Post contrassegnati da tag 'profezie'

LA FEDE CHE DÁ FERMEZZA

.

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

 

12 di maggio del 2013

Galati 3:23 dice: “…prima che venisse la fede…”: non era arrivata! Erano passati migliaia di anni: Mosé, Davide, i profeti che loro, per fede conquistavano regni, per fede hanno fatto meraviglie: per fede, Mosé ha toccato l’acqua ed ha aperto il Mar Rosso. Ma poi l’Apostolo Paolo, solo l’Apostolo Paolo: gli undici apostoli non intendevano questo, solo l’Apostolo Paolo, quando viene portato in paradiso ed ascolta parole ineffabili, specifica nella sua carta ai fratelli galati, dice “… prima che venisse la fede…”.

E quindi, ci domandiamo: ma se si sta dicendo che per fede Davide, che per fede Sansone, che per fede…ma quella era una fede pratica, come abbiamo giá detto, una fede dovuta ai miracoli, la fede che ha avuto Pietro per camminare sull’acqua.

E poi, adesso appare Paolo dicendo: “Prima che venisse la fede…” La fede non era arrivata. Perché Paolo stava stabilendo una fede definita, una fede dottrinale, la fede del vangelo, la fede che parla del tuo spirito, la fede che serve per far sí che tu serva Dio con la mente.

Romani 7:25 dice che adesso, dopo la croce… perché tutta la scienza di questo sta in: prima della croce e dopo la croce. E quindi, dopo la croce, Paolo dice: -“Adesso non é con il corpo: adesso é con la mente!”-.

Osserva che prima era il corpo: postura religiosa, cerimonie, astinenze, lavaggi, olio, unzioni. Ma poi, dopo, quando Cristo risuscita, il corpo non gioca piú nessun ruolo. Per questo Paolo dice: -“Guarda: né carne né sangue ereditano il regno dei cieli!”-.

Pertanto, il corpo adesso gioca un altro ruolo e quindi: come avremmo servito adesso Dio nello spirito? Con la mente! Per la mente, quindi, é venuta una fede stabilita in una conoscenza: la fede dottrinale.

E per questo, se tu vuoi comparare la differenza, io ti mostreró, rapidamente… guarda quello che é successo a Pietro: Libro degli Atti. Leggi con me negli Atti capitolo 5, verso 12.

 “E dalla mano degli apostoli venivano fatti molti segni e prodigi nel popolo;

e stavano tutti insieme nel portico di Salomone.”

Cosa facevano con la mano, gli apostoli? Prodigi e segni.

Adesso: quegli stessi apostoli che facevano prodigi e segni, non avevano la “fede dottrina”. Loro avevano la fede per fare miracoli e meraviglie tra i popoli. E imponevano la mano perché loro avevano visto Gesú di Nazaret imporre le mani. Io mi immagino che Pietro andava e imponeva le mani. Per questo tu vedi molti evangelici in televisione che sono affascinati dal fatto di imporre le mani.

Fino a che appare Paolo e dice: -“Imporre la mano é un rudimento!  Adesso non é piú imponendo le mani: adesso ti educhiamo e tu stesso ti risani!”-.

Per questo qui voi non mi vedrete mai dirvi di passare davanti per imporvi la mano.

Adesso: voi andate a una chiesa evangelica, migliaia di chiese che ci sono in giro, che voi andate la domenica e il pastore dice: -“Passate davanti che pregheremo per voi”-. Immediatamente compaiono i diaconi ed un gruppo di persone che cominciano (fa il gesto di imporre le mani) cercando di farti sentire qualcosa.

Ma questo giá non é per il “sentire”, adesso questo é per conoscere!

É come ha detto una signora ad un mio amico: -“Guarda, nella vostra chiesa non pregate? Nella vostra chiesa non visitate gli infermi all’ospedale?”-.

E quindi l’amico di cui sto parlando le ha detto: -“Bene, guarda: é che l’Apostolo ci educa in una maniera che quando a noi viene una malattia, noi stessi attiviamo il patto e ci risaniamo da soli!”-.

E poi io ho raccontato al mio amico che c’é stata, una volta, una sorella qui che ha sofferto delle ustioni di terzo grado sul corpo e quindi, io sono venuto a saperlo. Io ero in viaggio, immaginati, sono venuto a saperlo circa dieci giorni dopo l’ustione. E quindi, in uno di quei dieci giorni, il pastore della chiesa dove lei andava prima era lí in ospedale a visitare gente e l’ha vista:

-“Ehi, come stai? Come va?”-

e quindi lei ha usato il patto: -“Sono qui, passando per una lieve tribolazione momentanea!”-.

E poi lui le dice: -“E José Luis?”-  perché lui mi chiama José Luis, per non chiamarmi Apostolo. -“E José Luis é venuto a visitarti?”-

e lei é rimasta zitta: -“Perché me lo domanda?”-

-“Perché Lui non verrá a visitarti:  a Lui non importa. A Lui, tu non importi”-.

E quindi lei gli dice: -“Faccia attenzione: lei é venuto a visitarmi, ma lei non mi dá niente: lei mi compatisce, prega. Invece José Luis sta qui con me tutti i giorni, perché Lui mi ha dato un’educazione per la quale io…”-

(Applausi)

E gli ha detto: -“Lei vede tutti questi malati qui, ustionati?”- é un reparto dell’ospedale dove portano le persone che si ustionano. E lei dice: -“Guardi: tutti si stanno lamentando e maledicono. Io sono qui tranquilla, sottomettendo tutto, non ho sentito dolore, questo presto se ne va e mi dimettono domani!”-.

Questa é la differenza di andare ad una chiesa dove ti si educa alla tua posizione e non che stiano trattando solo con le tue emozioni. Perché se no tu continuerai sempre a dipendere dall’uomo. Ma se tu vieni educato e tu sai che quello che hai tu é lo stesso che ho io.

Dio non dá il Suo Spirito in differenti misure, cosí che: perché un leader deve pregare per te? Prega tu! Se tu hai un piatto di cibo e anch’ io ne ho uno, perché tu vuoi mangiare il mio? Mangiati il tuo e lasciami il mio!!  Ebbene: se tu hai lo stesso spirito che ho io… non é lo stesso?

Dio non fa eccezione di persona: Lui non dá il Suo Spirito in differenti misure! Se quello che hai tu, ce l’ho anch’io, ebbene, non chiedere orazioni a me: io non pregheró per te! Prega tu per te, non credi? É piú pratico!

Per questo tu vedi questi zotici cristiani nella radio, qui in Miami:

-“Pastore, preghi per me… pastore preghi per me…”-

e passa il programma di mezz’ora e tornano a chiamare, perché loro credono che é per la quantitá di chiamate che Dio agirá. E chiamano:

-“Guardi che io ho chiamato nel programma precedente e sto pregando perché lei mi metta nella lista che mette lá”-

Sí, fanno la tombola. Questi sono giochetti religiosi!

E quindi, qui dice che con la mano degli apostoli venivano fatti, cosa?

Adesso, questi apostoli, poiché non avevano la fede dottrinale, avevano la fede perché vedevano miracoli.

Tuttavia, guardate Galati 2 come parla degli apostoli, specialmente del loro capo Pietro. Guarda quello che dice Galati 2:11. Qui stiamo parlando con le prove e stiamo parlando di anni dopo che Pietro giá aveva fatto migliaia di miracoli, che Pietro aveva fama in tutta Gerusalemme, che era conosciuto, che era uno spettacolo per quel mondo, per quel tipo di gente: Pietro giá era un ben conosciuto, tuttavia quando Pietro lo riprende… guarda come dice il verso 11. Quando Paolo riprende Pietro in Galazia, cosa gli dice?

Abbiamo tutti la Bibbia? Non venire qui senza la spada, che questo é un campo di battaglia!

Dice:

“Ma quando Pietro é venuto ad Antiochia

gli ho resistito faccia a faccia perché

era da condannare.

 

Poiché prima che venissero alcuni da parte di Giacomo,

mangiava con i gentili, ma quando sono arrivati,

si ritirava e si appartava, perché aveva…”

dí:  “…paura”!!

Pietro aveva cosa? Paura.

E a cosa gli sono serviti quel mucchio di miracoli che ha fatto lí: -“Ohhh… ohhh!!”-. Assomiglia agli evangelisti di oggi, che li vedi in televisione: -“Wow!! Quanto potere… guarda!!”-.

E poi quindici, sedici anni dopo, quando si suppone che fosse un uomo maturo, guarda: PAURA. Mostrando ipocrisia. Paolo ha detto:

-“Guarda Pietro: tu… tu sei un bambino nella fede, tu sei da condannare!! Non ti voglio ancora condannare ma guarda: tu agisci come uno che non crede!!”-.

… e tu che volevi essere come Pietro… tu che parlavi tanto: -“Oh, quando Pietro ha camminato sull’acqua!!”

SO WHAT?? (E ALLORA??) HA CAMMINATO SULL’ACQUA ED É AFFONDATO!!

PIETRO ERA UN IPOCRITA!!

-“Perché? Ooohh, ma lui faceva miracoli, fratello, non parli cosí di Pietro: Pietro faceva miracoli!!”-

Sí. Aveva il primo aspetto della fede: aveva la fede pratica. Ma questa non é l’idea! L’idea é che tu abbia la fede che basata sulla tua posizione: nel vangelo. Tu sai dove sta questa fede? In Romani 5, andiamo a vederla.

Romani 5, verso 1:

 “Giustificati, dunque…” per cosa? “… per la fede…”

E tu credi che questa fede che giustifica sia la fede che usava Pietro per risanare gli infermi?

Dí: LA FEDE HA DUE MANIFESTAZIONI. UNA PER FARE I MIRACOLI E UN’ALTRA CHE MI GIUSTIFICA.

Dice:

“Giustificati dunque per la fede, noi siamo in pace…”

guarda: “…con…”  hello! “…con Dio…”

dice: “… per mezzo del nostro Signore Gesucristo…”

e c’é un “anche”!  Guarda quello che fa la fede dottrinale:

“… per mezzo del quale abbiamo anche entrata, mediante la fede, a questa grazia

nella quale stiamo saldi.”

Tu sai perché né Pietro né gli apostoli hanno potuto conoscere la grazia di Dio? Perché loro non avevano la fede dottrinale, perché chi insegnava la fede dottrinale era esclusivamente l’Apostolo Paolo, e loro non andavano d’accordo con Paolo!

Pertanto, quando Paolo parlava ed esponeva tutta la conoscenza, Pietro era lá inquieto con Giovanni, con una gelosia. Sto dicendo quello che c’é sulla Bibbia. Tutto quello che io dico, lo provo! Ossia, loro hanno reso la vita impossibile a Paolo. Pertanto non hanno creduto a Paolo e, non credendo a Paolo, ebbene, loro non potevano stare saldi!

Dice: “…per mezzo del quale abbiamo anche…”  non solo tu sei giá giustificato davanti a Dio, la pace é giá stata fatta, ma hai anche entrata ad un altro aspetto della fede che é: FERMEZZA!

Che quando viene la tormenta nella tua vita e… bene, guarda: piú avanti, guarda i tipi di tempesta che possono venire, cosa dice il verso 3?

 “E non solo questo…” ossia: non solo che stiamo saldi, ascolta questo: “… ma che anche ci gloriamo nelle tribolazioni …”  

HELLO!!

-“Ascolta fratello, che cosa ti succede?”-

-“Sono tribolato, ragazzo, peró me ne sto gloriando, sono tranquillo”-

-“Come?? Ma non hai detto che eri tribolato?”-

-“Si, ma é che A ME, siccome io sono un giustificato e so usare la fede dottrinale, a me la tribolazione non fa quello che fa a te!!”-

-“Ah,  quindi tu sei speciale!!”-

-“Devo essere speciale, perché…”

Perché se tu stai gridando, e stai scappando, e stai dicendo:

-“Questo é il diavolo, questo é il diavolo… guarda che il diavolo…”-

invece qui, lui ti sta dicendo:

-“Quale diavolo, ragazzo? A me produce gloria!”-.

Questo lo intende solo Paolo. Una persona tribolata dice: -“…e non solo questo…”- . Non solo sono saldo ma che le prove e le tribolazioni, guarda quello che mi fanno, dice:

 

 “E non solo questo ma ci gloriamo anche

nelle tribolazioni, SAPENDO…”

Peró sí, bisogna saperlo, perché se non lo sai, ragazzo, devi andare a cercare orazioni, a chiamare il pastore: -“Pastore, preghi per me che sono tribolata… sono tribolato…”-.

Non perdere tempo a chiamare qui perché se io so che tu sei tribolato, io dico:

-“Gloria a Dio che stai crescendo!!”-.

A me arrivano tribolazioni! A me vengono tribolazioni: io piango, a me scendono le lacrime. A volte mi succedono cose… peró, cosa faccio? Me le porto qui, sul pulpito?

-“Oggi non posso dare il Ricalco …”-

-“Ah, Apostolo, cosa ti é successo??”-

-“Perché sono tribolato… sono molto tribolato, io non posso predicare tribolato!!”-.

Immaginati!

E se tu vivi con me, supponiamo che tu viva con me sempre e quindi, mi vedi tribolato, mi vedi piangere o mi vedi passare per una situazione, o qualche malinteso famigliare, questo… quello, tutte le situazioni che ci arrivano.

Poi tu, improvvisamente, mi vedi qui tranquillo e dici: -“Ma se adesso stava lí, guarda… questa é un’ipocrisia o che?”-.

Nooo, é che anch’ io ho diritto a gloriarmi e a non lasciarmi condurre da questa carne, DEVO SOTTOMETTERLA  e devo dire ció che é.  O se io so che tu stai passando per una prova ed ho pianto con te e poi, al momento, qui mi vedi qui contento, godendomi questo manicaretto come in questa notte, quindi dici:

-“L’Apostolo non ha sentimenti, eh? Sapendo la prova che io sto passando… guardalo lí contento e ben tranquillo…”- 

E che cosa vuoi che faccia?? Che mi sottometta alla tua menzogna temporanea, o alla mia o a quella di chiunque sia? Tu devi sottomettere… e con il limone fare una limonata, non credi? (modo di dire: trovare il lato positivo in tutto. “Se la vita ti paga con un limone, tu fatti una limonata” -ndt)

E quindi dice lí:

 “… ci gloriamo nelle tribolazioni, sapendo che la tribolazione produce…”

Cosa? Pazienza?  E tu cosa dici:

-“Apostolo, preghi per me perché Dio mi dia pazienza.”-?

Ah, bene, quindi bisogna pregare perché ti vengano tribolazioni: se la tribolazione produce pazienza, ebbene, gloriati in tutte queste cose che ti stanno succedendo!

O tu vuoi che ti compatiscano? O vuoi metterti a litigare per vedere chi soffre di piú? É possibile che tu sia uno dei piú “pazienza” che ci sono qui, se sei stato molto tribolato. La pazienza é un frutto tremendo perché la pazienza fa in modo che, quando viene una situazione, sembra che tu ti calmi e dici:

-“Aspetta, non parleró precipitosamente, né risponderó adesso. Mi tratterró perché questo puó portare gloria e se mi lamento prima del tempo, poi ci faccio una brutta figura!”-  hehehehe

 “… produce pazienza, e la pazienza, prova, e la prova, speranza,

e la speranza non delude perché l’amore di Dio é stato riversato nelle nostre menti

per mezzo dello Spirito Santo che ci é stato dato.”

E quindi, vuole dire, presta attenzione: se tu non intendi le due manifestazioni della parola “FEDE”, tu non starai mai in fermezza! Guarda, io sono stato in quel sistema: io sono stato pentecostale, sono stato battista ed io vedevo.

E quella gente non cresce, includendo me che stavo lí. Io mi stavo giá domandando, io dicevo: -“Ascolta, sono qui da molti anni e non… non…”-. Anche a te non hanno hanno dato niente?

E quindi, tutto é:

-“Passate davanti, andiamo a pregare!”-

E “riprendi”:

-“Ti riprendo, diavolo! Riprendo ogni tentazione… riprendo questo… riprendo quello…”-

e poi:

-“Dio mio, aiutami, Dio mio aiutami, Dio mio…  pastore, mi aiuti!”-.

E quindi, é una situazione nella quale tu non cresci e sai perché? Perché per poter crescere, tu necessiti fermezza, e per avere fermezza tu devi intendere la fede dottrinale che é quella che ti dá l’entrata a questa grazia.

-“E come funziona questo?”-

Questo funziona, osserva, in una maniera… é una scienza.

Dí: SCIENZA

Paolo ha detto: -“Questa é la vera scienza!”-

Per esempio: se il vangelo dice che con una sola offerta Lui ha reso il tuo spirito perfetto per sempre vuole dire che tu sei uguale a Gesucristo! Ed in carne tu dici:

-“Io uguale a Gesucristo? Oh noooo!! Io sono un povero miserabile, nudo, sventurato … ma… io??? Essere uguale a Gesucristo??”-

Bene, questo é ció che Lui ha detto: che con una sola offerta Lui, al tuo spirito, non alla tua carne… la tua carne é il veicolo che passa tribolazioni, situazioni, per perfezionare quello che c’é dentro, per far sí che ció che c’é dentro domini quello che c’é fuori. Peró questa é una scienza che quando tu ti mangi questa pillola di:

-“Io sono perfetto!! Non lo vedo, non lo sento, ma Lui dice che con UNA SOLA OFFERTA, quando é morto ed é risuscitato, mi ha reso perfetto per sempre: IO LO CREDO, LO CONFESSO E DA OGGI IN AVANTI LO DICO!!”-

Quando tu fai questo, questo ha degli effetti sulla tua mente.

Naturalmente questi effetti portano molte manifestazioni, perché se tu sei perfetto per sempre, vuole dire che tu sei salvo per sempre, quindi, quando tu senti che sei salvo per sempre, ti senti piú libero. Al sentirti libero quindi la prendi con piú calma. Al prenderla con piú calma entri nella libertá gloriosa dei figli di Dio. All’entrare in libertá, la libertá ha un costo, un prezzo molto grande che é sapersi comportare dentro al terreno della libertá!

E per questo tu necessiti pazienza perché i fratelli nuovi che arrivano, entrano a questa libertá e quando tu li guardi… sono diventati molto libertini!!

