”-

-“Io voglio la morte, Apostolo”-

-“Ah, bene, quindi fregati! Non si può fare più niente per te”-.

BENEDETTO!  Più chiaro non si può parlare con te.

 

BENEDETTO! Alziamoci in piedi. Andiamo a cantare!  ABBA PADRE!

(Applausi).

MORTI AL PECCATO

.

 .

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

 .

27 di giugno del 2012

 .

 .

Ebbene, io vorrei cominciare con il verso che Papà mi ha dato circa alle 5 della mattina, Romani capitolo 8, versi dall’ 1 al 3. Vediamo questo minuziosamente. Dice il primo verso:

“Adesso, quindi, non c’è nessuna condanna per coloro che sono in Cristo Gesù”

in Gesucristo Uomo

“coloro che non vivono secondo la carne…”

 

perchè la carne rappresenta la circoncisione, quindi, siccome rappresenta la circoncisione loro,  nella carne, anche se stanno in Cristo vedono peccato, pensano di potersi perdere. Ossia, se tu vivi conforme alla circoncisione, ebbene per te c’è condanna. Adesso:

“…ma conforme allo Spirito.”

Per coloro che vivono conforme allo Spirito non c’è condanna. Perchè loro, nella carne, non possono vedere la libertà gloriosa nella quale hanno posizione.

Verso 2:

“Perchè la legge dello Spirito di vita, in Cristo Gesù,” non ti libererà

 mi ha liberato dalla legge del peccato e della morte.”

 

Io non intendo come questo sistema possa insistere nel dire che c’è il peccato e trattare i membri come peccatori: quindi, che cosa ha fatto la legge dello Spirito di vita? Non ha fatto niente?

Quando tu vai alla messa la domenica a celebrare una cerimonia di peccato, loro sanno che la legge dello Spirito di vita ti ha già liberato dalla legge del peccato e della morte? Se lo sapessero non celebrerebbero la messa! Se il pastore evangelico, pentecostale o carismatico conoscesse questo verso, fosse anche solo questo, che già la legge del peccato, il credente è stato liberato da essa, non ti inviterebbe a passare davanti a pentirti perchè, quindi, che cos’avrebbe fatto la legge dello Spirito di vita? Non avrebbe fatto niente!

Questa è una legge poderosa. Questa è una legge, questo non è un movimento dello Spirito. No, questa è la legge dello Spirito di vita. Lì c’era Dio involucrato completamente, ha dato la Sua vita per liberare i Suoi benedetti, i Suoi prescelti da questa legge del peccato e della morte.

Cos’ha fatto Cristo sulla croce?  Che cos’ha fatto Gesù di Nazaret quando è morto? Ha tolto il peccato. Adesso, Paolo più tardi spiega che quello che ha fatto la legge dello Spirito di vita è stato questo, che ti ha liberato dalla legge del peccato e della morte.

(Applausi)

Dì: MI HA LIBERATO. IO NON SONO UN PECCATORE. IO SONO UNO SPIRITO GIUSTO RESO PERFETTO.

ABBA PADRE!

(Applausi)

Guarda quello che dice il verso 3:

“Perchè quello che era impossibile per la legge”

la circoncisione, per Mosè, per i comandamenti, per le opere

“quello che era impossibile per la legge, poichè era debole per la carne,

Dio, inviando Suo Figlio con una carne simile alla carne di peccato…”

 

E quando dice: “Dio, inviando Suo Figlio” ricordatevi che lì sta il mistero nascosto: “nel quale”  nel quale, non nei quali, perchè è uno solo.

“…Dio, inviando Suo Figlio con una carne simile alla carne di peccato e a causa del peccato”  cos’ha fatto? “ha condannato il peccato nella carne.”

 

Nella Sua carne? Nella carne, il peccato è rimasto condannato. È per questo che io sono “il Padre della dottrina senza peccato” perchè io onoro quello che Gesù di  Nazaret ha fatto per la Chiesa.

(Applausi)

Il Papa non conosce questa teologia, i sacerdoti non conoscono questa teologia, che il peccato è stato condannato nella carne.

Dille: CARNE MIA, IL PECCATO È STATO CONDANNATO IN TE. NON MI PUOI FARE DANNO. SONO VACCINATO CON IL MIGLIOR VACCINO, CON IL VACCINO DELLA LEGGE DELLO SPIRITO DI VITA.

Il peccato non può, il peccato è stato ucciso, condannato. Una persona che è stata condannata, se gli danno l’ergastolo, nonostante il fatto che lui rimanga vivo diventa inefficiente perchè è stato condannato. Quando un leader che muove una rivoluzione lo mettono in carcere e gli danno una condanna lunga e, nonostante respiri, nonostante scriva, fino a che questo leader sta dietro le sbarre è condannato, non può fare niente!

