Post contrassegnati da tag 'potenza'

TERREMOTI IN ITALIA

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/02/26/Terremoti-scossa-Brescia-Bergamo_8312520.html

Terremoti, scossa tra Brescia e Bergamo

Molte le chiamate ai vigili del fuoco

ma nessun danno

26 febbraio, 09:34

++ PADRE E FIGLIA MORTI IN INCENDIO NEL MILANESE ++

Guarda la foto 1 di 1

(ANSA) – BRESCIA, 26 FEB – Una scossa di magnitudo 3.1 ha seminato paura ieri sera, qualche minuto dopo le 23, tra le province di Bergamo e Brescia, dove comunque non risulta alcun danno. I comuni che l’hanno avvertita maggiormente sono quelli piu’ vicini all’epicentro di Montisola: Brione, Corte Franca, Iseo, Marone, Ome, Zone e le aree vicine. I Comuni bergamaschi dove la scossa è stata maggiormente sentita sono Fonteno, Parzanica, Predore, Riva di Solto, Tavernola e Vigolo.

.

http://www.umbria24.it/terremoti-lieve-scossa-in-valtiberina-epicentro-a-9-km/151983.html

25 febbraio 2013 Ultimo aggiornamento alle 00:15

Terremoti, lieve scossa in Valtiberina:

epicentro a 9 km di profondità

La scossa avvertita nell’Alta Val Tiberina e in Toscana

 terremoti 2

Un terremoto di magnitudo 2 si è verificato lunedì pomeriggio alle ore 17.11 nell’Alta Tiberina.  Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Alta Val Tiberina.

Epicentro L’epicentro del terremoto è stato localizzato a nove chilometri di profondità. La scossa non ha provocato alcun danno ma è stata avvertita a Città di Castello, San Giustino, Monte Santa Maria Tiberina e Citerna. Avvertito anche nelle città di confine in Toscana. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 

.

http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/13/02/25/terremoto_provincia_torino.html

Articoli correlati

Scosse di terremoto a Torino e Potenza

Emilia: nuova scossa di magnitudo 3.6 tra il Moden…

Terremoti, Scossa magnitudo 2.4 ai Castelli Romani

Sisma in Garfagnana, altre due scosse nella notte

Scossa di terremoto di magnitudo 3.2, torna paura …

Terremoti, una scossa di magnitudo 3.3

in provincia di Torino

e una di magnitudo 2

in provincia di Potenza

terremoti 3

.

Trema la terra in Italia da nord a sud. Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 2:01 sulle Alpi del Piemonte, in provincia di Torino. Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 15,9 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Cantoira, Ceres, Chialamberto, Coassolo, Germagnano, Lanzo, Locana, Mezzenile, Monastero di Lanzo, Pessinetto e Traves. Non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose.

Lieve scossa sull’Appennino lucano - Una lieve scossa di terremoto di magnitudo 2 è stata registrata alle 3:16 sull’Appennino lucano, in provincia di Potenza. Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 26,2 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Picerno, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania e Tito. Non si registrano danni a persone o cose.

25 febbraio 2013

LA MISSIONE DELLA CHIESA

.

 .

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

 

8 di luglio del 2012

 .

 .

Bene, quindi, andiamo al tema di questa notte.

Prima carta ai Corinzi, capitolo 2, versi dal 6 in avanti.  Dice:

“Tuttavia,

parliamo di sapienza tra coloro

che hanno raggiunto la maturità…”

 

Dì:  TRA COLORO CHE HANNO RAGGIUNTO LA MATURITÀ

E chi aveva raggiunto la maturità in quel tempo? Nessuno. Quindi di che tempo sta parlando lui? Di adesso!

Perchè tu lo sai? Ma cosa ti fa pensare che stava parlando di noi? Perchè Paolo è stato abbandonato da tutti.

Ascolta, ti sto passando un buon esamino dato che Paolo era stato abbandonato da tutti perchè, per quel tempo, la legge permeava tutto l’ambiente. Ancora oggi è così ma in quel tempo era peggio, perchè il Dio di quel secolo, Mosè, aveva accecato il loro intendimento.

E quindi, il pensiero di Mosè e della legge, bene… come impressionano ancora la gente, quelle pellicole: …“I 10 Comandamenti”. E ci sono chiese che si mettono quelle tavole davanti, osserva che stanno ben inchiodati a quelle tavole, e si comportano secondo la legge.