-“Ascolta, e tu sai che il tizio, io l’ho visto cosí, l’ho visto cosí…”-

-“… lo hai visto? Hai occhi per vedere”-

-“Sí, l’ho visto!”-

-“E cosa farai?”-

-“Lo criticheró!”-

Ah, ti sei messo con il suo angelo, che il suo angelo lo sta allenando: lui sta in “training”. Lui sta essendo formato dentro ad una libertá ben grande!

Adesso, questa fede di cui parla l’Apostolo Paolo non é una fede qualunque: questa é una fede che conferma la Chiesa. Senza questa fede non ha il diritto di chiamarsi “Chiesa”.

Romani 16:25. Guarda quello che dice:

 

“E a Colui che puó confermarvi secondo il MIO vangelo

e la predicazione di Gesucristo…”

 

La predicazione di chi? E quanto tu hai visto Gesucristo predicare? Lui non ha mai predicato: Lui ha parlato in parabole quando era vivo, ma ha predicato all’Apostolo Paolo nel Paradiso.

“… e la predicazione di Gesucristo

SECONDO la rivelazione del mistero che era rimasto occulto…”

ossia, che questa fede dottrina é rimasta occulta per anni, dice:

“…da tempi eterni ma che é stata manifestata ADESSO…”

 

durante la sua vita, duemila anni prima, dopo la croce, dice: -“…che é stato manifestato ADESSO, nel mio tempo!”- sta dicendo Paolo, no?

“… e che per le scritture dei profeti, secondo il comandamento del Dio eterno, é stato dato a conoscere a tutte le genti per far sí che obbediscano…” a cosa? “… alla fede.”

A quale fede? Alla fede dottrinale! Alla fede della rivelazione, non sta parlando di quella fede per fare miracoletti. É per questo che questo popolo sta in inganno. Avete visto voi quella campagna di quell’evangelista che soffia? Ffftth! Tu lo hai visto? Bene, adesso ce ne molti che soffiano, perché il vento di dottrina é…

Sono venti di dottrine, eh?  Sono venti dottrinali.

Prima era il vento della lingua: -“Rabatacataca sima ramablbl”- (L’Apostolo sta imitando i protestanti che si vantano di avere il dono di parlare lingue antiche emettendo suoni non intendibili da chi li ascolta e addirittura da loro stessi che li pronunciano - ndt).

Sono venti, e quindi, chi non parlava cosí era … (fa il gesto del pollice verso in segno di sconfitta -ntd). La gente sfugge a questo tipo di insegnamento: questo é un ministero sofferto, un ministero che soffre in questo aspetto, compiendo quello che é mancato a Gesucristo di soffrire per la Sua Chiesa, perché questo messaggio sarebbe per stare stipati,  perché la gente stesse facendo la fila per entrare qui.

Ma siccome qui formiamo la mente, la gente non vuole essere formata: quello che sta cercando la gente é il saltino, il miracolino, la cosina… e quindi, voi vedete queste campagne di Benny Hinn: pieeeene… ma stipate, piene!! E quindi, la gente cerca… voi li vedete con gli occhi aperti, cercando il miracolo, eh?

Cercando di “sentire”:

-“Uhi, mi si sono rizzati i peli, guarda!!”-

-“Ti si é rizzata la mente??”-

-“No, no, no… i peli”-

-“Ma… e la mente??”-

-“La mente …ce l’ho addooormentata…”-.

E quindi si basano su miracoli. E questa gente… ascoltate questo: questa gente va a queste campagne e poi, l’anno successivo, la stessa persona che é caduta e si é contusa, al quale lui ha detto che era sano, torna un’altra volta, e tornano…

Bene, hanno fatto studi ed indagini su questa gente che lui dice di risanare…uff, l’altro giorno io ho visto un documentario…

É un abuso: stanno abusando della gente! E non é che io non creda nei miracoli: sicuro! Io sono un miracolo! Io ricevo ancora miracoli, qui succedono miracoli, di piú: il fatto che tu stia qui seduto é un miracolo!! Hehehe, questo sí che é un miracolo!!

E quindi questa fede ti fa entrare alla grazia, ti dá fermezza, ti conferma e ti fa ancora altre cose: Efesini capitolo 1, verso 3. Ancora uno e con questo terminiamo. Dice:

 

 “In lui, anche voi, avendo…”parlato in altre lingue… (UDITO) “…avendo…”

Tu hai udito, benedetto? Tu sai che sono le pecore quelle che odono? Lui lo ha detto: “Le mie pecore odono la mia voce!”  ma non devi avere solo le orecchie… hehehehe … UDITO!

“… avendo UDITO…”

ed inteso, creduto. Dice:

“… avendo udito la parola della veritá, il vangelo della vostra salvezza,

e avendo…”

Cosa?  Giá lo hai udito e adesso crederai.

Ascolta, quanti sono credenti, qui? Ascolta: se tu credi, non solo ódi, che ascolti, che ódi, ma che credi questo cosí:

-“Io lo ricevo, lo confesseró a voce alta!!”-.

Dice:

“…e avendolo creduto, SIETE STATI sigillati con

lo Spirito Santo della promessa…”

Tu sai cosa insegnano i pentecostali? Che la promessa dello Spirito Santo é quando parli in lingue ma qui dice che “… avendo udito e creduto, siete stati sigillati con la promessa dello Spirito Santo”.

Ascolta, questa non é una cosa da nulla!! Tu sai cosa vuole dire essere sigillati, ossia: “Sigillo di autenticitá”… pac!! “Quest’uomo é un Figlio di Dio!!”.

In autoritá: -“Perché ho creduto al vangelo!!”-.  Questo é tremendo!!

E quindi, é la fede dottrinale quella che fa questo lavoro ma bisogna dividere la fede pratica dalla fede dottrina, perché, se non la dividi non intenderai bene. É per questo che il sistema non ci comprende, perché loro credono che la fede é tutta uguale. Loro vedono la parola “FE – DE” e dicono: -“Da questa parte c’é il cammino…”- e corrono di lí, hehehe… e si emozionano per tutto ció che dice “fede”.

E quindi, osserva: nella stessa maniera come ci sono due manifestazioni della fede, ci sono due vangeli, uno per ciascuna di queste fedi.

Per la fede pratica c’é il vangelo della circoncisione, per la fede dottrina c’é un altro vangelo: quello della incirconcisione. Quindi cosa succede? Che quando tu stai nella dottrina, il vangelo che tu ti collochi qui, guarda (fa il gesto di inserire qualcosa nella mente -ndt) é quello della incirconcisione ma quando tu parli con un fratello che ha l’altro vangelo non ti capisce. Come ti puó intendere, se sono due poli opposti??

E tu cerchi di spiegargli, gli dici: -“Guarda, benedetto…”-

-“Nonononono!!! Io so quello che tu cerchi di dirmi…”-

-“Sí, peró…”-

Si compie quello che ha detto Salomone: -“L’uomo é ció che pensa nel suo cuore”-

Dipende da quello che tu hai qui (indica la mente -ndt) perché tu vedi secondo quello che hai qui, e se tu non hai la veritá non vedrai niente, scusami: Dio ti passa di fianco, ragazzo, e tu te lo perdi.  Te lo perdi e non vedrai Dio!

In piedi! Dí con me:

IO SONO ENTRATO IN QUESTA GRAZIA E IN QUESTA GRAZIA, IN QUESTO PADIGLIONE, IN QUESTO REGNO NON C’É DIAVOLO, NON C’É PECCATO, NON C’É CONDANNA, NON C’É PERDIZIONE: LÍ C’É VITA ETERNA!! E FERMEZZA!!

Benedetti con tutte le benedizioni.

CONVENZIONE EL SALVADOR

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS

GESUCRISTO UOMO

6 di marzo del 2013

Sarebbe bene vedere Galati 2:11, vero?

Io so che tu lo hai visto molte volte peró non ci molesta ripetere le stesse cose, vero?

Dice:

“Peró quando Pietro é venuto ad Antiochia,

gli ho resistito faccia a faccia…”

 

Ascolta, immaginati, questo ha messo Timoteo e Barnaba, ed i discepoli che aveva Paolo, a dire: -“Ma Pietro non é uno dei tuoi? Voi non siete un gruppetto di apostoli?”- e siccome la rivelazione arrivava poco a poco nella mente di Paolo, perché quando Lui ha inviato Ananía a pregare per lui, Ananía ha detto a Paolo: “E nelle volte che appariró…”, ossia che la rivelazione era graduale.

Lui non gli ha rivelato tutto di colpo, no, lui ha ricevuto per primo: -“Io sono Gesú che tu perseguiti…”- e Paolo ha detto: -“Ahi… io sto perseguitando lo stesso che sto cercando!”- ma non sapeva che era Gesú di Nazaret. Lui perseguitava i cristiani e adesso, improvvisamente, dice: -“No, no, io non posso perseguitare i cristiani”- ebbene quando si é unito ai cristiani, che cosa ha fatto immediatamente? -“Lasciami cercare i suoi discepoli”-… che sono chi? Gli undici apostoli!

É quello che tu faresti, vero?

Se tu mi perseguiti e improvvisamente ti rendi conto che io sono nel giusto, ebbene… tu cerchi le mie amicizie, i miei sottoposti supponendo che siano nel giusto. Ebbene, questo ha fatto Paolo. Paolo, immediatamente, quando ha potuto vedere gli apostoli… bene: lo hanno persino battezzato, e lui si é unito ed ha detto: -“E che cos’é questo di battezzare?”-

-“Bene, questo non é un rito giudeo, peró noi qui battezziamo, perché abbiamo visto che Lui si é fatto battezzare”-.

-“Ah, bene”-.

E quindi Paolo ha battezzato Gallo e la famiglia, anche lui ha cominciato a battezzare, peró sembra che nella seconda rivelazione il Signore abbia detto a Paolo: -“Paolo, io non ti ho chiamato a battezzare!”-.

É cosí? Prima ai Corinzi 1:16 e 17 lo dice. A causa delle amicizie… guarda quello che dice: lui prima ha battezzato, peró poi… che cosa dice lí?

“…ma non so se ho battezzato qualcun’altro.

Poiché non mi ha inviato…” chi?  “…Cristo a battezzare…”

 

Perché dice: “…non so se ho battezzato qualcun’altro”? Perché in quell’ entusiasmo, lui ha battezzato Gallo e chissá se ha battezzato qualcun’altro, peró poi dice:

“Poiché non mi ha inviato Cristo a battezzare,

ma a predicare il vangelo;

non con parole sapienti…”

 

…come fanno quei teologi, che passano il tempo parlando. Io ho visto un programma in televisione qui: e parlano, e parlano… non hanno una lavagna cosí come questa (lo schermo di Telegracia dove passano i versi biblici -ndt), cosí continuano a parlare, e parlare, e parlare … e non c’é un verso biblico! Ascolta: che noia… quella gente lí deve avere la nausea.

Noi no, noi usiamo questa lavagna per far sí che tu sappia quello che stiamo facendo con l’evidenza.

Dice: 

“…non con parole sapienti, perché non sia vana la croce di Cristo.”

 

Cosí sta la croce di Cristo: il proposito, non la croce, perché la croce é sempre stata vana, ma il proposito della sua morte, nella mente delle chiese oggi é vano, sono giá stanchi della stessa cosa.

E quindi come lui stesso dice bene: che lasciamo… Paolo ha comandato di lasciare il battesimo in acqua, tutto ció che é rudimento (Ebrei 6:1), Paolo ha detto: -“Lasciate questo, giá non fate piú questo”-.

Inoltre Cristo si é fatto battezzare perché era giudeo: Cristo non era cristiano. Gesú di Nazaret non era cristiano. Lui ha dovuto farlo perché é venuto a compiere la legge e nella legge sí che bisognava farsi battezzare, peró tu non devi farti battezzare perché lui si é fatto battezzare. Lui lo ha fatto perché, prima della croce, lui stava sottomesso ai riti della legge.

E quindi gli apostoli, che seguivano la stessa linea, quando é arrivato Paolo hanno detto: -“Qui bisogna battezzare”- e sembra che Paolo abbia detto: -“Bene, se bisogna farlo, lo faccio”- ma, una volta che se n’é reso conto, immediatamente ha detto: -“No, Cristo non mi ha inviato a battezzare ma ad insegnare”-.

Questo é il battesimo con conoscenza, un battesimo di conoscenza, non di acqua.

Ebbene, questo teneva confusi gli stessi amici di Paolo e quindi gli facevano domande.

Quindi, ripetiamo adesso: Prima carta ai Corinzi 4:5.

 

“Cosí che, non giudicate niente prima del tempo, fino a che venga il Signore,

il quale chiarirá l’occulto delle tenebre e manifesterá le intenzioni dei cuori;

e poi ciascuno riceverá la sua lode da Dio.”

 

Ascolta, io ti ho chiarito le cose? (Applausi)

Sicuro, oggi io te le ho chiarite: che gli apostoli che non erano crististiani, perché il primo che é stato chiamato “cristiano” é stato Paolo… loro no, loro erano giudeo-cristiani. Ascolta, e con l’orgoglio con cui oggi gli evangelici e pentecostali dicono: -“Noi siamo giudeo-cristiani”-! Sicuro, perché appartengono a Gesú di Nazaret che non era cristiano, ed é per questo che il mondo sta come sta.

Guarda, in questo stesso momento stiamo parlando della chiave che ci fa smascherare il  Mistero dell’ Iniquitá che é cominciato nel Vaticano, a Roma. Lí é cominciato.

Il Mistero dell’ Iniquitá, della malvagitá, é cominciato nella mente di Pietro quando Paolo si é riunito con lui quindici giorni e Paolo gli ha dimostrato quello che sarebbe successo e quindi lí ha preparato l’inganno. E, questo primo Papa, Pietro, non solo é un disobbediente: lui ha ordito la morte di Paolo perché non vedi che lui conosceva le intenzioni di Paolo?

E dov’é morto Paolo? A Roma! Ascolta, e perché non é morto da un’altra parte? Questo é il Mistero dell’Iniquitá, quello di cui stiamo parlando adesso, che mai, in duemila anni, era stato spiegato. Loro pensano che il Mistero dell’Iniquitá erano demoni nascosti nell’aria.

Quindi, per questa ragione, l’Apostolo dice: “…quando verrá il Signore chiarirá”. Ascolta, e per chiarire qualcosa, si chiarisce venendo in una nube mistica, cosí: -“Venite, vi prendo e ce ne andiamo”-.

No, per chiarire tu devi spiegare ed é questo ció che stiamo facendo adesso, é cosí che sarebbe venuto il Signore. Nella stessa maniera come é venuto la prima volta, ebbene, la seconda volta sarebbe venuto nella stessa maniera, con un corpo umano che abbia labbra per parlare e che conosca il tuo idioma. (Applausi)

Romani capitolo 2, verso 16. Guarda quello che dice lí … a me domandano spesso, nei mezzi di comunicazione: -“E perché Lei sa di essere il Signore?”. Immaginati spiegare tutto questo a loro in un’intervista di 10 minuti… é molto difficile ma qui sí che glielo spieghiamo!!

Verso 16:

“Nel giorno in cui Dio giudicherá mediante Gesucristo i segreti degli uomini,

secondo…” cosa? “…il mio vangelo.”

 

Secondo cosa?

Giudicherá i segreti di cosa?

Sarebbe venuto un giorno… Paolo ha detto: -“Guarda, io non posso fare questo. Adesso: verrá un giorno nel quale Gesucristo stesso si metterá in un corpo umano, e lui utilizzerá il mio vangelo”- …orecchietta, orecchietta (spunto, punto da evidenziare, suggerimento -ndt): -“Se qualcuno usa solo il mio vangelo, quello é Gesucristo!!”-. (Applausi)

Ascolta, tu hai notato che tutti i gruppi cosiddetti cristiani usano tutta la Bibbia? E che loro usano tutti gli apostoli? Loro credono che Pietro, gli undici, e Paolo erano amici!!

Cosí ha detto uno in Honduras che fa un programma di televisione lá, ha detto: -“Lui sta mettendo Paolo e gli apostoli a litigare… ma se loro sono la stessa cosa! Quello é un gruppo santo!”-.

Santo? Hehehe. Guarda come lo ha ripreso, gli ha detto: -“Pietro, tu sei da condannare!”- e, in un gruppo che é unito, uno non dice all’altro: “Tu sei da condannare”, vero?

Dice: “Quando ho visto…” cosí dice “…quando ho visto che non si comportavano rettamente secondo la veritá del vangelo, ho detto a  Pietro davanti a tutti…”

Quindi, una delle chiavi per te, benedetto, del fatto che io sono il Signore é che sto giudicando. E “giudicare” non significa castigare: giudicare significa chiarire, dividere la veritá dalla menzogna, dividere la tua carne dal tuo spirito, dividere la debolezza da ció che é potere, il tesoro dall’argilla. E che cosa uso io per fare questo lavoro? Le quattordici epistole!

Guarda il verso:

“…secondo…” cosa? “…il mio vangelo.”

 

Lui non ha detto: -“…secondo Matteo, Luca, Marco e Giovanni”-, lui non ha detto: -“…secondo Apocalisse”-, lui non ha detto: -“…secondo le Scritture dei profeti”-. Lui ha detto: -“Guarda, quando verrá Gesucristo, la chiave, il codice sará che userá solo il mio vangelo!”-. (Applausi)

Per scoprire che io ero Gesucristo Uomo, é stato un lavoro tremendo perché io sapevo quello che mi aspettava. Io ho detto: -“Ahi Padre, adesso sí che questo diventerá tremendo!!”- perché tu sai: é come il bambino che é un bambino, poi diventa un ragazzo, poi si sposa. Si é sposato ma ancora non é padre, poi fa un figlio e diventa padre …fa un figlio e questo figlio gli dá un nipote e adesso é diventato nonno e va cambiando, vero? Una persona é molte cose.

Ebbene, a me é successo cosí: io ho cominciato essendo un credente, poi un pastore, poi apostolo ed ho detto: -“Bene, va bene, perché é la veritá: sono apostolo!”-

Mmmmm… peró quando la cosa si é fatta spessa: -“No, tu sei l’Apostolo della nostra professione: Gesucristo”-. Ed io ho detto: -“Ahi! Che forte che é questo!”-. (Applausi)

Guarda, andiamo a vederlo in Ebrei 3. Cerchiamo Ebrei 3 perché tu veda. Guarda come mi ha dato questo tanto duro: Ebrei 3:1.

“Pertanto, fratelli santi, partecipanti del chiamamento celestiale,

considerate apostolo e sommo sacerdote

della vostra professione Cristo Gesú.