Così sta il peccato, che a volte tu senti e vedi la debolezza nel tuo corpo. È per questo che loro, (quelli che appartengono al) sistema che hanno il velo, quando vedono le tentazioni credono alla menzogna e non alla verità biblica. Per questo, quando noi diciamo alla stampa: -“No, il peccato è stato tolto”- loro dicono: -“Come?”- perchè loro usano la logica umana per intendere questa verità.

È come i vaccini ed i germi e le epidemie: le epidemie sono presenti ma siccome il tuo bambino è stato vaccinato, l’epidemia passa sopra al tuo bambino così, perchè ha il vaccino, non può fargli danno. Per questo tu ti impegni tanto per far si che i tuoi bambini facciano tutti i vaccini, perchè? Perchè quando l’angelo della morte passa su di lui, dica: -“Ah, questo è vaccinato, non posso fargli danno!”-. E così succede al peccato, è rimasto condannato perchè tu hai il miglior vaccino. Sei libero dal peccato. La Chiesa, l’ Amata non è peccatrice. La Chiesa è senza ruga, senza macchia, pulita.

(Applausi)

In duemila anni, non si è ancora visto un leader che dica: -“In questa chiesa, qui non c’è peccato. Tutti siamo puliti!”-. Nessuno lo ha detto!

Il peccato è rimasto condannato, Roma non ha capito questo. I leaders che mi ascoltano, il Presidente di questa nazione, Governatori, Membri del Congresso, ogni rappresentanza politica del paese: VOI STATE UDENDO OGGI IL VERO VANGELO!!

(Applausi)

Questo verso non è mai stato spiegato dalla religione, lo leggono ma il velo non gli lascia vedere che loro sono già liberi dal peccato.

Cos´ha fatto? Ti ha liberato. Dì: MI HA LIBERATO. Non è che ti libererà, è che ti ha già liberato, passato! La Chiesa è libera dal peccato, non c’è peccato nella Chiesa. Non c’è un peccatore nella Chiesa. Non si può fare un chiamamento. A che?

Se leaders che ci ascoltano per Telegracia potessero intendere questo verso non si azzarderebbero mai a dire: -“Si trova qui una vita in peccato che voglia passare a confessare?”- perchè il peccato è stato estirpato, è stato tolto duemila anni fa. La Chiesa è stata in apostasia.

Guarda quello che dice nella Seconda carta ai Tessalonicesi capitolo 2, il verso 3. Per quale ragione questo verso non è stato capito per duemila anni.

“Nessuno vi inganni…” in quante maniere? “…in nessuna maniera!

Perchè il Signore non verrà prima che venga l’apostasia,

e si manifesti l’uomo del peccato, il figlio della perdizione.”

 

Ebbene, il Signore è venuto ed ha trovato apostasia, a causa di chi? Dell’uomo del peccato. L’uomo del peccato non è un uomo di peccato: l’uomo del peccato è cominciato con Pietro, è cominciato con Giovanni: uomo del peccato, con Giacomo: uomo del peccato, con Giuda: uomo del peccato. Tutte quelle epistole dopo il Libro agli Ebrei, gli otto libri dopo Ebrei, sono otto libri della circoncisione, contaminati, macchiati con quello spirito della circoncisione. Questi erano gli uomini del peccato.

Il primo Papa: uomo del peccato, e credo che siano stati nominati circa 260 Papi in tutta la storia e tutti sono stati “uomini del peccato”. Neanche uno di questi Papi ha conosciuto la lettera ai Romani 8: 2 e 3, nessuno di questi Papi ha onorato il sangue del patto, tutti continuano con la stessa menzogna fino ad oggi. Fino a che gli tappiamo la bocca con questo tipo di predicazione.

(Applausi)

Guarda quello che ha detto Giovanni. Prima carta di Giovanni capitolo 1, verso 8: guarda chi era quel leader che si appoggiava al petto del Maestro e che lo chiamavano “l’apostolo dell’amore”. Lo chiamano l’apostolo dell’amore e non sapeva quello che ha fatto per i peccati della chiesa colui a cui stava di fianco!

“Se diciamo che non abbiamo peccato…”

 

Com’è? E cosa dici tu, che hai peccato? Non c’è peccato? Cos’è successo al peccato? Lo hanno condannato? E come si azzarda lui, come si azzarda lui quasi ottanta anni dopo la morte di Cristo, chissà se 20 anni dopo che uccisero Paolo, a scrivere questo?