Quindi, vuole dire che Paolo non ha potuto incontrare nessuno che abbia raggiunto la maturità, lì ha detto: “Tuttavia, parliamo di sapienza tra coloro che hanno raggiunto la maturità.” … tra coloro che hanno raggiunto la maturità si parla in sapienza ma vai a parlare di sapienza con la stampa! Non puoi. Vai a parlare di sapienza con i pastori di Miami, con quelli che si fanno chiamare cristiani, vai a parlare di sapienza…

E perchè non ci capiscono? Perchè non sono maturi. Cosa sono? Bambini. Bambini in cosa? Bambini in Cristo. All’essere bambini, non si può parlare di sapienza tra loro:

“…e sapienza”  cosa dice?  “non di questo secolo,

nè dei principi di questo secolo…”

sapienza, non di cosa? E di quale sapienza stava parlando lì? Di quella di Platone?  No.  Se tu vedi il capitolo 1, verso 21, vedrai di quale sapienza parlava.

Guarda il capitolo 1 e il verso 21, perchè tu veda di quale sapienza stava parlando:

“Poichè infatti nella sapienza di Dio,

il mondo non ha conosciuto Dio mediante la sapienza,

è piaciuto a Dio salvare i credenti

con la pazzia della predicazione”.

 

Ma qual’è questa pazzia? La pazzia della sapienza predestinata: non è una qualsiasi pazzia. La gente crede che noi parliamo qui di pazzia. Sì, è pazzia, ma è pazzia per loro, per Dio è la sapienza occulta predestinata.

Adesso: il mondo non ha conosciuto Dio con la sapienza di Mosè, non hanno potuto conoscerlo. Di fatto nessuno ha conosciuto Dio, l’unico che lo ha conosciuto è stato Paolo e poi Paolo ha cercato di farlo conoscere:

-“Qualcuno, per favore… chi vuole conoscere Dio?”- ed è andato da Pietro: -“Pietro, che tremendo, vero?”- e Pietro gli ha detto: -“Di che cosa stai parlando?”-

E Pietro, immediatamente: -“Attenzione Giovanni, che quest’uomo è contro Gesù di Nazaret”-. Parlandogli di sapienza ha visto l’Anticristo.

È per questo che Giovanni dice: -“In questo numero c’è sapienza”- ma è questa, la sapienza predestinata. È per questo che dice “È il numero di un uomo e in questo numero c’è sapienza”. Quale sapienza? Quella di Mosè? No. L’unica che può convertire questi tre numeri (666) in prosperità. La sapienza di Dio.

(Applausi).

Questo non si impara nell’Istituto Biblico o nella teologia dei principi di questo mondo che periscono, periscono nelle loro menti, li tengono dicendo ancora:

-Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia, alleeeeeluiaaaaaaaa…

No, adesso è: -Abba Padre, Abba Padre, Abba Padre, Abba Padre, Abbaaa Paadreee…”-

(Applausi)

Dipende da che sapienza tu hai qui, guarda, nella mente. Tutto sta, dì:

NELLA MATURITÀ. IO SONO MATURO, PER QUESTO NON DICO “DIO TI BENEDICA”. PER QUESTO NON DICO “ALLELUIA”, PERCHÈ SONO MATURO.

Adesso, se sei immaturo (dici): -“Alleluuuuiaaaaaa”- perchè sei immaturo. Quando tu vedi qualcuno che dice così, sappi che il poverino è bambino.

-“Sì, ma lui è il pastore della chiesa”-.

Lì ci sono bambini adulti. In quel sistema, gli adulti sono bambini.

Guarda quello che dice l’ Apostolo nella lettera agli Ebrei 5, versi dall’ 11 al 14:

 

“Su questo abbiamo molte cose da dire, e difficili” cosa? “da spiegare…”

 

Che difficile è spiegare questo. Diventa difficile, vero? Perchè?

Guarda che noi, quante volte tu dici loro: -“No, guarda …che questo, che quello, che prima della croce, che Gesù di Nazaret non era cristiano, quindi, se guardi a lui e gli obbedisci termini in giudaismo…”-.

-“Come? No, no, no, Gesù di Nazaret è il Salvatore”-.

-“Sì, però, mi presti attenzione, signore…” difficile da spiegare “quello che sto cercando di dire è che io non sto contro Gesù di Nazaret. Quello che sto dicendo è di non guardare a Gesù di Nazaret perchè se lei lo imita, innanzi tutto lui non è stato cristiano: lui ha vissuto secondo la sapienza che perisce, la legge, lui non ha potuto parlare sapienza predestinata, lui parlava solo in parabole, la predestinata era occulta”-.

Io ti dico per chi. Te lo leggo presto. È per questo che lui ha detto agli apostoli: -“Per cammino di gentili non portate questa cosa. Per cammino di gentili non parlate di questo, perchè io ho qualcosa di meglio per loro!”-.

Guarda, continua dicendo:

“…difficili da spiegare, perchè vi siete fatti tardi per…”

cosa?