 

Quindi io ho detto: -“Bene, per essere apostolo bisogna avere un corpo”-. Nel mondo spirito non ci sono apostoli. Per essere apostolo bisogna avere carne. E quindi, per graduarmi da padre a nonno, bisogna fare un figlio: tuo figlio deve avere un figlio per far sí che tu sia nonno, non é cosí?

Ebbene, quando io ho letto questo: “Considerate sommo apostolo della nostra professione…” ossia di quello che tu confessi, di quello che tu professi, io ho detto: -“Ma, e chi é l’unico che ha dato una confessione alla chiesa? Io”-. E poi ho detto: -“Ahi Padre, credo di essere Gesucristo Uomo… che guaio mi sono cercato! Adesso sí che mi va a dare duro la gente e mi criticheranno e mi insulteranno!”-.

É stato lí quando la cosa é diventata spessa! É stato forte per me, immaginati, io che ho perso la mia prima famiglia per chiamarmi “Apostolo”! Uh! Quando ascolteranno questo diranno: -“Papi é diventato matto. Adesso sí che gli é si é fusa la testa del motore”-.

Ah, ed io mi immagino quelli che se ne sono andati dal ministero e lá, i pastori del sistema dicendo: -“Ragazzo, tu non sai il guaio nel quale si é messo José Luis! Guarda, tu sai che questo tipo era matto, vero?”-.

-“Sí, sí, era matto da legare”-.

-“Adesso gli si é fusa la testa, gli si é divisa in due: adesso dice che é Gesucristo Uomo”-.

Peró, é che io non posso negare quello che sono e quello che sto facendo, immaginati. (Applausi)

Molti dicono in giro: -“Quello… quello é un pazzo, sta ingannando la gente!!”-.

Ingannando la gente? Voi siete gente (troppo) intelligente per ingannarvi….

-“Quello sta cercando la gloria!”-

Gloria? Se con l’essere Apostolo e niente piú, io avevo una gloria che mi usciva dalle orecchie. Di piú: con l’essere pastore, giá questo era un onore per me!!

Quando voi avete cominciato a chiamarmi apostolo, io vi dicevo: -“Shh! Piano, che se no cominceró a pensare di essere un montato”- ed io l’ho sopportato molti anni fino a che… tu sai, é come quando tu tappi una tuberia rotta, che trattieni l’acqua un momentino e improvvisamente scoppia… come una pentola a pressione: tu la puoi tenere lí peró arriva il momento in cui la pentola scoppia.

“Pertanto, fratelli santi, participanti del chiamamento celestiale…”

se sono fratelli hanno corpo e sono congregati in un luogo

“…considerate  apostolo e sommo sacerdote della nostra professione, Cristo Gesú.

 

Se hanno corpo, considerando che l’apostolo ha corpo ed é Cristo Gesú, deve essere Gesucristo Uomo.

Non si ferma piú, vero? Non si ferma piú!

Quindi, Romani 2:16 dice, ben importante questo verso: scrivi questi dettaglini per quando ti domandano. Dice che lui avrebbe giudicato… dice:

“Nel giorno in cui Dio giudicherá mediante Gesucristo i segreti degli uomini…”

 

E guarda che io sto rivelando segreti!

Bene, il primo segreto che ho tirato fuori, dico, a parte del libero arbitrio e della predestinazione, peró uno dei segreti che io ho tirato fuori é che loro non sono cristiani e si fanno chiamare cristiani. Si é rivelato questo.

Tu sai che nel mondo, il cristianesimo é terminato con Paolo, quando hanno ucciso Paolo. Ed é cominciato con me quando mi é stato rivelato. Il mondo é stato senza cristianesimo per 2000 anni. Adesso, loro si fanno chiamare cristiani, ma loro sono “cristini”, non cristiani.

Un’altra evidenza: Romani 16:25.

 

“E a colui che puó…”

 

Non colui che vuole, perché molti hanno voluto: Martin Lutero ha voluto, Calvino ha voluto, grandi teologi nella storia, che non sono grandi per niente, peró loro li chiamavano grandi teologi, riformatori. Riformatori di cosa?

Quello che hanno fatto é stato riformare la stessa menzogna e l’hanno convertita in una menzogna maggiore.

 

 “E a colui che puó confermarvi secondo …”

 

Guarda la chiave lí. Ascolta che Paolo dice “il mio”. Tu sai che Pietro aveva il suo e Paolo aveva il suo quindi la chiave per sapere se stiamo nella veritá é codificata nella tua Bibbia, in quella che tu hai letto per tanti anni.

Guarda, quando tu passavi su questo verso c’era un angelo che ti bloccava li: -“Tappagli questo!”- (gli occhi) e tu continuavi a leggere. O quando arrivavi a questo verso, ti dicevano: -“Papi…?”-.

-“Cosa?”- e rispondevi, distogliendo la vista e poi continuavi in un altro verso per far sí che non vedessi, perché questo era codificato per me. Questo era appartato. (Applausi)

Ascolta, questa é la vera confermazione. A me, mia mamma voleva confermarmi come cattolico. Mi diceva: -“Non hai fatto la tua confermazione”- e non potevo perché io sono stato ribelle a queste cose fin da piccolo.

“E a colui che puó convermarvi …”

Questa é la vera confermazione. Quella é la menzogna, quella di Roma é menzogna, puro tradimento. Questa é la tua confermazione e facile da portare.

“…a colui che puó confermarvi secondo… il mio…”

il mio!

“… il mio vangelo e la predicazione di Gesucristo.”

 

E quando Gesucristo aveva predicato? Adesso! Se lui non ha mai predicato! Lui insegnava parabole per far sí che non intendessero… parabole! E Paolo ha cercato di predicare ma gli hanno tappato la bocca perché lo hanno ucciso a Roma, ma ha lasciato il fondamento scritto. Ha detto: -“No, lo lasceró scritto perché non sono io chi deve predicare questo. Aspettate, non giudicate niente!”-.

-“Paolo, ma se tu sei l’apostolo”-.

-“Non giudicate. Lascia che venga il Signore che Lui vi spiegherá questi …”- …questo che ti sto spiegando. (Applausi)

“…secondo la rivelazione del mistero che é stato mantenuto occulto

fin dai tempi eterni ma che é stato manifestato adesso…”

 

tu sai quando é questo adesso? Adesso. Oggi. Ora! Questo é adesso! Perché per quel tempo lá, in quel tempo non si é potuto. Questo é stato scritto per noi e gli si mette il termine “adesso”:

“…ma che é stato manifestato adesso

e che per le Scritture dei profeti, secondo il comandamente del Dio eterno,

é stato dato a conoscere a tutte le genti per far sí che obbediscano alla fede.”

 

Esisteva tutta la gente? No. Era un pugno di gente per quel tempo. Adesso esiste molta gente, piú gente che mai.

Ah, “a tutta la gente”  i prescelti “per far sí che obbediscano alla fede”

E quando si é predicato la fede? Adesso!

“Quando verrá il Signore, troverá fede sulla terra?” Ebbene, guarda, quando é venuto a me, io non ho trovato fede. Osserva che non l’ho trovata dato che mi sono appartato da tutti loro perché quella non era fede.

Fede é quello che stiamo facendo adesso. Adesso sí che é fede senza opere. Pulitino! Fede pura, come deve essere, come deve essere. “Fede e per fede”.

 

Ebrei capitolo 9, verso 28:

“Cosí anche Cristo é stato offerto una sola volta per togliere i peccati di…” … tutti? “…di molti…”

 

Questo é un altro mistero che abbiamo spiegato, che non é per tutti, é per molti. Cristo non é morto per tutti, Cristo é morto per molti. E molti sono molti e tutti sono tutti!

Adesso, tutti i molti verranno ma non tutti gli uomini: tutti i molti.

 “…e apparirá…”

 

Manifestazione pubblica. Apparirá. Lo vedremo.

 

“…per la seconda volta…”

 

Lo stesso che é morto “apparirá per la seconda volta…”

 

“…senza relazione con il peccato…”

 

La storia ci dice che in nessun momento, in duemila anni, é stato presentato un ministero che dica: “Non c’é peccato” … ma nessuno!! E perché adesso possiamo intendere: “senza relazione con il peccato”?

Ascolta, quando il Signore mi é apparso, che é venuto a me nel ’73, Lui é venuto cosí (avanzando di fronte verso di lui -ndt) e si é integrato e non l’ho piú visto. Peró io parlavo con Lui: -“Ascolta, dove sei?”-  ed é successo che mi si é messo… si é integrato nella mia carne. Questo é un mistero, che sto pensando, magari Cudriz, che domina tanto questo vecchio patto, questo deve stare nascosto in qualcuno dei profeti, questa integrazione i cui, in un uomo giá cresciuto, si metta Colui che abitava in luce inaccessibile. Colui che abitava in luce inaccessibile gli si mette e si integra alla sua persona.

E quindi, io guardavo e questa voce, che é la voce dei ricalchi, quella che tu ascolti tutti i mercoledí, questa voce mi diceva: “Guarda Romani capitolo 6”.

Ció che é comico di questo é che solo adesso  io lo intendo tanto bene e intendo quello che mi é successo, perché i ricalchi io non li studio, ossia, io non me ne vado in una stanza… io, se arriva il mercoledí e circa alle 4:00, ebbene, arriva un momento nel quale io so che devo parlare con voi. Quindi io mi siedo ad un tavolino che io ho lí e a volte mi addormento, a volte in quel tavolino comincio ad aspettare: -“Padre, di cosa parleró di cui non si sia giá parlato? Cosa vuoi dire al Tuo popolo?”- e quindi, a volte io mi addormento sulla Bibbia stessa! Bene, quando sto cosí, a volte mi porto persino un cuscinetto che io ho, perché so che mi puó dare sonno lí, mentre arriva.

Peró, a me é arrivata cosí la rivelazione. Quando mi si é manifestata cosí, ho udito la voce che mi ha detto: -“Cerca Romani 6”- e quindi, lí io ho letto che diceva: “…perché sei morto al peccato”.

E quindi, io domandavo alla voce: -“Cosa significa questo, che sono morto al peccato?”-

Mi diceva: -“Ebbene, se sei morto al peccato, vuole dire che non ti si puó trovare in peccato”-.

-“Che non mi si puó trovare in peccato?”-

-“Sí, perché tu stavi in peccato e adesso sei morto al peccato”-.

E quindi, poi ho compreso, guarda quello che dice Romani 10:4, poi ho compreso questo:

 

“Perché la fine della legge é Cristo,

per la giustizia a chiunque crede.”

 

La fine di cosa?

E se non c’é legge, cosa succede al peccato?

Guarda quello che dice Romani 7, verso 8… ahi, che bello! Guardalo lí:

“Ma il peccato, prendendo occasione dal comandamento,

ha prodotto in me ogni  desiderio, perché senza la legge…”

cosa succede al peccato?

“…il peccato é morto.”

 

Ascolta, questo é chiaro?

Tu devi essere…. io non mi azzardo ad usare questa parola… bisogna essere ben velati per non intendere questo! Dico, qui dentro tu non puoi stare velato perché tu sei un prescelto per intendere ed illuminato. Va bene che lá fuori, in giro, la gente dica: -“Come che non c’é il peccato?”- perché loro non intendono un tubo… come dicono in giro.

Loro non intendono, dicono: -“Guarda, lui dice che non c’é peccato: e i crimini?”- perché loro non vedono quello che Dio dice, quello che vedono loro sono le menzogne che fanno gli uomini in giro.

Tu ed io vediamo quello che dice Papá. Papá dice che “la fine della legge é Cristo”, vuole dire che Cristo ha messo fine alla legge ed il peccato senza la legge… cosa gli succede? É morto!

Guardalo lí. Dico, questo é ció che dice lí, io non so se tu sai leggere… lí dice:

“…perché…” guarda: “…perché senza la legge, il peccato é…”  come?  “…morto.”

 

Quindi, io posso dire che tu sei un peccatore?

E cosa fanno i cattolici, chiamando al pentimento?

E cosa fa un prete con un confessionale: -“…raccontami i tuoi peccati…”-   raccontami i tuoi peccati??

-“Guardi padre, che é che io ho peccato il tale giorno e il tale giorno, e il tale giorno e il tale giorno”-.

-“Ah sí? Ebbene fatti quattro Padre Nostro”-.

Da dove ha tirato fuori questa menzogna di “…quattro Padre Nostro” SE CRISTO HA MESSO FINE ALLA LEGGE!!  BUGIARDI!

(Ovazione)

E poi vogliono che uno li rispetti: -“Rispetti le nostre religioni…”-.

LA RELIGIONE NON SI RISPETTA, SI SCOPRE LA VERITÁ. SI DICE LA VERITÁ, SUCCEDA QUELLO CHE SUCCEDA, CAZZO!! (Ovazione)

É GIÁ SUFFICIENTE L’ABUSO SU DI NOI! É GIÁ SUFFICIENTE LA MENZOGNA! (Ovazione)

CHE AMINO LA VERITÁ: CRISTO HA MESSO FINE ALLA LEGGE!!

 

Perché in una messa della domenica non gli dicono ai fedeli: -“Guardate, il nostro Cristo, il Cristo… questo che presentiamo qui, questo Cristo che c’é qui, Colui che Lui rappresenta, ha posto fine alla legge e, al togliere la legge, il peccato é morto!!”-.

NON C’É PECCATO! NON C’É PECCATO!! (Ovazione in piedi)

…ascolta: come si sente bene uno quando dice la veritá. Abba Padre!

Pentecostali, bugiardi! Umiliando la gente: -“Passino davanti coloro che stanno in peccato!”- quale peccato??

QUINDI, COS’HA FATTO CRISTO CON LA CROCE? COS’HA FATTO QUESTO SANGUE VERSATO?

Bugiardi! Abusano, calpestano il sangue di Cristo tutte le domeniche nelle loro chiese. E tu lí come un tontolone, credendo a queste menzogne… SVEGLIATI!!

(Ovazione in piedi)

RICEVI LA VERITÁ!

(Ovazione in piedi)

 ABBA PADRE!

(continuano gli applausi)

ABBA PADRE!!!!!

Ascolta, e poi dicono: -“Rispettate le nostre credenze…”-

É come se facessero uscire dalla tomba il diavolo e mi dicesse: -“José Luis, rispettami!”-

-““Rispettami”? Ci sará una ragione perché ti hanno eliminato e ti hanno ucciso!”-.

Fratello, guarda: a me nessuno mi metterá a tacere, mi devono uccidere, che sarebbe l’unica maniera … se possono! Ma a me nessuno… guarda: io sono nato per questo!! (Applausi)

Se io sono nato per questo, sono nato per questo! Guarda, una delle cose per le quali io felicito il diavolo é che lui era tanto ben realizzato, che Dio lo ha fatto per distruggere e, quando lo ha scoperto, ha detto: -“Ebbene, lasciami essere il miglior distruttore”- ed ha fottuto l’umanitá. (Ovazione)

EBBENE, IO SONO VENUTO PER BENEDIRE L’UMANITÁ E NESSUNO MI VA A TAPPARE LA BOCCA. (Ovazione)

 E se io non parlo, le pietre parlano! (continuano gli applausi)

PERÓ, NON C’É PECCATO, NON C’É DIAVOLO, NON C’É INFERNO. QUELLO CHE C’É É PURO VANGELO, IL VANGELO DELLA VERITÁ, OCCULTO DA DUEMILA ANNI FINO A QUESTO GIORNO.  (Ovazione)

Non lasciarti intimidire. Illumina i tuoi vicini, parla con la veritá.

Guardalo lí, centomila salvadoregni udendo lí la stessa menzogna da duemila anni, la menzogna che li ha impoveriti, la menzogna che li ha fatti ammalare. La religione é l’oppio dei popoli. Li tiene idiotizzati e non possono neanche leggere la loro propria Bibbia. Ce l’hanno persino in spagnolo, si trova in qualunque luogo una Bibbia, ma non hanno occhi per vedere né udito per ascoltare. Sono ciechi. Sono ciechi!!

L’ ALTERNATIVA É LA SECONDA VENUTA DI GESUCRISTO UOMO.

IO SONO GESUCRISTO UOMO. (Ovazione in piedi)

L’INGANNO DELLA CIRCONCISIONE

.

 .

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

12 di settembre del 2012

C’è un verso biblico che a me ha sempre chiamato l’attenzione e si trova nella Prima carta ai Corinzi capitolo 13, versi dall’ 8 al 13.

Andiamo a dargli lettura e ad apprendere da lì. Quando ce l’avete tutti, dite: -“Alleluia…”-…

 

Nooo! È:  -“Abba Padreeeeee….”-          

 

E pensare che tu dicevi “alleluia” prima. Tu sai come dicevi? Tu dicevi (in tono mistico):  -“Alleluia…”- ma quando tu vieni illuminato dici: -“Questo non si può già più dire!”-

 

“L’ amore non avrà mai fine;

ma le profezie termineranno…”

osserva: futuro!

Perchè Paolo sapeva che avrebbero continuato a dare profezie. Di fatto, lui ne fa una qui, lui stesso, perchè c’era occasione:

“…le profezie termineranno e cesseranno…”

cosa?

“…le lingue…”

Le lingue? Osserva: “…ma quando arriverà ciò che è perfetto…” guarda quello che dice:

“…e cesseranno le lingue e la scienza…”

cosa?

“…terminerà…”

 

Questa scienza è la legge, perchè la scienza non è terminata:

“Perchè imperfettamente conosciamo e

imperfettamente profetizziamo ma…”

guarda quello che dice:

“…ma quando verrà ciò che è perfetto,

quindi quello che è imperfetto terminerà.”

 

E che cos’è imperfetto? Le profezie, le lingue!

 

Ma, in sè, io pensavo che quando diceva: “…quando verrà ciò che è perfetto” parla di  quando verrà il finale, quando terminerà tutto l’evento. E in quel tempo pensavamo che Cristo veniva e terminava il mondo, e scoppiava, ma Paolo ha detto lì: “…quando verrà ciò che è perfetto…”.

Adesso: cos’è ciò che è perfetto? Dice che le lingue sarebbero terminate ed è vero: già noi non parliamo in lingue! Sono cessate. In questo ministero sono cessate perchè presentarsi qui a parlare in lingue è uno show che non è molto benvenuto, qui.