È stato per questo che Paolo ha detto: -“Fate attenzione. Non vi turbate in nessun modo, nè per pensieri, nè per spirito, nè per carta come se fosse nostra”- perchè già Paolo sapeva che Giovanni, vari anni dopo, avrebbe scritto questa carta. E si azzarda a dire questo, il falso apostolo della circoncisione, l’uomo del peccato, l’uomo cattivo, Giovanni che lo tengono in tutti i templi cattolici, che dovunque lì hanno un idolo suo, ed oggi Gesucristo Uomo lo smaschera e dice che è un bugiardo.

Guarda come trattava l’Amata. Dice:

“Se diciamo che non abbiamo peccato,

inganniamo noi stessi e la verità non sta in noi.”

 

Tu sai cosa significa questo?

E guarda come dice nel capitolo 2, verso 1 della Prima di Giovanni:

“Figlioletti miei, queste cose vi scrivo perchè non pecchiate;

e se qualcuno avesse peccato, abbiamo avvocato davanti al Padre,

Gesucristo il giusto.”

 

Cioè che dopo che lui ha tolto il peccato adesso passa come avvocato. E quindi, se l’avvocato non funziona: -“Vai a parlare con la mamma, vediamo se non ti fa pagare per il servizio di avvocato, vai a parlare con Maria”-.

Quest’uomo era un bugiardo, uomo del peccato, blasfemo. Qui, da Bogotà, Colombia, a tutte le nazioni: stiamo identificando uno dei figli della perdizione, uomini cattivi. Gli uomini che hanno danneggiato la Chiesa.

Giovanni, l’apostolo che ha scritto l’Apocalisse. Se vede la Chiesa in peccato, se ancora parla così, come fai tu a credere nel libro che lui ha scritto? È per questo che Dio gli ha inviato uno “spirito di confusione” (2 Tes. 2:11), per trattare così la Chiesa, là nell’isola di Patmos, si è messo a digiunare e a cercare più rivelazione, lì è arrivato un angelo inviato da parte di Dio e gli ha detto: -“Confondilo!”-. E, quando ha visto la seconda venuta, dice: -“Ho visto una bestia e lottava contro la Chiesa e la vinceva…”-, sicuro che li vinceva: guarda come io ho vinto te!

(Applausi)

Un uomo molto cattivo.

Dì: UOMO CATTIVO! CATTIVO E PERVERSO.

Tu sai che questo, tu prima lo leggevi e non pensavi perchè avevi un velo, al contrario, tu dicevi: -“Ti rendi conto? Se qualcuno ha peccato deve andare dall’avvocato!”-. e quindi, ebbene, mischiavamo perchè ci è stato insegnato che tutti i libri del nuovo testamento andavano insieme e, allo stare tutti insieme, ebbene, tutti erano uguali.

E ci è stato insegnato che Paolo e gli apostoli erano amichetti. Amichetti? La lotta che sosteneva Paolo con questi falsi apostoli…, operai fraudolenti che si mascherano come operai di Cristo (2 Cor. 11:13) ma che sono lupi rapaci, ministri di satana.

Se tu ti chiami apostolo e ti azzardi a dire: -“Se qualcuno ha peccato…”- in questo patto, quindi, stai considerando immondo il sangue del patto, stai considerando il sangue di Gesucristo come un sangue qualunque.

Osserva quello che gli ha dovuto dire Paolo a Pietro, nella lettera ai Galati capitolo 2, verso 14 in avanti. Guarda quello che ha dovuto dire:

“Ma quando ho visto che non andavano rettamente conforme alla verità del vangelo, ho detto a Pietro davanti a tutti: se tu che sei giudeo vivi come i gentili e non come giudeo, perchè obblighi i gentili a giudaizzare?

 

Noi, giudei di nascita e non peccatori provenienti dai gentili, sapendo che l’uomo non è giustificato dalle opere della legge ma dalla fede di Gesucristo, anche noi abbiamo creduto in Gesucristo, per essere giustificati per la fede di Cristo e non per le opere della legge, per quanto per le opere della legge nessuno sarà giustificato.

 

E se cercando di essere giustificato in Cristo anche noi siamo trovati peccatori, è per questo Cristo ministro di peccato? In nessuna maniera.”

 

Ha dovuto riprendere Pietro, perchè quando Pietro giudaizzava collocava la chiesa sotto peccato ed ha dovuto riprenderlo: -“Pietro, tu sei da condannare! Sei da condannare, stai mentendo, non stai in linea con la parola del patto”-.Pietro presentava la Chiesa in peccato: il primo Papa!