“per udire.”               

                                            

Tu sai come si chiama questo? Intendimento bloccato, dice che “fino al giorno d’oggi, quando leggono, gli rimane lo stesso velo”, perchè hanno il loro intendimento come? Bloccato. Ebbene, un intendimento bloccato sono questi “reverendi”, tutti questi banditi che stanno parlando male di noi.

Guarda quello che dice:

“…tardi per udire.”

 

È lì dove sta il problema. Tu sei rapido ad udire, perchè ti hanno tolto il velo.

Poi dice, verso 12:

 

“Perchè, dovendo essere già maestri, dopo tanto tempo,

avete necessità che vi si torni ad insegnare

quali sono i primi rudimenti delle parole di Dio…”

 

Vero? La legge. Hanno la necessità che gli si dica: -“Non uccidere, non rubare…”-

Ascolta, è già sufficiente. Se si sa, ascolta, che uccidere è male, rubare è male…

Dice:

“…e siete arrivati ad essere tali che avete necessità di latte”

vecchio patto, legge

“e non di alimento solido”

grazia, questa è la Grazia.

 

“E chiunque si nutre del latte…”

la legge del vecchio patto, della dottrina di Gesù di Nazaret,

“è”

come?

“inesperto nella parola della giustizia, perchè è”  

cosa?

“è bambino.”

-“Io sto nel vangelo da 30 anni, pastore”-.

Trenta anni in cosa? Così mi hanno detto alcuni di voi:

-“Ragazzi, sto nel vangelo da 30 anni e ho capito questo solo adesso!”-.

 

No. Tu non stavi nel vangelo, tu stavi nella legge, non nel vangelo. Nessuno di voi stava nel vangelo, voi stavate nelle chiese protestanti che non predicano il vangelo. Voi eravate dei religiosi ma non eravate cristiani, voi eravate “cristini” ma non cristiani! Sei diventato cristiano quando sei arrivato qui. Adesso tu sei un vero cristiano!

(Applausi)

Cristiano è uno che crede di essere morto al peccato (Romani 6: 11),

che è libero dalla legge (Romani 7: 2 e 3),

che è libero dal diavolo (Ebrei 2: 14),

che non si può perdere (Ebrei 10: 14),

che è completo (Colossesi 2: 10), che non gli manca niente,

che è uno spirito perfetto in Cristo Gesù (Ebrei 12: 32),

che è benedetto (Efesini 1: 3).

Questo è un cristiano!

(Applausi)

Ma se tu non credi questo, non bestemmiare il nome di Gesucristo. Questi bugiardi che si definiscono cristiani: -“Siamo cristiani dell’ultima chiesa!!”-.

In Porto Rico, gli unici cristiani che io conosco sono nel Ministero Crescendo in Grazia. Lì non c’è altro cristianesimo e loro si credono di essere cristiani …che dolore! Wow!

 

Dice Ebrei 5: 14

“…ma l’alimento solido…

guardalo … hello!

“ma l’ alimento solido è per…”

solamente

“…per coloro che hanno raggiunto maturità,

per coloro che,  per l’ uso,  hanno i sensi esercitati…”

guarda: vanno ad una palestra, vanno ad una palestra che si chiama Crescendo in Grazia.

Cosa succede ad una persona che fa esercizi, in quanto al fisico? Comincia a mettersi in  forma. Ebbene, quindi, questa palestra è per coloro che …

“…hanno i sensi esercitati nella conoscenza del bene e del male.”

Qual’è il bene?  La Grazia. Qual’è il male? La legge. Tu hai discernimento tra questi due, tu vedi qualcuno predicare e dici: -“Questo non funziona!”-

e ce n’è un altro là che dice: -“Ah, che tremendo!”-

e tu qui: -“È fuori, non sta in linea. Non è in linea con il patto!”-

-“Ascolta, però come predica bene!”-

-“No, come grida bene. Lui non predica bene!”-.

“I sensi esercitati.”

Tu sai quanto tempo serve per esercitare i sensi?

A volte sono 8 mesi che tu sei lì e sei ancora… uuuhh,  perchè non sei esercitato. Ci sono alcuni che naufragano, salgono su questa barca e, al momento, la marea sale e stringe e dicono: -“Non vengo più”-.

Ma ce ne sono altri, ragazzi! …che la barca può voltarsi e dicono: -“Tranquillo, io so dove sono ancorato!”-. Questo è maturo. Abba Padre!

Ascolta, che bella che è questa parola, vero? Come identifica e come uno può discernire.

Colossesi capitolo 1, versi dal 9 al 13:

“Perciò anche noi, dal giorno che lo abbiamo udito,

non cessiamo di pregare per voi e di chiedere che siate pieni”

dello Spirito Santo

“pieni della conoscenza.”