Chi impressioneresti con questo? Osserva, ascolta quello che ti dico: Paolo dice che quando uno parla in lingue, parla direttamente a Dio e dice misteri e qualcuno può dire:

-“Ascolta, ma è ben importante!”-

però, a cosa ti serve parlare con Dio, se Dio lo conosce: e tu lo conosci?  Tu resti senza frutto! Dice che quando tu parli in lingue, in una lingua sconosciuta, in una lingua angelicale, del tuo angelo perchè tu sei un angelo dentro… tu sei un angelo!

Sì, perchè c’è gente in giro che dice:  -“Questa gente dice di essere angeli”-…

Zucconi! E cosa devi essere, un cavallo? Spirito e angelo sono sinonimo: siamo tutti angeli, questo cade dalla pianta (modo di dire: è evidente! -ndt). Questa è una scuola domenicale qui, per bambini.

-“No, no, io non sono nessuno angelo”- guarda quello che dicono:-“Io non sono un angelo”-

Se non sei un angelo, quindi sei un figlio di perdizione… e ancora: un figlio della perdizione è un angelo della perdizione! Non puoi negare la tua identità, benedetto.

Adesso, osserva questo: tu sai perchè quando sarebbe venuto ciò che è perfetto le lingue sarebbero terminate? Perchè sarebbe venuto un tempo nel quale il Figlio dell’uomo sarebbe arrivato con la mente di Cristo e ci avrebbe dato i misteri delle parole ineffabili. E quindi, questi misteri delle parole ineffabili sono quelli che tu prima dicevi in lingue e non li comprendevi.

(Applausi)

Hello!!! È per questo che tu già non parli in lingue, se tu già lo sai in spagnolo!! Che cosa meglio che in spagnolo?? Abba Padreeeeeee…!

(Applausi)

Immaginati, arriva un pentecostale lì per lì a dirmi:

-“Rakamasama, racatamamacaaaa”- (parlando in lingue)…

…ed io gli direi:

-“Ma guarda, è meglio se mi dici Colossesi 2:10, che “…in Lui siamo completi”  e non ci manca niente…”-

Qui un pentecostale si spaventa. Qui la Chiesa Pentecostale è bambina, è per questo che Paolo diceva:

-“Voi siete bambini in Cristo, vi ho dato da bere latte, perchè non eravate idonei nè ancora lo siete” -.

Paolo non poteva parlare con questa gente, per questo alla chiesa dei corinzi lui parlava della “Santa Cena”,  del fatto che il capello lungo nella donna è simbolo di autorità ma stava parlando con carnali.  Stava parlando con gente che non conosceva le parole ineffabili, guarda: che se la passava parlando in lingue… e lingua viene e lingua va. E lui ha detto loro:

-“A cosa serve questo? Se la lingua non ha interpretazione, a cosa ti serve parlare in lingue?”-

 

Ci sono i cattolici  carismatici adesso, con il giochino delle lingue:

-“Tikitikitikijirikitiki”-…

Questa è una bambinata… questo è terminato. Immaginati che saltino fuori qui, come fanno in quelle chiese, “danzando” e “parlando in lingue”, immaginati… noi diremmo:  -“Guarda: blocca quel “passero strano”-.  Ma, le lingue sono un dono, quello che succede è che ha duemila anni di ritardo…     vecchio, sì… he he he…

Quindi, continua dicendo… verso 11 della Prima ai Corinzi 13:

“Quando io ero un bambino…”

vedi? Bambino in Cristo:

“…quando io ero un bambino, parlavo come un bambino,

pensavo come un bambino, giudicavo come un bambino;

ma quando sono diventato uomo,

ho lasciato quello che era da bambino.”

Ascolta questo:

“Adesso vediamo come in uno specchio…”

Duemila anni fa. Ah: e brutti specchi! Specchi lucidati di quelli che era una cosa che si usava per riflettere ma che tu non ti vedevi nitidamente come quegli specchi che usano le donne, con lo specchio a ingrandimento che si vedono lì il minimo… questo non era così: era uno specchietto e ben opaco.

Dice, verso 12:

“Adesso vediamo come in uno specchio,

oscuramente…”

 

ha detto Paolo

“…ma allora…”

…quando verrà ciò che è perfetto… osserva che ciò che è perfetto è arrivato con la venuta di questo ministero: nel 1973 la perfezione si è affacciata alla terra.

Quando verrà ciò che è perfetto, guarda:

“…poi vedremo a faccia a faccia.”.

 

È per questo che adesso, tu non devi cercare Dio sulle nuvole:

-“Dove sta Papà Dio?”-

-“Ma se è a faccia a faccia!!”-

(Applausi)

Ascolta questo, dice in quel tempo:  -“Ascolta: conosco imperfettamente…”

 

 

“…ma poi conoscerò come sono stato…”

cosa?

“…conosciuto…”

tu ti sei già conosciuto “come sei stato conosciuto”?

Tu sai che io oggi stavo leggendo lettere che voi mi scrivete, che io so che è l’espressione di quello che è successo in voi, ed io le leggo e noto che la maggioranza…  e da persone che sono qui da anni… mi dicono:  -“Quando Lei mi ha preso nelle Sue braccia, ha sanato tutte le mie ferite e sono stata saziata”-

…una benedetta che sta qui da 10 anni. Però, quasi tutte sono uguali:

-“Io sentivo un vuoto, io non sapevo chi ero, io mi sentivo così, mi sentivo allontanato…”-

Bene, è che questa parola riempie dei vuoti tanto grandi nella vita delle persone, che è per questo che la religione ha fatto tanto danno, perchè la religione ti dà di tutto meno la tua identità spirituale. La religione lavora esternamente:

-“Non ti mettere… non ti togliere… non gustare… non toccare… non usare… attento a come ti vesti… guarda se il pantalone è corto, se la gonna…”-.

Tu sai: tutto è di fuori… adesso: ciò che è perfetto è dentro ed è lì dove la religione ha fallito! Per duemila anni, nessuno era arrivato all’interno di una vita! Nessuno! Nessuna religione era arrivata all’interno, perchè il Signore aveva riservato questo per Sè stesso. Lui era chi veniva ad EDIFICARE la chiesa!

Lui lo ha detto, Lui lo ha detto… di più: quando era ancora nella carne, lo Spirito che stava in Gesù di Nazaret ha detto: -“Io edificherò la Mia Chiesa”-.

Lui non ha detto:  -“Un altro…”-.  Ha detto:

-“IO! Guarda: questo che tu hai detto Pietro, sulla base di questa confessione che tu hai detto IO EDIFICHERÒ LA MIA CHIESA”-.

Vuole dire che già lo Spirito che stava in Gesù di Nazaret sapeva che si sarebbe manifestato in questi tempi e Lui è chi sta edificando la chiesa.

 

(Applausi)

“E se il Signore non edificasse, invano lavorano…” vuole dire che è per questo che l’uomo, fino ad oggi, non ha potuto edificare nessuna chiesa. Come questa, nessuna!

Quindi, cosa succede? Il fallimento della religione è fare infelici le persone per duemila anni. La persona non ha identità.  Guarda, quando tu gli aggiusti l’identità ad una persona, anche se non ha denaro, lui sta in un’aspettativa nella quale, nonostante stia in una situazione, (dichiara):

-“Io so che questo è passeggero!!”-

perchè non solo ti identifica nel tuo interno ma ti dà il materiale per parlare con le circostanze che ti circondano:

 

-“Questo è leggero e passeggero… Dio ti porta sempre in trionfo… chiamando le cose che non sono come se fossero…”-.

 

(Applausi)

Alcuni di voi hanno avuto il privilegio di rimanere senza denaro, per imparare: quando io sono arrivato qui, negli Stati Uniti, immaginati… io sono arrivato a alloggiare nella casa di alcuni miei famigliari… mia sorella, quella che mi segue, è sposata con un cubano e quindi, quando Dio mi ha detto di venire qua, a Miami, quando mio Papà mi ha detto: -“Vai a Miami”-  ebbene io li ho chiamati e ho detto loro:

-“Ascolta, quella stanza che voi avete nella parte di dietro…”-

…che questi si chiamano“in laws apartment” perchè li usano i suoceri e nella loro casa c’era questa stanzetta.

Quindi, io ho detto loro: -“È vuota?” e mi hanno detto: -“Guarda, si libera questa settimana”-

-“Riservamela lì!”-

E quindi, il comando di Papà è stato: -“Vai lì, a Miami”-  ed io sono arrivato. Immaginati: con cinque figli, in sette in una stanzetta. Ma l’idea era arrivare, non come ci arrivavo, l’importante era arrivare!

Quindi, io stavo raccontando a loro che io non avevo niente… di più: io ho visto un miracolo tanto grande che quando io sono andato all’aeroporto con tutta la mia banda per comprare i biglietti, la signora che c’era… quando c’era la “Eastern Airlines” (linea aerea)… la signora mi ha dato un biglietto. Ha strisciato la carta (di credito) ed ha approvato un passaggio, quindi io le ho detto:

-“Ma questo vale per tutti?”-

-“No, no, questo è per lei. Ah, (viaggia) anche la famiglia?”-

-“Sì”-.

e siccome era tardi, lei non ha verificato nuovamente il credito, osserva, perchè me ne aveva dato uno, quindi mi ha venduto gli altri passaggi e mi ha detto: -“Ok, firmi qui”- ed ho comprato gli altri sei passaggi ma il mio credito era circa di cento dollari ed io non so neanche come è passato il mio. Io in fede, camminando lì… he he he…

(Applausi)

Ascolta… e quindi, quando sono arrivate le feste natalizie, che io mi vedo con cinque bambini, e in famiglia stiamo uniti perchè è natale e nella stanzetta di dietro, ebbene ci riuniamo tutti ma mio cognato aveva denaro, tu sai: un uomo d’affari prospero, in abbondanza… e aveva con un alberone di natale e tutti i figli con macchinine e giocattoli. E io ne avevo cinque e avevo circa cinquanta dollari, così che dovevamo stare in quei cinquanta.

 

Ma che ancora non era arrivato il momento, ancora c’era tempo, dico: non si può… qui non si canta mai sconfitta! Perchè tu vuoi comprare i giocattoli già nelle prime settimane ma se arriva il 20? E se arriva prima? L’ idea è che arrivi ma il nostro viso è che: “…tutto va bene!!”  sì!! Mai dimostrare che c’è necessità: -“Guarda, aah!”- no, no… perchè così nooo!! Perchè poi l’angelo dentro ti si confonde. Tu, per impressionare gli altri, dimostrargli che sei così tribolato e poi l’angelo dice: -“Comeeeee?? Che cos’è questo???”-   perchè il tuo angelo ti sta vigilando!! E guarda: i miei cognati neanche se ne sono resi conto.

-“Ragazzi, sono appena arrivato dal Porto Rico”-

e per poco neanche arrivo, ha ha ha… per poco neanche arrivo! E quindi, quando abbiamo aperto la mail (abbiamo trovato un messaggio):  “Questa è una promozione gratuita di Sears”  …loro mi avevano cancellato la carta perchè il mio credito si stava rovinando… tu non vedi che io ho lasciato tutto? Quindi, mi stava rovinando il credito e me l’hanno cancellata! Però, quando mi hanno risposto di nuovo, sembra che il computer si sia confuso e mi ha dato un credito di cinquemila dollari!! Ed io ho detto (a mia moglie):

-“Attenta a come usi questo, ma qui ci sono i regali per tutti i ragazzini!!”-.

(Applausi)

Vuole dire che questi misteri non solo ci identificano e ci danno identità ma ti danno materiale per lavorare con le circostanze. Dico: se hai misura! Se non hai misura ti affoghi in un bicchiere d’acqua:

-“No, che questo non funziona, che questo è un inganno. L’Apostolo ha un aereo ed io non ho neanche una bicicletta…”-.

Ma è così che lavora la mente, immediatamente ti confronti, vedi? E affoghi!! E ti dimentichi che, a volte, la mia famiglia ha avuto una macchina che i miei bambini dicevano:

-“Papi, non venire ad aspettarmi davanti alla scuola con questa macchina. Fermati all’incrocio prima della scuola e noi camminiamo, perchè gli amichetti non mi vedano con questa carriola”-.

Dico, tutto ha il suo tempo!  Tu ha il tuo tempo, ah? He he he …

(Applausi).

Paolo ha detto che l’operaio, come l’ agricoltore (prima) deve seminare e poi raccoglie.

Tuttavia, osserva l’opportunità che Dio mi stava dando: io, Gesucristo Uomo, arrivando dovevo essere anche rinnovato. Io sono anche stato il primo cristiano: non c’era cristianesimo nel mondo fino al 1973.  Hello! Io sono stato il primo!! Io sono stato il primo che ha cominciato ad intendere questa nuova fraseologia del regno e quindi hanno mandato me a metterla in pratica.

Nello stesso modo vi stavo raccontando che una volta mi ha venuto il “Poison Ivy” (orticaria -ndt), quella malattia della pelle, io non so come dirlo in spagnolo, ma è una pianta che ti da da… ah?  Ortica. E questo picchia duro il corpo. Ebbene, questa è la cosa, che ha cominciato a venire fuori e mi ha preso tutta la gamba, tutto il petto. E quindi io dicevo:

-“Fino a che non mi prende la faccia, io mi metto un vestito e nessuno la nota”-

Ma era al rosso vivo. Questo è forte!

E quindi io dicevo:

-“Che non mi prenda la faccia, perchè poi non posso predicare, immaginati: tutto gonfio, parlando di prosperità e sanità e io vado con la faccia gonfia”-.

No, ed io anche quando sono malato, io predico salute, anche se si manifesta, ma cosa ne sapevo? Io stavo cominciando in quei tempi, immaginati:

-“Guarda: il gran predicatore di salute ed è gonfio” -.

Ossia, che io ho dovuto metterla in pratica.

Ed mi ricordo che era giovedì e la domenica dovevo andare a predicare e stava già  salendomi per tutto questo lato qui. Ragazzi, io mi sono inquietato tanto ed io ho detto:

-“Guarda corpo, ti darò un’ordine: tu non mi devi più umiliare!! Io ti dichiaro…”  mi sono dato persino uno schiaffo  “ti risani, guarda!!”-.

Dico, a volte ci sono delle piccole inquietudini lì, che ti prendono.  Cos’è successo? No, cos’è successo? Che non è successo: se n’è andato e sono rimasto sano ed io ho detto:

-“Ah, aspetta…”-

ossia, sono orecchiette (spunti) che lo Spirito ti va dando lì.

Quindi, questa salute io ho cominciato a coltivarla. Io lo faccio persino in prevenzione.  Io non aspetto di essere malato per stare confessando salute. Io mi alzo alla mattina:

-“Sono sano, sono completo…”-  

E sempre lì, fino adesso: io non ho neanche l’assicurazione medica, è così per fede.

Io vivo in fede, io vivo in fede di quello che c’è scritto ma dal medico non ci vado, ragazziiiiiiiiii!

Nonostante io veda l’inferno ardente, come dicono per di lì, nonostante io veda fuoco!! Io lì non ci vado perchè è che già non ci posso andare. Dove io sono arrivato, già non posso negare questo. Bene, però questi sono altri venti pesos (modo di dire: questo è un altro argomento -ndt).

Andiamo a vedere Tito 1:10, che lo abbiamo letto un milione di volte, però andiamo a cercare qual’è l’inganno della circoncisione. Qual’è? Perchè dice che quelli della circoncisione, ossia  gli undici apostoli, il messaggio di Gesù di Nazaret, il messaggio dei cattolici, di tutti i protestanti nel mondo… quello che si predica in giro è un messaggio che confonde.

Crescendo in Grazia è esente da questo. Qui si predica solo, unicamente ed esclusivamente l’incirconcisione senza aggiungerle nè toglierle.

Adesso, dice in Tito… Paolo parlando a Tito, ha scritto questo:

“Perchè ci sono molti ribelli, chiacchieroni di…”

cosa?

“…di vanità…”

Io osservavo: “…chiacchieroni di vanità…” tu ti ricordi quando a te dicevano:

-“No, che quando venga il Signore, io camminerò in strade d’oro e mare di cristallo?”-

Però, non sopportano un orecchino qui, perchè l’oro è peccato e vanità.

E tu ti ricordi quando ci ingannavano con queste parole gonfiate:

 “Più in là del sole, più in là del sole…” (…mentre sto morendo qui…) “…io ho una casa…” (però qui non ho niente)…

Ti ricordi di queste canzoni?

Chiacchieroni di vanità!! Parlavano sempre così: -“…quando il Signore…”-, quando questo fosse terminato poi sarebbe venuto un mare di cristallo.

Un mare di cristallo? Perchè dovresti volere un mare di cristallo? Io mi immagino che lì non ci siano pesci, nè sale perchè se è di cristallo…  strade d’oro? Perchè dovremmo volere strade d’oro? Cosa pensi di fare, di portarti un’automobile lì e insudiciare l’oro? Sì, perchè loro pensano così: io ho sentito in TBN, che è un canale di prestigio, io ho sentito un pazzo dire che lo hanno portato in cielo e il Padre era alto circa 1 chilometro ed il Figlio era della statura dell’ essere umano, Gesucristo. E che quindi Gesucristo gli ha detto:

-“Vieni che ti mostro…”-

e lo ha portato e c’era un ascensore che era tutto di diamanti e i pulsanti erano diamantoni. Però, qual’è l’ idea di una cosa simile? Questi sono chiacchieroni di vanità. Parlano sempre di cose vanitose che non hanno niente a che vedere con il vangelo della incirconcisione ma, siccome la circoncisione sta sempre sognando… ti ricordi che Giovanni vedeva sempre laghi di fuoco e zolfo? Perchè dovrebbero prendere il tuo spirito e metterlo in un lago di fuoco e zolfo se gli spiriti non si bruciano? Lo spirito è intangibile ma il fuoco del quale parla lì è il fuoco che tu conosci, che duole, che brucia, che ti fa vesciche e ti gonfia.

Quindi qual’è l’idea? Ossia, non hanno senso questi spaventi che ci dà la circoncisione. L’ inferno di Dante, quando tu vedi le anime del purgatorio e un tridente così, un diavolo di quelli, con la pelle color carbone, con delle corna così…

ma se la Bibbia dice che Satana era un angelo bello, una creatura di Dio. Dio non fa “passeri” così!

Quindi, questa gente… “chiacchieroni di vanità, ribelli” che: -“La vergine è apparsa e ha un messaggio che è nascosto, che non ce lo vanno a dire…”- queste sono tutte paure e tutte queste cose e tutte queste vanità: sono chiacchieroni di vanità.