Oggi stavo leggendo io alcune informazioni di un Papa, che dopo avere smesso di essere Papa hanno scoperto che aveva violentato 200 donne, dico donne! …non contando i bambini, ma 200 donne! Lui ha pensato che se violentava donne, ebbene era più passabile.

Ed ho letto anche la storia di uno di questi duecento e tanti Papi che, quando ha cessato il suo lavoro papale, stava camminando per Roma ed è arrivato un uomo e gli ha dato 7 pugnalate nella schiena, lo ha ucciso, e quando lo hanno preso, gli hanno domandato: -“E perchè lo hai fatto?”- ed ha risposto: -“Perchè quest’ uomo ha violentato la donna che oggi è mia sposa quando lei aveva 15 anni, e questa donna non ha mai potuto recuperarsi”-  e credo che il Papa che era stato eletto gli ha dato il perdono e non gli hanno fatto niente, perchè le prove erano evidenti.

C’è stato un altro Papa che è durato 33  giorni. Sai perchè? Perchè in quanto ha cominciato il suo papato ha mandato un’ investigazione sulla corruzione in Roma, nel Vaticano, e lo hanno avvelenato tra loro stessi. Hanno detto: -“Questo uomo ci va a smascherare tutto questo qui. Va ad esserci uno scoperchiamento di pentola che quando vedranno quello che c’è…”- e quindi, lo hanno avvelenato: è durato 33 giorni.

Questo sistema l’ha fatta franca per il fatto che, uccidendo Paolo a Roma, Paolo non è potuto arrivare in Spagna e quindi sono arrivati i discepoli del papato di Pietro e da lì, dalla Spagna, per mezzo della regina Isabella e Cristoforo  Colombo, ebbene, hanno inviato quegli abusatori in tutti i nostri paesi e ci hanno avvelenato facendoci pensare che eravamo peccatori. Non hanno spiegato la lettera ai Romani 8:2, loro non hanno detto:

-“Figli miei, il peccato è stato condannato nella carne, non ti devi confessare”-.

No: -“Tu sei un peccatore, recita varie Ave Maria e vari Padre Nostro”-.

Con questi inganni si sono mantenuti per tanti anni. Non può essere! Bisogna chiudergli tutte queste chiese, devono andarsene!!

(Ovazione)

Devono andarsene dai nostri paesi. Io ricevo la mia trasformazione per vedere se non li metto tutti in carcere!!

(Ovazione)

Ascolta, come ha fatto Hitler ai giudei, io lo farò a loro!! Dovranno scappare perchè li metto tutti in carcere, per essere bugiardi! Hanno mentito!! Distruttori di famiglie intere, confondono le case, i popoli, le città.

Il nuovo Papa, questo è il peggiore di tutti! Non ha neanche una scintilla di rivelazione sulle sue labbra, non conosce la Bibbia, non conosce il patto della incirconcisione, non conosce il Vangelo. Come possono chiamare Papa un bugiardo simile?

Che si preparino, che vadano buttando quei sottanoni perchè andiamo a montare una guerra di conoscenza e dopo verranno, guarda, a mucchi!! Preparati!!

Dì: IO DEVO PREPARARMI!!

Donne, uomini, giovani, anziani perchè verranno nei tuoi quartieri, nelle tue città. Verranno a mucchi: -“Spiegatemi, per favore, spiegatemi!!”- a mucchi, migliaia verranno. Presto si avvicina questa ora!

(Ovazione)

È per questo che è arrivato il numero del 666, per far sì che tu riceva persecuzione perchè, dopo la persecuzione, verrà una fame di giustizia e una fame di verità. Verrà!! E Dio invierà una prosperità speciale per coloro che sono marcati.

(Ovazione)

Sai perchè? Si vedrà una copertura angelicale, per far si che coloro che ti vedano con questo numero dicano:  -“Ascolta, ma questo non è uno qualunque”-.

(Ovazione)

Andiamo a vedere la Seconda carta ai Corinzi, capitolo 5, verso 14.

“Perchè l’amore di Cristo ci constringe a pensare questo…”

 

Dì: PENSARE!

Dì: IO PENSO, PERCHÈ CON LA MENTE IO SERVO DIO, QUINDI, LA COSA MIGLIORE CHE POSSO FARE È PENSARE!

Noi pensiamo sempre, vero? Ascolta… quanto pensiamo noi! Io credo che nella tua casa, la gente chiama:  -“Ascolta…guarda…”-

-“Ascolta, è che stavo pensando!!”-.

Ti hanno attivato la mente, prima non pensavi, prima parlavi sempre, adesso stai pensando.