Ebbene, la conoscenza è lo Spirito Santo. Che cos’è lo Spirito Santo? Il vangelo.

-“Signore riempimi! Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia …”-

 

C’è gente in giro che prega per essere pieno. No, significa: pieno della conoscenza, tu devi essere pieno della conoscenza.

Guarda quello che dice:

“…perchè siate pieni della conoscenza della Sua volontà”

guarda

“in ogni sapienza…”

 

Cos’ha detto Paolo lì? La sapienza cosa? Predestinata ed occulta!

“…in ogni sapienza e intelligenza spirituale…”

 

Ascolta: tu puoi essere intelligente spiritualmente?  Chiaro, se raggiungi la maturità, tu sei intelligente nello spirito, nonostante tu sia una persona chiusa nella carne.

A me hanno domandato: -“Dimmi una cosa, e questi Vescovi che hai tu,  che tu nomini personalmente? Voi avete un’educazione formale per questo?”-.  È per questo che esistiamo, perchè non abbiamo questa informazione sbagliata.

Loro pensano che bisogna andare ad un collegio, ad un seminario per prepararsi ad essere Vescovo o Pastore di questo ministero.

Tu non vedi che quella è l’infanzia, lì è dove si preparano i bambini. Questi sono gli asili infantili del sistema evangelico. È da lì dove ti rendono più bruto di quando sei entrato, immaginati…

…bene, continuiamo perchè se no…

A cosa serve questa sapienza spirituale?

 

…per far sì che viviate come è degno del Signore,

essendogli gradito in tutto, portando frutto in ogni buona opera,

e crescendo nella conoscenza di Dio;

 

rinforzati con ogni potere, secondo la potenza”

dei miei digiuni, delle mie opere

“della Sua gloria, per ogni”

cosa?

“pazienza…”

 

per ogni cosa? Pazienza!

Guarda, tu puoi essere, …due ore fa, essere passato per una prova ben grande, ma una prova ben grande e, al momento, dici:

-“Aspetta, oggi c’è il ricalco”-

-“Ma tu non sei tribolato e arrabbiato?”-

-“Bene no: è una lieve, perchè io ho potere”-.

-“Che tu hai potere???”-

-“Io ho intelligenza spirituale. Io ho sapienza predestinata messa qui”-.

-“Ma se ti è appena morta tua mamma… e tu non stai diventando matto?”-

-“No, no, perchè questa è un altra sezione: lei è andata nella nube di testimoni. Lei continuerà a udire la parola da là”-.

-“Ma non senti dolore?”-

-“Bene, io ho già pianto quello che dovevo piangere, ma è un bene che se ne sia andata perchè stava soffrendo”-.

-“Ma tu non la amavi?”-

-“Che se io la amavo?…”-

-“Però, se tu hai appena perso la macchina in un incidente e vieni oggi al lavoro?”-

-“Bene, poichè non mi è successo niente, sono venuto”-.

-“Ma non ti disturba?”-

-“È che io ho…”-

Guarda il verso 11, quello che dice lì. A cosa serve questo potere? Per cosa?

“…per ogni pazienza…”

 

Quanta pazienza?

Tu sai che cos’è questa pazienza?  Che ti possono chiamare: “cane morto”

-“Guarda, tu sei un ipocrita …”-

-“Tranquillo Bobby. Io posso essere più che ipocrita!”-.

-“Che tu puoi dire questo???”-

-“Sono in carne…”-

Tu puoi essere tutto quello che vogliono ma, per la grazia di Dio, non lo sei. Per la Sua grazia!

“…per ogni pazienza e longanimità…”

 

Tu sai cosa significa longanimità? “Longsuffering”. Io non lo sapevo cos’era questo, l’ho letto in inglese e diceva “longsuffering” ossia: sofferenza lunga, prolungata.

Come dire che dove gli altri dicono: -“Non ne posso più”-,  tu dici: -“No, no, questo è passeggero e momentaneo.  Abbaaaa!”-

(Applausi)

Guarda, ascolta questo:

“…con gioia…”

Dico, questa non è allegria. L’ allegria se ne va, questa rimane:

“…con gioia dando grazie al Padre che ci ha fatti…”

come?

“idonei…”

 

Tu sai di essere idoneo?

-“Ahi, Apostolo, io non me lo merito…”-.

-“Che tu non cosa?”-

-“No, è che io sono stato molto cattivo”-

-“Ma non dipende dal fatto che tu sia stato buono o cattivo. Lui ti ha fatto idoneo”-.

-“Che Lui mi ha fatto idoneo? Ma se io ero un ladro, io ero un bugiardo, io sono stato questo… io sono stato quello…”-

-“Io ho avuto 6 mariti e quello che ho adesso non è mio marito”-.