Io sono stanco di questo, di ascoltare questa gente che dice vanità, menzogne e cose …

L’Arcangelo Michele che calpesta un serpente grosso così…: simbolo, tutto questo è simbolo.  E la gente, immaginati, intimorita… quando uno è bambino, che uno ascolta tutte queste cose, queste cose prendono il bambino e lo vanno ingannando, la mente gli si va riempiendo di timore, e quindi, improvvisamente vedono il prete che viene tanto rispettoso e… poi le esperienze che  hanno a volte con questi preti.

E la  “madre suora” che ti prende e se tu sei mancino ti fa scrivere con la mano destra: ragazzi, io sono destro e non posso scrivere con la mia mano sinistra perchè io sono destro, anche se cerco di farlo così… fai degli scarabocchi tremendi!

Bene, queste esperienze, voi che avete studiato in collegi cattolici… e le ipocrisie!! Questi sono i ragazzi che escono da questi collegi cattolici e non vogliono saperne di religione, per le cose che hanno visto lì.

Torniamo al verso 10:

“Perchè ci sono ancora molti ribelli,

chiacchieroni di vanità ed ingannatori…”

ascolta questo!

“… e ingannatori, soprattutto della CIRCONCISIONE.”

Sì, perchè c’erano i sadducei, c’erano i farisei, c’erano una serie di brutti… ma qui sta parlando di quelli della circoncisione, gli undici apostoli di Gesù di Nazaret sono i maggiori ingannatori, cominciando da Pietro. E questo Giovanni? Guarda che Giovanni diceva che Gesucristo era un avvocato. L’ idea è che loro non trovano la maniera di presentarti completamente perdonato. No, l’idea è:

-“Sì, Lui ti ama e ti perdona, però ritorna per un altro pochino”-.

Giovanni dice:  -“Se qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato con nostro Padre, il Signore Gesucristo…”-

 

E da quando, Cristo è avvocato se lui ha risolto il caso duemila anni fa! L’ idea è come mantenerti ingannato e ammaliato: attualmente il mondo sta così.

Tu hai visto tutti questi pastori che ci criticano? Non possono fare di più. Uno vorrebbe che fossero a volte più normali o che intendessero di più ma loro non possono dare di più. Tutti questi pastori, tutti quelli di Miami, parliamo del nostro territorio: io non ne ho visto uno normale!

Continuiamo con il verso 11, guarda quello che dice:

“…ai quali è preciso tappare la bocca…”

“Preciso”, osserva, sta dicendo come gli si può tappare la bocca: adesso viene un “scotch tape” (nastro adesivo) di quelli di alluminio… ma questo è già mancargli il rispetto, vero?

“…che confondono case intere…”

Come fanno a non confondere la tua casa?  Ti confondono! Questa gente ti confonde, poco a poco ti va confondendo.

Tu vai dal pastore:

-“Pastore, guardi che questo…”-

-“Tu hai digiunato?”-

-“Io? Io soffro di un dolore di testa che se digiuno devono portarmi al cimitero”-

-“No, quindi devi digiunare! E tu hai letto la bibbia ultimamente?”-

-“No, non ho potuto, ho avuto un dolore di testa, sono stato tutto confuso”-

-“Ah, ebbene, se tu non stai leggendo la Bibbia, ti entrano i demoni”-

-“Porca miseria! Adesso sì!! Ti entra cosa?”-

-“No, perchè Satana sta…” ascolta questo: “…Satana sta come leone ruggente! Quindi per poterti mantenere fuori dai demoni, tu devi pregare e leggere la bibbia, che è l’unica cosa che ti può mantenere!”-…

 

quindi, la cosa ti si complica… vedi? Comincia a confonderti e cominci a sentire rumori, perchè la carne è sotto incantesimo. Uno degli attributi della carne è stregoneria e quindi, improvvisamente, fai un sogno di quelli brutti che ti è apparso un serpente che quasi ti mordeva e comincia a lavorare la confusione, e arriva il momento che c’è gente che se ne va dalla chiesa e attento a parlargli di religione che ti dice:

-“Non mi parlate di questo!”-

perchè questo messaggio confonde!

Torniamo di nuovo al verso 11:

“…che confondono case intere…”

Mi immagino che se danneggi una casa, due o tre, poi segue la città intera. E se continui per duemila anni ad ingannare 2 o 3 famiglie, quando vai a vedere hai quasi un mondo confuso… che è quello che è successo.

Ed è il nostro lavoro tappare la bocca a tutto questo sistema cattolico, romano, protestante! Tutto! Bisogna tappare la bocca a tutti. Il progetto è GLOBALE!!

Dico, e non pensare che lo farà Josè Luis. Mio Papà, colui che dimora in me, Lui sa come farlo, Lui ha i Suoi metodi e le Sue cose. Guarda, a causa di un errore che è stato commesso lì, si è manifestato che ho parlato lì a quattro milioni (di persone) in un momento. Quattro milioni!!

Ed hanno litigato per darci questo tempo, considerando che questo costava un capitale, sarebbe costato (un capitale e ce lo hanno dato) persino gratis. Una domenica nella notte, “prima serata” (orario di maggior audience). Ebbene: è Papà quello che organizza questo.

 

Questo io non lo posso governare. Io, Josè Luis, non posso governare questo, però mio Papà, che è tuo Papà, è quello che sistema tutto quando Lui vuole!

Adesso, guarda quello che fa, qual’è il proposito di questo insegnamento, verso 11:

“…insegnando per guadagni disonesti

quello che non conviene.”

 

Sì, perchè quando tu dai la decima a questa gente, e gli dai offerta, è (guadagno) disonesto perchè non ti stanno dicendo la verità e tu gli dai denaro perchè continuino a mantenerti nella menzogna.

Guarda: oggi è uscito nelle notizie un altro sacerdote lì abusando ma io ricevo che, se non si svegliano in tempo, che loro stessi si distruggano! Che loro stessi, poco a poco si distruggano, ma questo va in terra: l’angelo che ha confuso Giovanni gli ha detto che in un giorno la gran puttana, i trafficanti della terra, avrebbe pianto.

 

Che altro è rimasto lì della circoncisione?

“…insegnando per guadagno disonesto

quello che non conviene.”

 

Quindi, quello che offrono è un futuro incerto. Ah, e loro non sanno quello che succederà.

-“Finisce il mondo?”-

-“Sì, finisce!”-.

-“E, come sarà?”- 

-“Fuoco e zolfo scenderanno dal cielo”-

-“E la promessa che i miti erediteranno la terra?”- 

-“No, no, no, la terra arderà in fuoco!”-

-“Però… e non dimoreremo con Lui qui, per sempre, con corpi glorificati?”-

-“No, no, però prima viene un’ esplosione e vengono mille anni di tribolazione”-.

Guarda, questa gente non sa nè quello che crede, nè quello che afferma. Osserva se non è così, che tutti i corsi che ci sono a proposito del libro dell’Apocalisse, sono tutti diversi. Tutti i collegi di teologia negli Stati Uniti, Londra, Germania… in tutti i luoghi dove sono, tutti differiscono sull’ Apocalisse. Tutti! Cioè, che questo non è chiaro.

Bene, se lo stesso Giovanni dice: “Ho visto e non ho capito; ho udito e non ho compreso” che cosa possono comprendere coloro che lo stanno studiando? Immaginati!

(Applausi)

Fratello, è con questo che stiamo lottando, con il serpente ingannatore della circoncisione, del falso vangelo di tutti i protestanti, tutti: pentecostali, battisti, carismatici, mormoni, tutto! Tutto quello che si predica in giro, non è il vero vangelo, questo tu devi averlo chiaro. E noi abbiamo le prove tanto chiare. Noi siamo irrefutabili, ossia nessuno può venire da noi con una storiella.

Ah, e loro credono che parlando male di me e mettendo dubbi, tu te ne vada da qui. La tua fermezza, guarda, la fermezza, al contrario, fa che ti rinsaldi ancora di più! Se fossero saggi non toccherebbero più il tema perchè al toccarlo, a noi funziona come quella pellicola dei “Gremlins” che li bagnavano e si moltiplicavano.

(Applausi)

A noi non possono tirare acqua perchè ci moltiplichiamo!! E continuiamo saldi! Continuiamo saldi!!

E guai a voi, ve lo dico per Internet, guai a voi, perchè presto vedrai, a causa del tuo ventre, per non rinunciare ad un salarietto, molto poco denaro per la verità! Non hai i pantaloni, nè la gonna! Non hai… guarda: non dai valore alla verità e preferisci, per un piatto di lenticchie, vendere questa primogenitura che Lui ha comprato con prezzo di sangue.

E lo pagherai, sai con cosa? Non ereditando le promesse del Signore!

Guarda che te l’ho detto, non sto giocando!!

Viene la trasformazione e tu rimani qui. Io non ho detto che ti perderai, (ho detto) che rimarrai a guardare noi trasformati. Poi ci sarà un’altra raccolta per te, però lo soffrirai.

(Applausi)

 

Coloro che intendono saranno tutti trasformati. Tutti coloro ai quali ho rinnovato la mente! Guarda che te l’ho detto!! Abba Padreeeeeee….!

(Ovazione)

Si perderanno la trasformazione, non perderanno la salvezza ma la trasformazione senza una mente rinnovata lì non entri. Sì, lì ci sarà il pianto e lo stridore di denti. Tu sai che cosa significa che viene la trasformazione e tu resti lì “deslembado” (eleto – dialetto boriqua: che ti sei distratto, hai perso il treno -ndt), come dicono in Porto Rico:

-“Cos’è successo?”-

Per poi dire: -“Guarda Signore, io a volte ho pensato che potessero avere ragione…”-

 

No, no, no: è adesso! È adesso che l’ arca sta per chiudere la porta… l’acqua sta salendo, è adesso che tu devi saltare lì…

(Ovazione)

(Iniziando questo anno 2007, continuiamo a cantare e magnificare il Governatore dei Gentili, per questo il Gruppo CEG  ha chiuso con un glorioso canto di lode questa prima riunione dell’anno).

Torino, enorme cerchio nel grano: “Annuncia la fine del mondo”

.

http://www.net1news.org/torino-enorme-cerchio-nel-grano-annuncia-fine-del-mondo.html

.

Torino, enorme cerchio nel grano: “Annuncia la fine del mondo”

.

Da tre giorni a Poirino, nei pressi di Santena, è apparso uno splendido crop circle che, secondo gli studiosi, rappresenterebbe la posizione dei pianeti nel cielo del 21 dicembre 2012

.

.

TORINO – Opera degli alieni? Oppure dei Maya? O banalmente di qualche astrologo in vena di scherzi? Quel che è certo è che da tre giorni a Poirino, nei pressi di Santena, è apparso un meraviglioso crop circle che sta scatenando i commenti degli appassionati di esoterismo e di ufologia. Il gigantesco cerchio nel grano (si estende per oltre 100 metri) raffigura il sistema solare raccolto in un’ellisse, vicino ad una rappresentazione della costellazione del Cancro. Secondo gli esperti, che hanno potuto esaminare la prima immagine scattata da un ultraleggero, la posizione dei pianeti nel pittogramma sembrerebbe corrispondere perfettamente alla configurazione celeste del 21 dicembre 2012: niente meno che la data della fine del mondo profetizzata dal calendario Maya.

Non è la prima volta che Poirino è teatro di nascita dei cerchi nel grano: nel 2011 e nel 2010 altri splendidi agroglifi avevano lasciato a bocca aperta per la perfezione del loro disegno. I cerchi nel grano sembrano essere stati creati da una forza totalmente in disaccordo con la scienza moderna, perchè le spighe che formano i disegni sono piegate a spirale e non spezzate, come se un campo magnetico le avesse lentamente intrecciate.

Questi pittogrammi sembrano avere inoltre la capacità di alterare il campo elettromagnetico locale: in prossimità le bussole non riescono a localizzare il nord, le macchine fotografiche, i telefoni cellulari e le batterie non funzionano e le apparecchiature aeree falliscono nell’indicare correttamente le manovre di volo radente.

Inoltre i livelli di registrazione dei contatori geiger segnalano livelli di radiazione di fondo del 300% sopra il normale, le frequenze radio scompaiono all’interno dei loro perimetri, gli animali delle fattorie evitano quella particolare area del campo o mostrano agitazione ore prima che un crop si materializzi (VIDEO)

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=BIfH9ywe-v8

http://www.youtube.com/watch?v=z5SBiLK7uxk&feature=related

SISMA, NUOVA SCOSSA IN PROVINCIA DI FORLÌ

http://it.notizie.yahoo.com/sisma-nuova-scossa-provincia-forli-193500151.html

 

Sisma, nuova scossa in provincia Forli’

 

ANSA – 3 ore fa

 

Contenuti correlati

 

 

(ANSA) – ROMA, 4 GIU – Un’altra scossa di terremoto e’ stata registrata dagli strumenti dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia in provincia di Forli’-Cesena, dove e’ in atto uno sciame sismico. La scossa e’ stata registrata alle 20.06 con una magnitudo 3.3 ed e’ stata avvertita della popolazione nei comuni di San Piero in Bagno, Bagno di Romagna, Santa Sofia e Verghereto. Dalle verifiche effettuate dal Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

 

ARMAGHEDON

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

02 di marzo del 2011

Benedetti con tutte le benedizioni. È una gioia stare di nuovo di fronte a questo poderoso popolo di Crescendo in Grazia, mentre vediamo i tempi compiersi, tempi meravigliosi che sta vivendo la chiesa del Signore (nel giorno 486 del conto alla rovescia).

Prima di cominciare volevo felicitare Cora (González). Stavo ascoltando questo numerino -a Lis è piaciuto tantissimo, Corita-, così che ti è venuto prezioso. Ti felicitiamo!

“Yo creí” (“Io ho creduto” titolo del brano di Cora Gonzalez –ndt), penso che Alex León ha avuto a che vedere con gli arrangiamenti. Il testo di Cora e gli arrangiamenti di Alex, così che felicitiamo tutti e due e tutti coloro che hanno preso parte in questo numerino.

-Ivy (Borja), volevo ringraziarti per la tua chiamatina, la tua relazione informativa dalla Bolivia, grazie per mantenerci al corrente. L’abbiamo ricevuta oggi, in quel momento non stavamo in ufficio, ma abbiamo ricevuto la tua chiamata.

E volevo anche dare grazie a Juan e Salvadora Sánchez di Houston, a Roy e Angela Vizcar, i due sembra che in questo stesso spirito, sempre in questo spirito tanto bello di appoggio. Wow! Felicitiamo queste due familie preziose.

Bene quindi, il tema di oggi è: “ARMAGHEDON”

Voi avete visto questa pellicola (fatta apposta) per mettere paura, una pellicola di distruzione. Io ho scritto a Cudriz che mi inviasse un riassunto, Cudriz mi ha scritto qui due paginette (alle quali) vado a dar lettura mentre sviluppo (il tema). Dice:

“La Bibbia o le scritture lo relazionano con la fine di uno stato di cose che marcheranno l’inizio di un giusto mondo nuovo, focalizzandolo da un punto di vista di quello che abbiamo appreso. Comprende una catastrofe globale ecologica insieme alla distruzione totale della semente cattiva”.

Bene, quindi andiamo a dare lettura al verso che abbiamo qui. Apocalisse capitolo 16 nei versi dal 15 al 21 è l’unico sito dove dice la parola: “ARMAGHEDON”

Dice: “Ecco, io vengo come ladro.”

Ascolta, immaginati: “Come ladro”, non è che sia un ladro: è come ladro! Come dice là, a Tessalonica (1° Tessalonicesi 5: 2), che “prima viene come ladro”, e poi viene l’ evento della Venuta a restaurare tutte le cose. Questo è il lavoro di Gesucristo Uomo oggi, SONO VENUTO COME LADRO NELLA NOTTE!

E solo coloro che vedono questo “ladro” sono quelli (che sono stati) prescelti e predestinati per vedere quello che stiamo facendo.

Dice: “Beato colui che veglia…” cioè colui che sta nel CONTEGGIO. “Beato” colui che intende il conto alla rovescia, colui che sta vegliando giorno dopo giorno.

“…e CONSERVA I SUOI ABITI…”

Bisogna avere cura di questo veicolo perchè non veda la tua nudità.

Guarda come dice: “…per non andar nudo, e lasciar vedere le tue vergogne.”

Dobbiamo rendere sottomesso ogni pensiero all’obbedienza di Gesucristo; dobbiamo proteggerci dai pensieri ingannatori che assaltano questo veicolo chiamato “carne” che ci vuole svergognare.

È una chiamata A TUTTO L’ESERCITO DI CRESCENDO IN GRAZIA, a tutti questi agricoltori, atleti e seminatori, soldati di Gesucristo Uomo. Tempi meravigliosi nella storia e tempi per essere spettacolo alle nazioni.

Dice: “E li ha riuniti nel luogo che in ebreo si chiama Armaghedon.

Tu sai che in questa settimana io stavo seduto ed ho udito la parola: “RIUNIONE”. Ed ho cercato riunione in tutta la Bibbia, che se ti ricordi, là nella Seconda lettera ai Tessalonicesi, capitolo 2 dice: “La nostra riunione con Lui…”.

Dio riunirà le nazioni. Dio riunirà gli eletti. Ma questa era la vera riunione che lo Spirito mi stava mostrando, questo è un tema che sono anni che sto tenendo d’occhio, confessando che avrei parlato di questo.

Di fatto ho ricevuto persino messaggi elettronici che mi chiedevano cosa… cosa significa “Armaghedon”. Mi immagino (che vengando da benedetti) che hanno visto questa pellicola di Hollywood. Hanno fatto una pellicola sulla fine dei tempi, perchè di questo è che si tratta: DELLA FINE DI UN SISTEMA DI COSE.

E dice il verso 17: “Il settimo angelo ha versato la sua coppa nell’aria ed uscì una potente voce dal tempio del cielo, dal trono, dicendo: “È fatto”. Quindi ci furono lampi e clamori e tuoni e un gran tremore di terra, un terremoto tanto grande, di cui non vi era mai stato l’uguale da quando gli uomini vivono sopra la terra.”

Quello che sta succedendo adesso è un “pizzicotto di un monco” (modo di dire del Porto Rico per indicare una cosa insignificante, che non arreca danno –ndt), questo non è niente, viene una classe di terremoto e andiamo a parlare un pochino di più di questo prestino.