 

“…a pensare questo: che se uno è morto per tutti…”

                                                                              

Chi è morto per tutti? Gesù di Nazaret. Il mio Spirito che stava in quel velo: quel velo è morto per tutti, quindi tu devi pensare:

-“Ok, se uno è morto per tutti poi tutti, che? Poi tutti sono morti!!”-.

Tu sei morto? Questa è la spiegazione, che uno è morto per tutti e tu pensi e dici:

-“Ascolta, uno è morto per tutti, ebbene, poi tutti siamo morti”-.

Adesso: cosa succede alle persone che sono morte davanti alla presenza di Dio, morte nella posizione?

Guarda Romani 7:8  per vedere se lo capisci, perchè lo vai a pensare:

“Ma il peccato, prendendo occasione dal comandamento, ha prodotto in me

ogni cupidigia,  

perchè senza la legge il peccato è” come? “morto.

 

Ebbene, se tu sei un morto, il peccato è morto, come fa ad afferrarti se sei morto?

E guarda quello che dice lì stesso in Romani 6:7.

 

“Perchè colui che è morto” cosa dice? “è stato giustificato dal peccato.”

 

Com’è? Se uno è morto per tutti, poi tutti cosa? Morirono. E se tu sei morto, cos’è successo?

Quindi, ti si può chiamare peccatore? No. Ascolta, più chiaro non canta un gallo.

Se tu ti lasci chiamare peccatore, tu che mi stai vedendo in internet, ascolta, la verità è che tu fai pena, tu sei un cattivo negoziante. Io non so dove tu hai gli occhi posti.

Dico, se tu leggi la Bibbia e dici che “…uno è morto per tutti, poi tutti sono morti e colui che è morto è stato giustificato dal peccato…” quindi tu non credi di essere morto. E se tu credi di essere morto tu sai, e lo sai bene, che tu sei stato giustificato dal peccato, il peccato è stato condannato nella carne e tu sei libero. Non ti lasciare ingannare, per favore. Non ti lasciare ingannare.

(Ovazione)

Roma ha  mentito al mondo. Ascolta, per favore, un pochino di logica, onora questo  Cristo nel quale tu dici di credere!

IO CREDO IN LUI. IO LO PREDICO!

IO SONO GESUCRISTO UOMO!

IO DIFENDO QUELLO CHE LUI HA FATTO LÀ!!

DIFENDILO TU, ONORA QUESTA VERITÀ!!

Ascolta, in Miami c’è un detto che dice: -“Ascolta, bambino, non essere “caripela’o”-. Tu sai cosa cerca di dire? Non essere tanto sfacciato, bambino! Quindi questi pastori e preti e reverendi che ti dicono che il peccato… : -“Il peccato è ancora vigente!”-  loro non sanno un aglio del Vangelo. Non sanno quello che hanno tra le mani.

Mi ricordo sempre di quella visione che ho avuto, che mi hanno portato ad una riunione con il papa e quindi, in quella rivelazione, io ho accettato di parlare con lui e, quando io mi sono seduto a parlare,  gli ho detto: -“Sappia che tutto ciò di cui io le parlerò, glielo proverò qui”- e mi ha preso la Bibbia e mi ha detto: -“Dammi: questo non serve”- ed ha tirato la Bibbia al suolo: -“ Parleremo tu ed io”-.

Così stanno tutti: la Bibbia la tengono a prendere polvere, la tengono sul pavimento, non sanno, non intendono. Bisogna fare qualcosa, popolo! Bisogna fare qualcosa! Bisogna svelare ai presidenti ed ai leaders che quelli sono falsi, sono nemici dei vostri figli, sono nemici dell’economia del paese, sono nemici politici, sono nemici di tutto.

Continuiamo per la verità. Non avere paura, per favore!! Guarda, dei paurosi non si è scritto niente. Sì, dobbiamo continuare a liberare!

Non litigate per stupidaggini, noi abbiamo mete più grandi da raggiungere, dobbiamo stare uniti, nell’Unità dello Spirito, qualcosa che nessuno ha avuto in 2.000 anni. Questo è un ministero di classe, di rispetto, dove rispettiamo le pecore, nel quale, quando le pecore danno, non danno per tristezza nè per necessità. perchè Dio ama il donatore allegro, e se tu dai per tristezza, Dio non ama. Quel denaro lo stai buttando. Dio ama il donatore allegro.

E come nasce l’allegria? Quando tu vedi che lo fai perchè sai quello che stai facendo. Qui non si chiede, qui si da: “Vi è più gioia nel dare che nel ricevere” perchè se tu dai, avrai sempre.

Vi amo molto. Vi amo. Vi voglio tanto bene. Grazie. Vi amo.



Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.