-“Sì, ma ti hanno fatto idonea!”-.

-“Come che mi hanno fatto idonea?”-

 -“Idonea significa che qualifichi!”-.

Per cosa? Per cosa qualifichi?

“…per partecipare all’eredità dei santi nella luce.”

Abba Padreeeeeeeeee!

(Ovazione)

E guarda, guarda quello che dice il verso 13. Che gran verso!!

“…il quale…”

ci libererà…

“il quale ci ha liberato dalla potestà delle…”

cosa?

“delle tenebre…”

 

E c’è stato un trasferimento, ossia, non solo ti hanno detto: -“Guarda, tu sei libero dal diavolo”-, ti hanno detto anche: -“No, no, però dimenticati del diavolo, che adesso ti hanno anche trasferito!”-.

Dove?

“…al regno del Suo amato Figlio.”

 

E questo è successo in quel tempo? In quel tempo nessuno era maturo: là non si è potuto, Paolo è stato abbandonato da tutti, per colpa degli 11 apostoli, lo hanno abbandonato.

Quindi,  lui ha detto:  -“Guardate, io ho cercato con questa gente… ma è che sono tanto testardi. Non posso. Così che, guardate, dopo la mia partenza termina la grazia, vi ridurranno in schiavitù”-.

Ti sto parlando di Atti degli apostoli 20:28.

Questa è una profezia, Paolo disse:

-“Se mi uccidono a Roma, se riescono ad uccidermi, a meno…” ha detto Paolo “che mio  Papà mi liberi. Ma io sono già “ready” (pronto): se me ne devo andare, me ne vado! Lui mi ha liberato prima dalla bocca del leone, mi avrebbero ucciso là, mi hanno tirato i sassi e mi hanno lasciato mezzo morto, mi hanno portato al terzo cielo in un viaggetto spaziale, poichè mi hanno lasciato quasi morto a sassate nella città. Ma io non so se a Roma…”

 perchè siccome Roma è una città “tanto tremenda” e “tanto buona”…là io non so se un individuo di questo calibro possa sopravviverePietro no, Pietro sopravvive e anche gli apostoli e tutta quella gente!

 

“…ma io, con quello che io predico,  lì mi possono ammazzare!!”-.

E, chiaramente, sono arrivati gli apostoli, hanno congiurato la sua partenza, un gruppo si è messo in digiuno e orazioni fino a dare morte a Paolo (Atti 23: 12- 16).

Lì non hanno potuto ma a Roma lo hanno liquidato, lo hanno ucciso, e quindi lui ha detto:

-“Dopo la mia partenza verranno lupi rapaci che non vi perdoneranno, porteranno di nuovo il peccato, porteranno indulgenza, porteranno questo, quello, simboli, cerimonie, porteranno la legge, il diavolo torna come leone ruggente. Così che, dopo la mia partenza, questo termina”-.

Quindi, quando lui parla così, di che cosa sta parlando? Non vedi che per Papà, mille anni sono come un giorno? Sono passati due giorni e questo è il terzo giorno, ebbene, il terzo millennio: già ne sono passati due, due giorni e questo è il terzo giorno.

Lo ha detto il profeta:  “Nel terzo giorno ci ha risuscitati insieme a lui e ci ha seduti nei luoghi celestiali con Cristooooooo”.

Abba Padre!

(Ovazione)

Ha ha ha ha…  Ahi Padre, che gloria! E stiamo nel regno del suo amato Figlio. Questo è il regno.

(Continuanogli applausi)

Io non so in quale altro regno ci sia tanta gioia come qui!  Abba Padre!

Ascolta, e voi tutti lì, con tutte le ginocchia piegate… come sono le tue ginocchia in questo stesso momento? “Piegate” non significa che devi stare in terra. Questo sarebbe inginocchiarsi come i nostri genitori, che ti mettevano un drappo per farti inginocchiare. Ogni ginocchio si piegherà:  ci sarebbero state sedie per piegarle.

Quanti hanno le ginocchia piegate? Vedi? Stai pregando! Questa è la vera orazione, non quello che fa la religione!! Questo è pregare, pregare nello Spirito. Pregare non significa trovare un tempo per Dio:

-“Lunedì pregherò 15 minuti: alleluia, alleluia, alleluia, alleluia.  Signore, aiutami!”-

-“Aiutami? Tu sei stato aiutato!”-

-“Puliscimi, puliscimi, puliscimi…”-

-“Sei perfetto con una sola offerta (Ebrei 10: 14)”-.

-“Liberami dal diavolo, Signore, che non mi faccia danno”-.