Dice il verso 19: “E la grande città fu divisa in tre parti e le città delle nazioni caddero…”

E LE CITTÀ DELLE NAZIONI caddero.” Non una città.

“…le città delle nazioni caddero; e Dio si ricordò della grande Babilonia, per darle il calice del vino dell’ ardore della sua ira. E TUTTE LE ISOLE …” Isole! “e tutte le isole scomparvero.

“E tutte le isole scomparvero, ed i monti si dileguarono.”

Immaginati: “…i monti…”

“E cadde dal cielo sugli uomini un enorme grandine come del peso di un talento” (mezzo quintale –ndt) “e gli uomini bestemmiarono contro Dio per la piaga della grandine, perchè la sua piaga fu oltremisura grande.”

Quindi, stiamo vivendo l’anticamera dell’Armaghedon, stiamo vivendo l’anticamera di questo ultimo evento, di questo ultimo giudizio che prenderà luogo sugli uomini sulla terra.

Pertanto, io penso che il Ministero va in conto alla rovescia, ogni giorno si avvicina sempre di più e andiamo a vedere le catastrofi. E ti dico che quello che tu hai visto è NIENTE perchè quello che viene saranno CITTÀ CHE CADONO.

Ed andiamo a dire il perchè in un termine scientifico, non solo biblicamente, ma andiamo ad utilizzare un poco di storia.

Poco tempo fa il Vescovo Martín mi ha inviato un messaggino che gli ha inviato sua sorella Martita che vive in Miami e ha fatto un riassunto su questi scienziati e su questi uomini e donne che hanno trovato città nelle profondità del mare. Per esempio:

-Atlantide. Voi avete sentito dire di questo, che è una città sepolta sotto le acque.

-In Giappone c’è una città grandissima, che questi sommonzatori nel 1986 hanno trovato una città grandissima, intera, ma a metri di profondità. Ma non solo in Giappone.

-In Cabo San Antonio, in Cuba, a 650 metri di profondità una città sotto l’acqua.

-In Long Island, New York. Lì in questa area anche c’è un’altra città.

-In Guatemala, nella Cuenca del Mirador hanno trovato la piramide più grande del mondo.

Quindi, vuole dire che prima che Dio cominciasse la sua creazione c’è stata una vita anteriore, per questo la gente si turba quando uno scienziato dice: -“Questo animale preistorico ha più di 10 mila anni; o ha più di 5 mila anni”-.

Ed uno che ha la Bibbia, che quello che vede sono più di 6 mila anni di storia e un pochino di più, al momento uno dice: -“E che cos’è questo? Perchè?”-

Bene, è che prima di Genesi, osserva come dice in Genesi capitolo 1, andiamo a leggere i versi 1 e 2.

Dice: Al principio creó Dio i cieli e la terra. E la terra era informe e deserta, e le tenebre ricoprivano l’abisso, e lo Spirito di Dio aleggiava sulle acque.

Bene, nel verso 10 dice: E chiamò Dio l’asciutto Terra, e la massa delle acque chiamò Mare. E Dio vide che era cosa buona.

Vuole dire che al principio, quando Dio comincia il progetto dell’umanità, il progetto dei prescelti, il progetto della sua pellicola qui sulla Terra, di manifestarsi sulla terra, c’era gente sulla Terra e c’erano civilizzazioni.

L’unica cosa è che queste civilizzazioni, secondo un profeta di questi… Maya –io ho scritto un appuntino qui perchè ha senso: questo non è biblico, nel senso che non sta scritto nella Bibbia, ma la storia ci mostra che se queste città stanno sotto le acque, vuole dire che è successo qualcosa- e quello che loro dicono è che ogni 5.125 anni dice che il centro della galassia, così chiamato dai Maya, emette un raggio di sincronizzazione energetica che inverte l’energia dei poli del pianeta Terra e questo fa fluttuare le placche tettoniche.

Questo è ciò che dicono gli scienziati, quando si riscaldano queste placche che ci sono terremoti leggeri, questi sono terremotini. Questo è ciò che sta succedendo in Cile e in varie parti del mondo.

Dice: “Alcune placche emergono ed altre affondano”. Salgono e scendono. Città costruite su queste placche della superfice terrestre, sono affondate nel mare. C’è stato un cataclisma cinquemila e tanti anni fa e queste città che vengono ritrovate hanno più o meno questa stessa età.

Adesso, gli scienziati dicono che nel 2012, che va d’accordo con il conto alla rovescia, che io non l’ho fatto leggendo questo, perchè io neanche studio, mai. Questo l’ho letto perchè Martita lo ha inviato e Martín me lo ha reinviato ed io evidenzio quello che più o meno intendo che va in linea con quello che stiamo facendo.

Ma, questo nostro conto alla rovescia, cade nel conto di questi scienziati che per il 2012 si aspettano un cambio sulla faccia della terra e che va a cominciare la distruzione del mondo, che noi intendiamo che è la distruzione di un sistema.

OCCHIO che siamo ben vicini al 2012, questo sta stringendo.

Quindi, dice come ti ho letto, tutte queste citta che hanno trovato. Adesso queste città che hanno trovato, stanno ancora lì.

È probabile che nel 2012 quello che succederà è che affonderà MOLTA terra, affonderà e molta sparirà. Dicono gli scienziati che parte del Giappone sparirà, parte dell’ Africa sparirà, Los Angeles, California, tutta questa area dicono che scompare.

Ci sarà un luogo di riunione per gli eletti, quando il nostro corpo sarà trasformato, da lì governeremo.

Adesso, vengono momenti, come mi diceva Cudriz in questo suo punto di vista, dice: “Quando il mondo” ascolta bene “quando il mondo degli increduli ti vedrà e penserà che tu continui (a vivere) nel velo di debolezza nel quale sei stato fino a quel giorno, quindi si vedrà il torpe intento dell’uomo terreno di impedire, mediante la forza umana, facendo uso della loro poderosa tecnologia, cercheranno di impedire che tu compia il TUO INFALLIBILE PROPOSITO di occupare il trono di Davide e di regnare per sempre su tutte le nazioni della terra”-.

Nella profezia apocalittica il termine “ARMAGHEDON” include letteralmente il sinonimo di guerra! Così lo vediamo in Apocalisse 16, come quello che abbiamo terminato di leggere.

Quindi dice che cominciano immediatamente I GIUDIZI SULLA TERRA. Ossia, che vedremo un altro cataclisma.

Io lo posso vedere più o meno in questa maniera: quando la Bibbia dice che: “Al principio la terra era informe” è perchè questo cataclisma ha cancellato tutto, non c’era NIENTE, quello che è rimasto è stata tutta quella civiltà, tutti quegli animali preistorici, tutto è rimasto SEPOLTO SOTTO L’ACQUA.

Poi, Dio ha cominciato e ha anche sterminato quando ha visto in quel principio che la gente continuava ad essere cattiva nel suo cuore, come sta il mondo al giorno d’oggi. Quindi, poi ha utilizzato Noè sotto quel diluvio, sotto quel battesimo d’acqua che ha vestito tutto per COMINCIARE DI NUOVO con la incirconcisione.

Otto persone, il numero otto, il numero della incirconcisione.

SETTIMO è perfezione;

SEI è uomo e OTTAVO è COMINCIARE LE COSE NUOVE.

Per questo la circoncisione sarebbe terminata e sarebbe arrivata l’incirconcisione, l’otto. Otto persone sono state salvate dall’acqua nei giorni di Noè. Per questo qui nei Libri Storici dice:

E COME NEI GIORNI DI NOÈ COSÌ ANCHE SARÀ LA VENUTA DEL FIGLIO DELL’UOMO.

Quindi cosa succede? Che nella stessa maniera nella quale è cominciato con otto, questa volta Dio va a cominciare un nuovo ordine sulla faccia della terra con la incirconcisione. Ma questa volta non solo con otto persone, ma con quelli che Lui ha predestinato e ha dato loro il dono della fede per credere nel vangelo della incirconcisione, per credere come tu ed io crediamo, quelli che Dio ha chiamato ed ha illuminato. Questi soli sono coloro che governeranno con me.

E di fatto, benedetto, io stavo dicendo a Lis poco tempo fa: -“Guarda Mammina, io governo attualmente, con un corpo di corruzione, io governo la terra. DA SOLO, da qui, da Houston, senza muovermi, con la tecnologia e con l’immagine della bestia. Con questa immagine io arrivo alle nazioni ed ho un ESERCITO SALDO che si mantiene nell’unità dello Spirito”-.

E, guai a chi si mette contro questa Unità! Perchè la stessa chiesa lo espelle, la stessa chiesa lo toglie di mezzo. Perchè noi non possiamo tenere qui collaboratori, gente che non sta dando testimonianza, che non sta avendo cura dei suoi vestiti, perchè questo veicolo che abbiamo addosso non gli dia vergogna.

Stiamo in questo tempo: CHE LO ZOPPO NON ESCA DAL CAMMINO. Stiamo già lì, guardando quello che viene.

Quindi, guarda, mi inviava questo verso una benedetta di Cuba che sta imparando adesso, là in Isaia. È rimasta impressionata e sta cercando altre informazioni.

Là in Isaia capitolo 56, versi dal 10 al 12. Mi dice: -“Tu hai ragione, adesso capisco quello che sta succedendo”-.

Guarda come dice: I suoi guardiani…” cioè, coloro che vigilano la teologia, i gruppi religiosi.

Dice: I suoi guardiani sono ciechi, tutti loro ignoranti;

sono tutti cani muti,

incapaci di abbaiare;

Sonnolenti, accovacciati, amano il dormire.

Ma questi cani avidi sono insaziabili;

E gli stessi pastori sono incapaci di intendere;

Ognuno di loro segue il suo proprio cammino…” il loro proprio ventre, la loro propria interpretazione. Non si vogliono sottomettere all’apostolato a osservare l’unità dello Spirito.

Loro hanno la loro propria interpretazione: -“No, José Luis non può essere. Vale solo la mia opinione e l’opinione di quello e l’opinione di quell’altro…”-

No. Guarda come dice: “…seguono i loro propri cammini, ciascuno cerca il suo proprio PRO FIT TO, ciascuno per suo conto. “Venite”, dicono “beviamo vino, ubriachiamoci di sidro; e domani sarà come oggi, ce n’è una riserva molto grande.

INGANNANDO IL POPOLO CON FALSE PROMESSE. Così sta questo sistema religioso: come “CANI SONNOLENTI, NON INTENDONO, SONO IGNORANTI, SONO CANI, GUARDIANI INSENSATI”. COSÌ STA TUTTO IL SISTEMA PROTESTANTE.

Il cattolicesimo neanche a menzionarlo, questo è un covo di… se esistesse il diavolo sarebbe un covo di demoni. Questo non ha neanche la Bibbia per compararlo.

Vengono dei momenti preziosi, non sono per spaventarci, benedetto, perchè noi amiamo la giustizia e noi siamo gente illuminata con questo vangelo. Quello che tu farai sarà gioire perchè vengono i migliori giorni sulla faccia della terra e tu sarai protetto.

Guarda che questo terremoto che viene, quale mai hanno visto gli uomini sulla faccia della terra, questo che viene, questo cadrà su di loro, per questo tu sei stato appartato.

Guarda, questa frana che c’è stata lì in La Paz, Bolivia, dice Ivy o abbiamo letto in un informe che è stato peggiore che un gran terremoto mai visto in La Paz. Però, Ivy ci dice che: L’ AMATA È STATA PROTETTA, che è l’ importante in tutto questo.

Così che, benedetti, chiesa di Gesucristo, stiamo nel miglior momento delle nostre vite.

Io ti dichiaro: BENEDETTO, REGNANDO IN VITA. Non ti dimenticare “di chiamare le cose che non sono come se fossero”.

Non ti dimenticare, quando vai a letto, dichiarare: “La vita di Gesucristo si manifesta nel mio corpo mortale”, vigila sulla tua salute, che lì tu stia sempre attento, in prevenzione, che niente vada male nel tuo corpo, confessando la parola.

E TUTTI guardando verso il bianco (il centro del bersaglio –ndt) della nostra sovrana professione che è VITTORIA, TRIONFO!

Sempre lavorando per la opera del Signore e vigilando che tutto vada in ordine.

IO VI AMO TANTO, BENEDETTI! VI DICHIARO REGNANDO IN VITA, e sarà fino alla prossima occasione.

Benedetti!

I RISULTATI DELL’UDIRE BENE

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ  LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

16 di febbraio del 2010

Benedetti con tutte le benedizioni. Già vicini a scendere nei giorni  400: oggi nel giorno 500 del conto alla rovescia, così che, domani! Domani stiamo a 499?

–“Sì”-.

Ascolta, quando arriveremo ai 200 giorni, lì si vedrà un fuggi fuggi e mezzi di stampa presteranno maggior attenzione e tutti i governi, perchè quindi si starà avvicinando già questo giorno (della trasformazione –ndt). Hum! Per adesso stanno lì, addormentatini.

Bene, andiamo ad entrare in pieno al ricalco.

Il ricalco di oggi è “I RISULTATI DELL’UDIRE BENE”

Ascolta, che tremendo ricalcone abbiamo qui, è stato composto da vari membri del corpo.

Io stavo dicendo la settimana passata che “la fede viene per udire”; viene per udire, non per leggere. È importante questo, che a nessuno viene la fede leggendo la Bibbia.

No, la fede…, bene dipende, perchè c’è fede A e fede B.

Tu cresci nella conoscenza della fede, ma l’inizio della vera fede è “per udire e l’udire dalla parola di Dio”: non dal leggere la parola di Dio ma che Dio ti deve parlare. Questo è stato il dettaglio della settimana passata.

Bene, Cudriz mi ha inviato un appunto qui, “facendo la punta al Tema”. Io, a volte, gli ho chiesto di fare la punta ad un tema e lui mi ha inviato questo: “LO ZELO DI DIO PER LA SUA PAROLA.”

Ed andiamo a parlare prestino di un esempio che lui mi da, ma questi  esempi io li stavo compartendo al Vescovo Martín e lui mi dice: -“Osserva Apostolo, che la fede viene per l’udire, ma anche l’apostasia viene per l’udire”-. Tremendo dettaglio! (La Bibbia -ndt) dice che l’apostasía si attiva “udendo dottrine diaboliche.”

Vuole dire che udire è ben importante, benedetto. Ah, ma non  solo udire, è: udire bene”. Ed è qui dove Cudriz mi invia una quantità di esempi di “udire bene”.

Per esempio, il primo esempio che lui mi ha dato è stato quando il profeta Samuele –ricorda che Dio invia sempre un profeta, un Suo servitore ad avvisare-.

In quel caso aveva inviato Mosè, ti ricordi? Qui invece ha inviato Samuele e gli ha detto: -“Guarda, dì a Saul che lo nominerò Re d’ Israele e la prima missione che gli darò è…”- qui sta scritta nella Prima di Samuele capitolo 15, verso 3.

Dice:

“Vai e ferisci Amalek” in altre parole “UCCIDILO” e distruggi  TUTTO quello che ha, e non aver pietà di lui…”

-“Non intrometterti con sentimenti che non siano i miei. Io voglio che tu vada ad ucciderlo”-.

Ascolta, ah! Dio è tremendo. Sembra che lui (Saul –ndt) fosse amico (di Amalek –ndt) e chissà come era il re, ebbene adesso ci sarebbe stata lì una connessione. Gli ha detto:

“…non avere pietà di lui…; uccidi uomini, donne, bambini e lattanti, buoi e pecore, cammelli ed asini.”

Bene, questo è stato il MANDATO della parola di Dio per Saul.

Che succede? Che Saul ha obbedito. È andato ed ha ucciso Amalek, ma NON HA UDITO BENE. Sì, obbedire e prestare attenzione sono due cose differenti.

Nella Prima di Samuele 15 verso 22 bene, Dio dice a Samuele: -“Vai un’altra volta da Saul che non mi ha obbedito”-. E sembra che  Samuele disse: -“Papà! Io ho saputo che lui ha ucciso Amalek”-.

-“Vaiche non ha obbedito. Gli toglierò il regno”-.

-“E in cosa non ha obbedito?”-

Quando è andato da Saul  a dirgli: -“Tu hai obbedito alla parola del Signore?”-

-“Chiaro, ho ucciso Amalek”-.

E gli dice: -“E questo rumore di vacche e di vitelli che io ascolto per di lì?”-

-“Ah bene, è che io ho pensato che questi animali fossero buoni per dare sacrificio a Dio stesso!”

E quindi qui vengono i risultati del NON UDIRE BENEPrima di Samuele 15, verso 22.

“Samuele esclamò: “Il Signore forse gradisce gli olocausti e i sacrifici, come obbedire alla voce del Signore?

Certamente l’obbedire è migliore dei sacrifici” guarda, guarda il dettaglio e il prestar attenzione è più del grasso degli arieti.”

Dice il verso 23:

“Perchè come peccato di divinazione è la ribellione e come idoli ed idolatria l’ostinazione. Poichè tu hai disprezzato la parola del Signore, anche Lui ti ha disprezzato come re.”

GIÀ ERA TARDI, lui ha chiesto perdono, dice: “…e ritorna con me perchè io adori il Signore.”

“Ma Samuele rispose a Saul” verso 26: “Ma Samuele rispose a Saul: Non tornerò con te, perchè hai rigettato la parola del Signore e il Signore ti ha rigettato perchè tu non sia più re sopra Israele. Samuele si voltò per andarsene ma Saul gli afferrò un lembo del suo manto, che si strappò.”

Ascolta: tremendo! Osserva che dettaglino: lui è andato ed ha ucciso Amalek ma NON HA OBBEDITO del tutto.

Un altro esempio che Cudriz mi ha dato è stato Mosè. Lui gli ha detto:

“Vai, e parla allo scoglio.”

Ebbene Mosè è andato, gli ha parlatoMA L’HA PERCOSSO.

E per questo, osserva che Saul ha perduto il suo regno mentre a Mosè non è stato permesso di entrare nella terra promessa ed ha pagato lui e quelli che stavano con lui. Il popolo intero non è entrato nella terra promessa. No, non c’è stato perdono.

È che ci sono cose che ottengono perdono ed altre che no.

E l’ordine che è stato dato a Saul era imprescindibile. Era molto importante. Tu non vedi che dalla morte di Amalek e di tutta questa gente dipendeva la salute del popolo che veniva, perchè era gente contaminata e anche Mosè, se dava un cattivo esempio così…, ossia, qui tu non puoi dire: -“Stiamo in grazia”- e puoi fare quello che ne hai voglia.

NO. Fai attenzione a questo!

Guarda, è come poco tempo fa mi ha detto un Vescovo che gli si è avvicinato un fratello che sta avendo lievi tribolazioni con il Facebook (rete sociale). E quindi, il Vescovo gli ha detto le dijo: -“Guarda, benedetto, è che tu non hai udito che l’Apostolo ha detto che bisogna fare attenzione all’entrare in Facebook?”-

-“Sì, sì, ma anche lui ha detto che se si usa bene, si può…”-

Quindi, il Vescovo gli ha detto: -“Sembra che tu non presti attenzione a quello che dice Papi: Papi non può proibire, Lui ti da un’ idea. E quindi nello stesso momento ti dice: -“No, se è per benedizione…”- ma no, quello che Lui ti ha detto è stato: -“NO, NON ENTRARE LÌ…”-, perchè adesso stai in problemi e non sai come venirne fuori”-.

Guarda, Alvaro (Albarracín) mi stava dando un’informazione che di ogni cinque divorzi, uno è a causa di Facebook.

E, parlando del Facebook, guarda, a volte voi mi scrivete e mi dite:

-“Fai clic qui perchè tu veda il mio profilo, perchè tu veda le mie foto”-.

Perdonami benedetto, io non entro lì. Se tu mi invii una foto già pronta… come si fa? Quando già arriva la foto, che non devo mettermi in niente. Sì, in un allegato. Con un allegato, io vedo le foto, quelle che tu mi invii. Ma farmi cliente, no! Io non posso permettermi questo lusso di stare in Facebook, nè nell’altro, qual’è?

-“Uno si chiama “Sonico” e ce ne sono diversi”-.

Sì, che ne sono un mucchio differenti. Se tu vuoi, fallo, ma io non entro lì.

E poi attieniti alle situazioni che ti passano, che ti succedano.

Bene, quindi, per ultimo, colui che ha pagato un prezzo bruttino è stato il padre della fede, Abramo.

E sono dettagli, osserva che classe di dettagli. Qui mi ha scritto Cudriz che Lui gli ha detto in Genesi capitolo 15, verso 9, il Signore aveva comandato ad Abramo, dicendo:

“…portami una giovenca di tre anni, e una capra di tre anni, e un ariete di tre anni…”

Osserva che sono dettagli. Non può essere di un anno, nè di due, ma di TRE, che è grassottello e in salute.

“… anche una tortora e un piccione.”

Osserva che qui bisogna sapere com’è, benedetto, non è solo UDIRE.

-“Guarda che l’Apostolo ha detto”-.

-“No, ma che altro ha detto?”-

-“No, no che il Vescovo mi ha detto…”-

-“Ma che altro ha detto?”-

Ah e questo che il Vescovo mi ha detto, senza averlo detto.

Ah, questo che -“..ho parlato con Papi”-, senza aver parlato con me.

Questo è usare la parola di Dio invano, le manipolazioni, le macchinazioni…

E se tu vai ad essere collaboratore, devi fare molta attenzione a come tu manipoli l’amata del Signore, per ottenere offerta o ottenere obbedienza.

Tu qui devi andare dirittino, specialmente in questa ultima ora, benedetto. Tu devi saper servire l’amata, se no non servirla! E devi metterti d’accordo con la tua compagna, perchè stare al fronte dell’amata è delicato.

Ah, e se stai in un luogo dove ci sono differenti razze: domenicani, portorichesi, colombiani… non prendere bandiera con nessuno. Tu stai servendo l’amata.

-“No, che questi sono del mio paese”-. Dimenticati di questo: “del mio paese”. Noi siamo di un paese che è del cielo, siamo CELESTIALI.

È che qui bisogna fare attenzione, tu non vedi che stiamo davanti alla Coperta, È RITORNATA LA COPERTA SULLA TERRA, la Mente di Cristo è ritornata, il Tribunale di Cristo è ritornato, gli stiamo davanti, benedetto.

Che cosa vuoi? Una Tribuna con marmo e colonne d’oro? Questo non funziona così. La Bibbia ti dice: il Tribunale di Cristo ma il Tribunale è dove sta la sua parola e bisogna capire questo.

Dice: “Avvicinatevi al trono della grazia”. Il Trono è questo che c’è qui. La Tribuna è questa che sta qui.

E TU DEVI FARE ATTENZIONE AI DETTAGLI, i dettaglini.

Che cosa ti ho detto?

Bene, quindi, dice: La legge dell’ offerta, quando era olocausto di uccelli, perchè c’è la legge dell’offerta, a volte era di arieti o di vitelli. Ma, quella degli uccelli consisteva nel tenderla per le ali, tagliargli la testa, il gozzo e spennarli.

Che cosa ha fatto Abramo con questi animali all’offrirli al Signore?

Genesi 15:10: “Andò a prendere tutti questi animali, li divise in due e collocò ogni metà di fronte all’altra; ma non divise gli uccelli.”

Ha diviso in metà la giovenca, CORRETTO, la capra e l’ariete, ma Abramo non ha diviso gli uccelli.

Verso 11: “E scendevano uccelli rapaci sui corpi morti ed Abramo li scacciava.”

Questo ha causato che, alla caduta del sole, scendessero uccelli rapaci sui corpi morti e Abramo doveva scacciarli;

Verso 12: “Ma alla caduta del sole sopraggiunse il sonno ad Abramo ed ecco che un oscuro terrore lo assalì.”

Un oscuro terrore cadde su di lui. Sembra che Dio non abbia approvato quell’offerta per il fatto che Abramo NON HA SUDDIVISO GLI UCCELLI !! CHE TE NE PARE?

“Quindi il Signore ha detto ad Abramo: “Sta sicuro che la tua discendenza dimorerà in terra straniera e sarà schiava lì e sarà oppressa quattrocento anni.”

PER QUATTROCENTO ANNI! PER UN DETTAGLIO!

Non è solo OBBEDIRE, è PRESTARE ATTENZIONE AI DETTAGLI.

Bene e quindi, LA FEDE viene per l’ udire.

L’ apostasia viene per l’ udire.

Adesso, c’è un verso qui che mi chiama molto l’attenzione: TARDI NELL’UDIRE.

Andiamo là alla lettera agli Ebrei, questo è ben importante, perchè tu sai che io considero di essere stato tardo nell’udire ed il fatto di essere tardi nell’udire porta molte conseguenze.

Guarda, qui Paolo lo dice nella lettera agli Ebrei capitolo 5, verso 11.

Dice: “A proposito di questo abbiamo molto da dire, e difficile da spiegare, per quanto voi siete diventati lenti nell’udire. Perchè dovendo essere già maestri” benedetto per ragioni di tempo avete di nuovo bisogno” di religione che qualcuno insegni a voi i primi rudimenti della parola di Dio; e siete diventati bisognosi di latte e non di cibo solido. E chiunque si nutre di latte è inesperto della parola di giustizia, perchè è ancora un bambino…”

“Essere lenti nell’ udire”.

Osserva, io stavo dicendo a Lis in questa settimana: -“Osserva Lis, io sono stato lento nell’udire e questo significa che ho pagato brutte conseguenze”-Per essere tardo nell’udire, ho commesso errori.

L’ unica cosa è che se c’è umiltà, quindi questo corregge la lentezza nell’udire, perchè tu dici: -“Bene no, io ricevo che questo non torna a succedermi. Mi correggerò, indirizzerò i miei passi, che lo zoppo non esca dal cammino. Starò attento ai dettagli e mi correggerò”-. Già è differente.

E quindi, molti di voi che sono stati lenti, e il Ministero è pieno di “lenti nell’udire”. Perchè? Ebbene, perchè noi siamo gente abusata, pecorelle abusate da Roma. Il cattolicesimo è un modo di ferire il tuo udito, la religione è un modo di ferire il tuo udito e noi siamo stati abusati, per questo Dio ha tanta misericordia con noi.

Però tu non puoi continuare ad essere TANTO LENTO NELL’UDIRE.

Osserva bene come dice Isaia, c’è un verso qui che mi chiama molto l’attenzione negli Atti degli Apostoli là nel capitolo 28, versi 26 al 29, Isaia ha parlato di questo.

Dice: “Vai da questo popolo e dì loro: “Udrete con i vostri orecchi, ma non comprenderete; guarderete con i vostri occhi, ma non vedrete; perchè il cuore di questo popolo si è indurito, e con gli orecchi hanno ascoltato di mala voglia…”

Ascolta questo: Hanno ascoltato ma di mala voglia!

Come stai ascoltando, benedetto? Stai udendo DI MALA VOGLIA o stai udendo CHIARAMENTE, con dettagli, con obbedienza?

Dice: “…udirono di mala voglia. Hanno chiuso i loro occhi, per non vedere con gli occhi, e udire con gli orecchi e intendere di cuore, perchè si convertano ed io li sani.”

Questo è stato un CASTIGO PER I GIUDEI.

E quindi dice: “Sapete, quindi che ai gentili è stata inviata questa salvezza di Dio; e loro udirannoin questi tempi, questo si compie ADESSO loro udiranno perchè in quei tempi NON HANNO UDITO loro udiranno. E quando ebbe detto questo, i giudei se ne andarono, avendo grandi discussioni tra loro.”

Quindi c’è una forma di UDIRE correttamente e stiamo in tempi futuri, in tempi nei quali la forma di udire ha molto a che vedere con il frutto che stai portando e con l’udienza che gli angeli ti stanno dando.

Ricorda che tu stai confessando: SALUTE, PROSPERITÀ. Tu stai confessando TRIONFO ma devi sapere udire, benedetto. Perchè queste cose possono ritardare l’eredità che Dio ti vuole dare per adesso. Dico, mentre viene la trasformazione.

Ma, guarda, qui c’è un verso biblico, stavo guardando in Luca 8: 18. Guarda come dice:

“Badate, dunque, a come udite; perchè a chiunque ha, verrà dato e a chiunque non ha, anche quello che pensa di avere gli sarà tolto.”

Ti rendi conto, benedetto? SE TU SENTI BENE, TI VERRÀ AGGIUNTO, ma se non senti bene, quello che hai ti verrà tolto.

Che triste questo! Vedere un benedetto che dice: “Regnando in vita; da qui al cielo, il mio Apostolo per primo…”

E adesso?

-“Bene, no, che l’Apostolo… che quello… che mi è successo questo, che non mi hanno capito, che mi hanno conosciuto in carne”-.

Benedetto, non tirare fuori scuse che ti va peggio. SII UMILE, SII UMILE! Guarda, l’umiltà è la GARANZIA DELLA CORREZIONE.

Stavo leggendo questa mattina, ascolta, di fatto, Alvaro mi stava ringraziando per la lettura che io vi ho dato, che gli è stata di molta edificazione. Per esempio, io vi ho dato Genesi 40 al 44 perchè queste letture sono ben belle, perchè lì c’è molta prudenza e molto procedere in questi passaggi biblici.

Quindi, poi vi ho dato Giovanni capitolo 9 intero. Lì sta la condizione di coloro che ci giudicano da fuori, si ripete oggi, quello che è successo in Giovanni 9.

Adesso, io ho cominciato da poco, andiamo per… per quale Proverbio andiamo, Lis? Per il 9, oggi terminiamo il 9. Tutte le mattine noi prendiamo un caffettino e mentre beviamo il caffè, lei mi legge Proverbi, e lo teniamo in inglese e in spagnolo perchè se non intendiamo una parolina la cerchiamo in inglese e stiamo facendo questo come abitudine la mattina, come edificazione.

Adesso, Proverbi capitolo 9, è stato quello che abbiamo letto, lasciami vedere come dice, parlando della reazione che ha un benedetto.

Proverbi 9 dice, il verso 6 in avanti fino all’ 11.

“ABBANDONATE la stoltezzae vivrete…”

Ascolta, LASCIA LE COSE… come dice Rafael: -“Questa è una stupidaggine”-. Lascia le stupidaggini e regna in vita.

“E andate diritti per la via dell’intelligenza” dice Salomone.

“Chi corregge il beffardo, se ne attira il disprezzo; chi riprende l’empio, se ne attira l’insulto.”

NON RIPRENDERE QUESTI ZUCCONI!!

“Non rimproverare il beffardo per non farti odiare…”

Ascolta questo: a volte ci sono vicini tuoi e c’è gente che il tuo angelo ti dice: -“Non toccarlo, lascia che si schianti da solo ma non ti mettere con questa persona perchè ti può dare problemi”-.

Adesso guarda come dice il resto del verso 8:

Correggi il saggio…”

Il saggio sì, colui che vive con intelligenza.

“Correggi il saggio e ti amerà.”

Se tu correggi un benedetto e ti odia per averlo corretto, è che NON AMA IL SIGNORE.

Mi stava dicendo Alvaro: -“Apostolo, dice qui che “ TUTTO OPERA PER IL BENE A COLUI CHE AMA DIO.”

COME, come? TU AMI DIO?

-“Sì”-.

Ah quindi, tutto ti opera per il bene !!

-“COME TUTTO? Anche questo che mi è successo?”-

Tutto ti opera per il bene anche questo, sì! Se ami Dio!

Adesso: se non ami Dio, non ti opererà per il bene. Ti va a dar rabbia, ti va a dar ira, ti viene voglia di vendicarti. Come hanno fatto i nostri detrattori, queste persone che stavano con noi che per averli corretti e avergli detto fino all’ultimo momento… perchè io li ho sopportati e li ho sopportati fino a quando li ho corretti e si sono arrabbiati.

-“No, che lui si crede questo…”- e se ne sono andati e adesso vivono, guarda, da un guaio all’altro, vivono di cammino in cammino. Un giorno dicono una cosa, un giorno ne dicono un’altra, in contraddizione. Hanno lasciato l’unità dello Spirito e non sanno neanche che ora è! Vivono alla deriva. Non hanno il conto alla rovescia, non hanno speranza. Quello che fanno lì è vivere di alcune offertine, tirando fuori di qui, tirando fuori di là, mostrando che sanno e non sanno NIENTE.

Dice il verso 9“Dai al saggio, e diventerà ancora più saggio; insegna al giusto e aumenterà il suo sapere. Il timore del Signore è il fondamento della sapienza e la conoscenza del Santissimo è l’intelligenza. Perchè per mezzo mio si moltiplicheranno i tuoi giorni, e ti saranno aggiunti anni di vita”.

Quindi, benedetto, io credo… ascolta quante Bibbie che ho portato qui. Oggi mi sono riempito di versi biblici qui, ma me ne mancano ancora…

Ascolta, è per questo che Paolo dice là nella Prima lettera ai Corinzi 4:17.

“Per questo appunto vi ho mandato Timoteo, mio figlio diletto e fedele nel Signore, il quale vi ricorderà il mio procedere in Cristo, nella maniera come io insegno in tutte le parti e in tutte le chiese.”

Tu sai che c’è una forma.

Io dicevo al Vescovo Martín poco tempo fa, perchè Cudriz dice: -“Apostolo, è che, guarda, tu hai una forma di insegnare che in 15 minuti, tu riassumi una cosa che a me prenderebbe 20 pagine, mi servirebbero 2 ore per essere fedele alla mia stessa conoscenza, alla lettura”-. E naturalmente, questo è il dono di Cudriz. Ma lui dice che io lo faccio in 15 minuti, tu hai visto i ricalchi che io espongo, immaginati, come edificare la chiesa.

Quindi, io dicevo a Martín: -“Tu sai che quello che succede, Martín, è che io non ho educazione”-.

Io non sono stato formato con la sapienza degli uomini, quando io sono arrivato ai cammini del Signore, io arrivavo ad una libreria affamato di rivelazione perchè io volevo rivelazione, quindi io vedevo un libro che diceva: “Profondità Spirituale” e la copertina del libro mostrava un albero con le radici ben piantate.

Ed io dicevo: -“Questo è il libro che io leggerò!”- Ha ha ha. E, quindi, io prendevo questo libro, me lo portavo a casa mia e me lo mangiavo, arrivavo più o meno alla pagina 80 e ancora non aveva detto niente. MI SPAZIENTIVO! Ed io dicevo: -“Ma cosa mi deve dire, dove sta la “Profondità Spirituale?”-.

Perchè tu sai che il savio quando ti parla di qualcosa, dice: -“Bene, questa radice, bene quello che significa una radice è che deve penetrare in questa maniera e bisogna mettergli pietrine qui e bisogna fargli un buco qui…”-

A me tu non puoi venire con questo di buchi e pietruzze, storie che gli egiziani facevano questo e che l’altro e che i romani e  la gente, perchè MI SPAZIENTISCO!

A ME DEVI DARE L’ALIMENTO, PLAF, PLAF, PLAF!  IO HO FAME!  DAMMI L’ALIMENTO ORA, NON LO STIRACCHIARE CON GIRI DI PAROLE.

Ed è per questo che io insegno così.

Adesso, naturalmente, questo viene profetizzato così, del fatto che io non avessi l’educazione che ha la gente che studia, perchè questo è il mio caso.

Io non ti sto dicendo… se tu spieghi le cose devi farlo secondo il dono e secondo come l’angelo te lo da, ma nel mio caso, io devo tritare una rivelazione in 5 minuti perchè io sono così. Per questo io NON HO MAI terminato un libro, perchè mi stiravano tanto l’informazione che mi spazientivo.

Benedetto con tutte le benedizioni, io ricevo che questa chiacchierata ti aiuti a crescere, a mostrare la tua umiltà. Non ti offendere quando ti correggono, sii umile.

Ascolta e aspetta, non spazientirti, no, no, ascolta, soppooooorta. Non liberare i cannoni, benedetto, trattieniti.

Impara a usare il silenzio. Quando stai in silenzio e l’angelo non ti dice più niente, rimani lì tranquillino: -“No, divento matto per chiamare. Divento matto per scrivere un mail. No, gli vado a dire…”-

NO, TRATTIENITI, BENEDETTO!

Lascia che l’angelo ponga le parole corrette perchè tu non continui ad inciampare. Sii come le vacche che inciampano una volta e non ritornano ad inciampare lì. Sii una buona vacca!

Imita il procedere delle vacche, in quanto agli errori della tua vita, benedetto, perchè ti vada meglio, perchè tu possa prosperare, che ti arrivi la prosperità del Signore che è PER SEMPRE.

Non la toglieranno dalle tue mani quando apprendi correttamente nei cammini del Signore!