-“Ti ha liberato dalla potestà del diavolo”-.

A chi che non piace questo significa che è difettoso dalla fabbrica.

Ma ho trovato questa droga, la sapienza occulta predestinata, che questa sì che ti conquista e ti riempie!!  Ti riempie. Abba Padreeeeee! Questo riempie!! Questo sì che ti soddisfa.

(Ovazione)

Dobbiamo promuovere questa droga fino a che tutto il mondo diventerà dipendente dalla grazia, con la pazzia della predicazione del vangelo, consumerò me stesso, mi consumerò!!

(Applausi)

Tu sai cosa significa vedere qualcuno gioioso?

Vedere qualcuno al quale dicano:

-“Fratello, come sta?”-

-“Ahi, qui, succhiando un cavo” (modo di dire: va tutto male -ndt). “Tu lo sai che è che la mia mamma… il mio papà… io non ho potuto studiare ed è difficile la vita adesso.… la benzina è aumentata, lo sai? Ed ho un dolore qui, ragazzo! E mi fa male la schiena. Oltretutto tu sai che i miei genitori… e questo…mia sorella… mio fratello mi ha fatto questo ed io non lo so, a me a volte mi viene voglia di…”-.

Ma, al momento, tu gli inietti la droga della grazia, gli metti questo e poi gli chiedi:

-“Come stai, fratello?”-

-“Regnando!”-

-“Ascolta, ma tu non eri quello che si lamentava la settimana passata?”-

-“Quello è un giornale vecchio, io sto regnando”-

-“Ma, e come va con il denaro?”-

-“Chiamando le cose che non sono come se fossero”-

-“Come?”-

-“Sì, dimenticalo, io sto bene. Sono benedetto con tutte le benedizioni”-.

Questo è credere al vangelo!

Che cos’è un credente? E che cos’è la fede?

La fede è la convinzione delle cose che si aspettano.

Convinzione di quello che si aspetta, perchè? Perchè arriverà! E la convinzione di quello che non si vede: “Chiamando le cose che non sono come se fossero . Questa è la fede, questo è quello che mi mantiene in piedi. Se no, ahi Padre! Io non sarei sopravvissuto. È per questo che questi pastori stanno che non ne possono più:

-“Bisogna celebrarlo…” quando compiono 62 anni “…bisogna ritirare il vecchio perchè non ne può più. Non può più predicare”-.

Ok. Per chi era questa sapienza? Per i giudei?

Andiamo a vederlo biblicamente a chi era destinata questa sapienza predestinata. Colossesi capitolo 1, versi dal 26 al 28.

Osserva: perchè quando Paolo… quando parlava così, non parlava di quei tempi? Perchè in quei tempi i gentili non erano arrivati, di fatto non li lasciavano entrare. Tu lo sai cosa facevano? Cercavano di giudaizzarli! Pietro era un giudaizzante, per questo Paolo lo ha ripreso e gli ha detto: -“Perchè tu che sei giudeo obblighi i gentili…”- a fare cosa? A giudaizzare. Questa era la sentenza che Paolo gli ha dato nella lettera ai Galati capitolo 2, versi dall’ 11 al 14, quindi vuole dire che là nè i giudei nè i gentili potevano.

Ma, guarda quello che dice Paolo, per quale ragione era:

“Il mistero che era stato occulto da secoli e da età,

ma che adesso…”

nonostante duemila anni fa abbia detto“adesso”, questo“adesso” è ora.

Dì: ADESSO!

Questi sono eterni “adesso”:

“…ma che adesso è stato manifestato ai suoi santi,

 

ai quali Dio ha voluto dare a conoscere le ricchezze

della gloria di questo mistero”  

tra?

“tra i gentili...”

-“E non è per i giudei, Apostolo?”-

A chiunque di voi che sia mezzo giudeo o giudeo: se hai potuto intendere questo, tu sei il meglio che c’è tra i giudei perchè questa ricchezza era per i gentili. Tu non vedi che i giudei trattavano i gentili come cani? Sì, il giudeo si sentiva superiore.

È per questo che Papà ha detto: -“Il popolo che non era Amata, io lo chiamerò mia Amata”-, IoIO! Ossia: -“Io non lascerò scritto che vi chiamino. No! Io stesso vi chiamerò “l’ Amata””-.

Tu intendi questo?

(Applausi)

Che tu capisci questo che io ho detto lì?  Questo era codificato ma se tu sei maturo, dici: -“L’ho presa, Apostolo! L’ho presa!!”-.

“…che è Cristo in voi, la speranza della”

cosa?

“della gloria,

che annunciamo ammonendo”

alcuni uomini?

“ogni uomo,

ed istruendo ogni uomo in ogni sapienza, al fine di presentare perfetto…”

qua’è il proposito di una chiesa? Qual’è la missione?

No, ma per chiamarlo perfetto loro prima gli dicono:  -“Guarda,  tu sei un peccatore, il diavolo ti tiene afferrato. Tu stai in peccato!”-.

Tutte le chiese lo fanno, tutte! È per questo che sono false.

-“No, tu stai in peccato!!”

No, lui non sta in peccato, lui sta in tenebre, in ignoranza.

Quindi,  qual’è la nostra missione?  Prendere chiunque, non importa come sia, nè come sta e dirgli:

-“Benedetto, tu sei perfetto in Cristo Gesù!”-

-“Chi?”-

-“No, no, tu!”-

-“Io? Lei non mi conosce, lei non sa…”-

-“Che io non ti conosco?”-

Il tuo spirito è stato perfezionato, tu sei uno spirito giusto reso perfetto. Quello che succede è che tu ti vedi in  carne e ti vedi imperfetto, ma questa sapienza fa sì che tu non guardi quello che si vede ma quello che non si vede.

E quando ti guardi, tu ti fai così: dai baci a te stesso e dici: -“I love you Josè Luis (ti amo Josè Luis), che bello sei…”-. Sei perfetto, e quindi tu ti chiami… come ti chiami tu? Dì il nome e dì a te stesso: -“Dico “Ti amo” a me stesso, “ti amo” a me stesso, perchè sono perfetto. Cristo mi ha fatto perfetto!! Cristo in me è la speranza della gloria, sono un Cristo. Sono uguale a Cristo!!”-.

(Applausi)

Dico… se credi alla Parola.

Qui io non invento perchè tutto quello che si insegna qui deve stare appoggiato dal patto della incirconcisione. Qui nessuno può dire una cosa che non stia scritta: questa è la tua sicurezza.

Se questo è falso (il messaggio di JH) anche questo è falso (mostra la Bibbia). Se questo per te è la verità (mostra la Bibbia), quindi tu sei un benedetto e tu stai nella verità. Questo è ciò che ti interessa: sapere che stai nella verità. Per questo tutta questa persecuzione che viviamo non ci preoccupa, perchè sappiamo in chi abbiamo creduto.

Tu non stai qui così come uno chiunque: -“No, quello che succede è che questo mi piace e mi fa bene e io vado per questo e per quello. E dopo tutto, resta vicino a casa mia!”-.

No, qui tu vieni da Broward (un paesino a un’ora da Miami).

Quanti sono arrivati da Broward?

Guarda, da Broward!

Ma ci sono chiese lì, in Pembroke Pines. Perchè non siete rimasti lì e risparmiavate benzina che è tanto cara?

No. Per questo (messaggio) tu viaggi quanto sia necessario!! Guardaaaaaaa, ragazziiiiiiiiiii!

(Applausi)

Per questo tu viaggi lontano. Io lo farei per questa parola. Io lo farei… io lo farei… Abba Padre!

(Ovazione)

Ascolta, non trovo come terminare, che pena…

Un altro versetto. Efesini 6: 19. Guarda quello che dice:

“….e per me, al fine che all’aprire la mia bocca mi sia data parola

da dare a conoscere con vigore…”

 

guarda, con animo! Non noiosi, aaaah, come quelle litanie… NO!

“…con vigore il…”

cosa?

“il mistero del vangelo.”

 

Quindi il vangelo che cos’è? Cos’è il vangelo? È un mistero!!

Che cos’è un mistero? Qualcosa che la gente vede e non capisce.

Adesso, per te è un mistero? È già una rivelazione perchè tu già lo intendi. È per questo che la gente non ci capisce: non vedi che stiamo parlando in mistero?

-“Ah, Lei non sta parlando del vangelo?”-

-“Bene, io sto parlando del vangelo che è un mistero”-.

-“Ah, ma io intendo ben chiaramente i pastori in giro!”-

-“Ebbene: non stanno parlando in mistero!!”-.

Tu hai visto che addirittura gente che non va in chiesa, ascolta un pastore e dice:

-“Ascolta, come ha parlato bene! E guarda, ha ragione, ha ragione, le cose vanno male!! Bisogno comportarsi bene perchè se no viene il “cuco” (il diavolo) e ci picchia!!”- e lo intendono così.

-“No, e te ne vai all’inferno?”-

-“Sì, chiaro, se ti comporti male, vai all’inferno!!”-

-“E, se Cristo viene e ti trova in peccato ti perdi?”-

-“Eh! Questo è chiaro!”- 

Questo non è mistero. Il mistero è che Cristo viene e ti trova perfetto, e ti trova sano, prospero.

(Applausi)

Dì: VIGORE!!

Ah, quando io sento quei benedetti parlare della parola in giro… io conosco benedette e benedetti di questo ministero che si mettono in un ufficio e quando cominciano… che bellezza!!

-“Di che cosa sta parlando lei?”-

-“No, che già Cristo è arrivato sulla terra”-

-“Che Cristo è arrivato?”-

-“Sì, sta nella mia chiesa”-

-“Che Cristo sta nella tua chiesa????”-

-“Sì, il Signore è già arrivato!”-

-“No, ma è che viene scortato da angeli e scende così…”-

-“No, ma prima deve venire come ladro nella notte, perchè se viene come la gente dice in giro così, poi non può venire come ladro…”-

C’è un ordine. Quello che succede è che la Bibbia non è scritta cronologicamente e, per poter codificare, Paolo diceva: -“Con questo li confonderò: -“Viene e ci rapisce nelle nuvole”- quindi poi viene e dice: -“Però viene come ladro nella notte…”- non ti avvisa.

Ma se viene in questo ordine prima non può venire in questo secondo ordine. Ma colui che ha sapienza e maturità dice: -“Aspettate, questo non può succedere così”- e lo inverte e dice: -“Prima viene come ladro senza avvisare!!”-.

Questo è ciò che io faccio adesso, “come ladro”: Il ladro non avvisa quando viene. Il ladro cerca il momento nel quale tu non ci sei e quindi, per tutti questi pastori in giro, io sono come ladro. E loro stanno dicendo: -“Cristo viene!!”-.

Viene?  Lui è venuto come ladro. Tu sai per cosa? Per rubarsi l’ignoranza. Noi, coloro che speravamo in Cristo, che ci hanno ingannati chiamandoci peccatori, sono venuto come ladro e ti ho rubato, ti ho rapito. Questo è il vero rapimento: Tac! -“Vieni qua!!”-  e ti illumina!!

E tu dici: -“Guarda, mi ha rapito in una nuvola! Come mi ha rapito il Signore, in un battito, guarda, è venuto in un battito… ehi, sono benedetto!”-

A te è successo così? Ebbene, questa grazia è così. Quando tu ti innamori di questa parola, guarda, a te non importa che ti chiamino, che perdi, che ti sbattano fuori dal lavoro, che ti tolgano denaro, ti tolgano il cognome, ti buttino fuori dalla casa, ti buttino fuori i vestiti…

Tu dici: -“Ragazzo, questo è il pizzicotto di un monco, tranquillo che vado, questo è quello che io voglio!”-.

(Applausi)

Tu sai quello che ha detto Gesù di Nazaret? Che il vangelo, che stava profetizzando per adesso, dice che è come un uomo che colleziona, era un “collector”, “collezionista di perle” e lui aveva molte perle e ogni momento andava a vederle e gli dava la sua lucidatina.

-“Ascolta, questa è così, questa è così… un poco rosata… più bianca”- e le stava ammirando sempre …e con il suo straccetto.

E improvvisamente un giorno è passato per il mercato ed ha visto una pietra tremenda ed è diventato matto ed ha detto: -“Io voglio quella perla”- e se n’è andato ed ha venduto tutte le perle ed è entrato in quel posto ed ha detto:

-“Quanto vale questa perla?”-

-“Tanto…”-

-“Questa è quella che io voglio!!”-.

O, come un uomo che è passato in un terreno e, improvvisamente, ha pestato qualcosa e c’era come una latta, come un lattone e quindi ha preso un bastone, così, e ha tolto la terra e quando ha aperto era un cofano…ah! Era pieno di gioielli! Ma quel terreno non era suo, quindi lo ha coperto di nuovo.

Poi è andato ad un’asta del Real State e gli ha detto:

-“Ascolta, in quanto vendi questo (terreno)?”-

-“No, questo terreno misura tanto…”-

-“Però, quanto costa?”-

-“Ebbene, questo terreno vale 100 mila dollari”-.

-“Te ne dò 110”-.

-“No, no! 100 mila vanno bene”-.

-“Io lo voglio!”-.

E va e lo scrittura ma a lui non interessa il terreno: la sua attenzione sta in quello che c’è là (il tesoro).

Ebbene, la parola che io insegno è così, quando tu la impari e la prendi così, ragazzo!  Guarda: se io me ne vado sotto un ponte, tu vai fino lì a sentire la parola. Se non c’è l’aria condizionata, tu vai lì ad udire la parola. Se non mi puoi vedere in persona mi vedi in televisione, o per video, o lo ascolti in un CD ma tu non ti vuoi perdere questa parola.

Alziamoci in piedi. Gloriaaaaaaaaaa! Andiamo a cantare! Hello! L’ orchestra CEG!

(Applausi)



Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.