Io ricevo che non mi è rimasto indietro niente. Non mi può rimanere indietro NIENTE!

Così che sarà fino al prossimo conto alla rovescia che mi immagino che già staremo in quattrocento…

Come staremo domenica?

-“Domenica sarà il 496”-.

496 sarà questa prossima domenica.

Così che, benedetti con tutte le benedizioni e sarà fino ad un altro ricalco che ricevo sarà di benedizione per tutte le nostre vite.

Arrivederci, vi amo tanto!

LA DISTRUZIONE DEL VELO GESÚ DI NAZARET

 

 

 

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

 

18 di novembre del 2010

 

Benedetti con tutte le benedizioni. Ascolta, in questo conto alla rovescia (591) continua ad avvicinarsi il tremendo giorno.

 

Poco tempo fa stavo vedendo un programma in televisione sulla  cultura Maya, sul profeta Nostradamus, sui profeti moderni che adesso sono scienziati, cosí come loro si fanno chiamare, e tutti coincidono nel fatto che nel 2012 o si distrugge questo mondo o ne comincia uno migliore.

 

Hello! Cosí che stiamo lí, arriva un nuovo mondo, un nuovo sistema, quello della incirconcisione, il Governo di Dio sulla faccia della terra.

 

Voglio inviare un salutino a Martita Pino, fedele collaboratrice all’inizio di questo Ministero, lá in Miami. Martita, se stai vedendo questo ricalco: ti vogliamo tanto bene. Ti abbiamo scritto per venire a visitarti ma non siamo riusciti ad entrare in comunicazione. Non so se ti é arrivata la letterina, ma bene, sará giá per una prossima occasione e, se no, nella trasformazione.

 

Bene, quindi, prima di cominciare il ricalco, questa volta il ricalco é di un ex carcerato, guarda come stanno contribuendo tutti i membri del corpo, un ex carcerato chiamato Quico, che da anni sta con noi, mi ha inviato un tremendo ricalco. Ti felicito! Prestino lo staró compartendo con voi.

 

Ma prima, ho un consiglietto e questo consiglio é per l’amata. Lá nella Seconda lettera ai Tessalonicesi capitolo 3, verso 6, andiamo ad utilizzarlo come esempio di quello che stiamo dicendo.     

 

Dice: “Ma vi ordiniamo, fratelli, nel nome del nostro Signore Gesucristo, che vi appartiate da ogni fratello…”

 

Osserva: “Da ogni fratello”, non sta parlando qui degli empi, né dell’altra semente.  

 

“…da ogni fratello che viva disordinatamente e non secondo l’insegnamento che avete ricevuto da noi.”

 

Dice il verso 10: “Perché anche quando stavamo con voi, vi ordinavamo questo: Se qualcuno non vuole lavorare, neanche mangi. Perché sentiamo che alcuni di voi vivono disordinatamente senza lavorare in niente, se non intromettendosi in cose che non li riguardano. A questi tali comandiamo ed esortiamo per nostro Signore Gesucristo, che lavorando tranquillamente, si guadagnino il loro proprio pane” NON QUELLO DEGLI ALTRI: IL LORO PROPRIO!

 

Dice il verso 14: “SE QUALCUNO NON OBBEDISCE a quello che diciamo in questa lettera, segnalatelo ed interrompete i rapporti, perché si vergogni. Non trattatelo peró come un nemico, ma ammonitelo come un fratello.” 

 

Ci sono fratelli che uno non li tratta come nemici, ma neanche come amici, perché vivono DISORDINATAMENTE.

 

Quindi, il consiglietto é per proteggere l’amata perché mi scrivono molte persone da molti paesi e ci sono fratelli che dicono… guarda, questa cosa che: -“L’angelo mi ha detto…”- o -“Papi mi ha detto…”-

 

Ed io ti dico una cosa, io non parlo qui con molta gente. Io parlo con Martín (Guío), io parlo con Lázaro Seijo ed io parlo con Alvaro Albarracín; e piú con Alvaro che quello che vive piú vicino. Ma questa cosa che: -“No, che l’Apostolo ha approvato…”-

 

FATE MOLTA ATTENZIONE CON QUESTO!

 

Perché ci sono molte cose che sono apparse senza la mia approvazione. Guarda, io né ho “Facebook”, né ho “Twitter”, io non ho NIENTE di questo. Cosí che, se qualcuno ti ha detto: -“L’Apostolo ha scritto di qui, ha scritto di lá…”- fai molta attenzione perché ci sono persone che hanno fatto, SENZA IL MIO PERMESSO,  hanno fatto persino pagine e tutto.

 

Quindi, questa cosa che: -“Papi mi ha parlato”-. Questo é usare il nome… se tu dici che io sono Dio, ebbene questo é usare il mio nome invano, se io sono Dio per te.

 

COMMERCIO DENTRO LA CHIESA. Attenzione! Con i prestiti; e con -”dammi tanto…, e che ho un’ idea…, e che questa idea che mi é stata rivelata“- 

 

DOMANDA SEMPRE AL COLLABORATORE, quando sorgono queste situazioni. Sia la quantitá che sia, devi fare attenzione, perché ci sono alcuni fratelli che vivono disordinatamente e si approfittano del tuo pane, per mangiarsi il tuo pane. SI MANGIANO IL LORO ED IL TUO.

 

Questo succede. In un Ministero tanto grande come questo, entra molta gente con diversi propositi. Alcuni hanno un discernimento tremendo ma altri non hanno discernimento e quindi cadono in situazioni.

 

Cosí che questo del commercio… guarda, se tu hai un commercio, fallo fuori e quando attacca e funziona, quindi guarda, portalo ai fratelli. Ma non usare i fratelli come, come si chiama questo? Come “guinea pigs”, (porcellini d’india) come esperimenti da laboratorio. BISOGNA FARE ATTENZIONE con questo!

 

Cosí che, i collaboratori devono lavorare. Guarda, quello che seminano i benedetti lo dovete usare per l’amata. Se qui, guarda, per passare l’immagine… a meno che tu non abbia un ufficio ed abbia rappresentanti di TELEGRACIA per di qui e per di la, ma se non é cosí, se é solo per passare un’immagine la domenica, cercatevi un lavoro. Perché devi dipendere della semina dei benedetti? ANDATE A LAVORARE! Chi non lavora che non mangi!

 

E voi, coloro che seminano, guardate bene dove state mettendo le meline, che voi le mettete lí, si possono usare per la Super Razza, si possono usare per un miglior proiettore dell’immagine, si puó usare per migliorare i servizi Internet. Ma non perché un collaboratore stia lí seduto 5 giorni in casa, aspettando che tu semini la domenica per mangiarsi TUTTA LA SEMENTE.

 

Qui chi lavora nella parola, guarda: é UNO e si chiama JH (Jesucristo Hombre: Gesucristo Uomo –ndt), il resto é collaborazione. Come ci sono molti benedetti che lavorano e fanno il loro lavoro, a meno che tu abbia MOOOLTO a che vedere con il  Ministero e che tu sia molto occupato.

 

E questa cosa di “festine” e “party”, mmm! Andiamo a mettere le cose in ordine, perché si sta avvicinando il giorno e noi siamo tenuti a dare il BUON ESEMPIO.

 

Noi veniamo criticati come malfattori e che siamo cattive persone ma no, non é cosí. Noi viviamo facendo attenzione che “lo zoppo non esca dal cammino”, e viviamo facendo il bene, proteggendo i nostri veicoli, i nostri corpi perché diano buona testimonianza.

 

Bene, quindi, oggi il ricalco si tratta del nostro fratello Quico che mi ha inviato un tema fortissimo, dice: “LA DISTRUZIONE DEL VELO DI GESÚ DI NAZARET”

 

E lui scrive qui ben chiaro, dice: “LA DISTRUZIONE DEL VELO DI GESÚ DI NAZARET E L’INIZIO DI UN ALTRO VELO”.

 

Dice: “Come ci hai insegnato, il termine distruggere significa ridurre a niente per un proposito, perché si manifesti l’inizio di una profezia e si compia il proposito giá predestinato della prossima profezia”.

 

Cosí che, andiamo a leggere il primo verso che si trova nella lettera agli Ebrei capitolo 10, versi 19 e 20. Mi ha dato tanti versi che guarda come ho la bibbia, foderata di versi biblici.

 

Dice: “Cosí che, fratelli, poiché abbiamo piena libertá di entrare nel Luogo Santissimo per mezzo del sangue di Gesucristo, per il cammino nuovo…”  giá il vecchio é terminato “…per il cammino nuovo e vivo che Lui ci ha aperto attraverso il  velo, cioé, la Sua carne…”

 

E cos’é successo con la carne di Gesú? Lí: É MORTO, SPIRATO ed É RISUSCITATO, ma lí é terminato il lavoro di questo velo che é stato quello di togliere il peccato, distruggere il diavolo ed aprire un cammino nuovo.

 

Quindi, il prossimo verso, andiamo a vedere qual’é: “LE CONSEGUENZE DEL CONTINUARE A SEGUIRE IL VELO DI GESÚ DI NAZARET”          

 

Luca 20: 18.

 

Dice: Chiunque cadrá su quella pietra sta parlando di Gesú di Nazaret “si sfracellerá; e colui sul quale essa cadrá, verrá stritolato.”  

 

É per questo che questi ministeri sono tutti stritolati.

I loro pastori sono stritolati.

La loro predicazione é stritolata.

TUTTO QUELLO CHE FANNO É DANNEGGIATO. Perché hanno il velo Gesú di Nazaret ancora in mezzo.

 

Prossimo verso, Seconda carta ai Corinzi capitolo 3, versi 12 in avanti fino al 17, dice:        

 

“Cosí che, avendo questa speranza, ci comportiamo con molta franchezza; e non facciamo come Mosé, che poneva un velo sul suo volto, perché i figli di Israele non vedessero la fine di ció che doveva essere abolito. Ma le loro menti furono indurite; infatti fino ad oggi, quando leggono il vecchio patto, quel medesimo velo rimane, non rimosso, il quale é tolto da Cristo.

 

E fino al giorno d’oggi, quando si legge Mosé, il velo é posto sul loro cuore. Ma quando si convertiranno al Signore, il velo verrá tolto. Perché il Signore é lo Spirito;”

 

Il Signore non é Gesú di Nazaret, il Signore non é José Luis de Jesús, il Signore é lo Spirito, e dove sta questo Spirito…

 

Dice: “…e dove sta lo Spirito del Signore, lí c’é LIBERTÁ.”

 

Quindi, questo Spirito é stato prima in Davide, poi in Gesú di Nazaret e poi in GESUCRISTO UOMO.

 

Dove sta questo Spirito si respira LIBERTÁ. Se tu hai ricevuto libertá e ti senti libero é perché stai di fronte allo SPIRITO DEL SIGNORE.

 

Bene, COSA SUCCEDE AI LEADERS CHE ANCORA HANNO IL VELO GESÚ DI NAZARET?

 

Bene, qui sta il prossimo verso che ci ha inviato Quico, Tito capitolo 1, versi dal 10 all’ 11.

 

Dice: “Vi sono infatti, soprattutto fra quelli che provengono dalla C I R C O N C I S I O N E, molti insubordinati, chiacchieroni ed ingannatori…” 

 

É LÍ DOVE STANNO GLI INGANNATORI. Cercati una chiesa che predica il vangelo della circoncisione e lí c’é ogni tipo di chiacchiera, insubordinazione ed inganno, “QUELLI DELLA CIRCONCISIONE”.

 

É per questo che noi predichiamo il vangelo della INCIRCONCISIONE, non la circoncisione che é quello che predicano tutti i protestanti, battisti, cattolici, pentecostali, tutti i gruppi esistenti meno Crescendo in Grazia.

 

Noi siamo l’unico Ministero, mondialmente, che predica il Vangelo della Incirconcisione. Come abbiamo giá detto ci sono due vangeli: quello della circoncisione, che é quello di Gesú di Nazaret e gli apostoli che, quando lui é morto e risuscitato, é scaduto ma hanno continuato a predicarlo.

 

Ma quindi, dice il verso 11, di Tito capitolo 1:

 

“…a questi tali bisogna tappare la bocca;…”

 

Che é quello che stiamo facendo noi: IL PROGETTO “TAPPA BOCCA”, tappargli la bocca DICENDO LA VERITÁ.

 

“…perché sconvolgono intere famiglie,…”

 

Come restano sconvolte queste case!  

 

 “…insegnando, a scopo di guadagno disonesto…”

 

Rubano: non hanno diritto a prendere la decima ai benedetti come fanno tutti questi canali, in programmi di televisione, chiedendo denaro, e chiedono denaro, e chiedono denaro, é una continua richiesta di denaro, é un INGANNO quello che hanno.

 

NON INVIATE PIÚ DENARO a questi circoncisi! NON INVIATEGLI PIÚ DENARO! PER TAPPARGLI BENE LA BOCCA.  

 

 “…insegnando, a scopo di guadagno disonesto quello che non si deve insegnare.”   

 

Cosí che, coloro che stanno predicando Gesú di Nazaret, che sono TUTTI, sono TUTTI  STRITOLATI ED IN INGANNO.

 

Bene Quico, questo studio che mi hai inviato é larghetto, ma andiamo quindi al prossimo verso. Andiamo ad accorciarlo un pochino. Il prossimo verso sarebbe:

 

L’INIZIO DELL’ALTRO VELO PROFETIZZATO DA GESÚ DI NAZARET  

 

Ossia, che giá Gesú stava anticipando la venuta di questo altro  velo.

 

Dice lá in Giovanni capitolo 14, nel verso 16, guarda come dice:

 

“ed io pregheró il Padre, ed egli dará UN ALTRO CONSOLATORE…”  

 

 Giá non é Gesú di Nazaret,  é “UN ALTRO CONSOLATORE”. 

 

“…che rimanga con voi per S E M P R E…”

 

Non era per un momentino, questo ALTRO CONSOLATORE” che veniva, che si chiama GESUCRISTO UOMO, sarebbe stato con noi per S E M P R E”, perché questo é l’ ultimo evento.

 

Questo non é il rudimento della Risurrezione, che poi uno torna a morire, NO. Questa é la T R A S F O R M A Z I O N E che é per S E M P R E”.

 

Dice il verso 20: “In quel giorno voi conoscerete che io sto nel Padre mio e voi in me ed io in voi.”

 

Il verso 26 dice: Ma il Consolatore questo altro Consolatore “lo Spirito Santo…”  

 

LO SPIRITO SANTO che é quello che parla nella bocca di Gesucristo Uomo.

 

“…il quale il Padre invierá nel mio nome, Lui vi insegnerá tutte le cose, e vi ricorderá tutto quello che io vi ho detto.”

 

LUI VI INSEGNERÁ TUTTE LE COSE!

 

Ascolta, guarda che noi abbiamo insegnato, IO personalmente ho insegnato bene, TUTTO! Quello che resta verrá (insegnato -ndt) DOPO LA TRASFORMAZIONE.

 

Lí, bisogna aspettare che arrivi ed il QI (quoziente di intelligenza) si alzi bene, per poter vedere le “cose che l’occhio non ha visto, né l’udito ha sentito”, perché sono molte.

 

Bene, il prossimo verso.

 

Dice: LA PROMESSA CHE FU FATTA A DAVIDE NEL COMPIMENTO DELL’ALTRO VELO, GESUCRISTO UOMO, PER REGNARE SUL TRONO DI DAVIDE.

 

Seconda di Samuele capitolo 7, versi dal 12 al 17, dice:

 

“E quando i tuoi giorni siano compiuti…” questo é il profeta Natan che parla con Davide.

 

“E quando i tuoi giorni siano compiuti e tu dormirai con i tuoi padri, io susciteró dopo di te uno del tuo lignaggio, uscito dalle tue viscere, e renderó stabile il Suo regno. Lui edificherá una casa a mio nome, ed io renderó stabile per sempre il trono del Suo regno. Io gli saró padre, e Lui mi sará figlio. Se fará il male, io lo castigheró con verga d’uomo, e con percosse di figli dell’uomo…”

 

Ascolta, io ho ricevuto questi colpetti, sono stato in carcere. Io sono stato percosso per benino.

 

Dice: “…ma la mia misericordia non si apparterá da Lui come l’ho ritirata da Saul, che ho rimosso d’innanzi a te. La tua casa ed il tuo regno saranno saldi per sempre davanti al tuo volto, ed il tuo trono sará stabile eternamente. Secondo tutte queste parole e secondo tutta questa visione, cosí ha parlato Natan a Davide.”                              

  

Vuole dire che gli si é suscitato un germoglio a Gesú di Nazaret ed é quello che sta rendendo saldo IL TRONO per sempre.

 

E dice, guarda, “Non toglieró la mia misericordia da Lui”. Se si comporta male, lo disciplino, lo correggo, ma NON LO DISTRUGGERÓ come ho fatto con Saul. Che bene é sapere che uno sta qui per sempre, saldo, che non c’é niente che possa cancellare questo.

 

Guarda che hanno cercato di distruggere Gesucristo Uomo e non possono. Tu non vedi che questo é un regno indistruttibile, questo é per sempre, benedetto, fratello mio. Guarda possono andarsene di qui, possono andarsene per di lá, possono dire questo o quello. QUESTO É PER SEMPRE QUESTO É ETERNO, QUESTO NON SI PUÓ ROMPERE.

 

Andiamo adesso a Isaia 42, dal verso 1 al 2, dice:

 

“Ecco il mio servo, che io sosterró; il mio eletto di cui mi compiaccio; ho posto il mio Spirito su di Lui; Egli porterá giustizia alle nazioni. Non griderá, né alzerá la Sua voce, non fará udire la Sua voce nelle strade.”

 

Io non vado con un  microfono per di lí, per le strade. Le nostre cose sono dentro all’ amata. Colui che viene é perché lo portano, ma noi non stiamo con questi piani infermi di evangelismo, di usare metodi per portare gente qui.

 

Dice il verso 4 di Isaia 42:

 

“Non verrá meno né si abbatterá, fino a che stabilirá giustizia sulla terra; ed i torti aspetteranno la sua legge.”

 

La Sua grazia, per meglio dire, ma in quel tempo si conosceva come legge.

 

Dice il verso 6: “Io, il Signore, ti ho chiamato in giustizia, e ti sosterró per la mano; ti proteggeró e ti metteró come patto al popolo, come luce per le nazioni…”

 

Dice il verso 7: “…perché tu apra gli occhi dei ciechi, perché tu faccia uscire dal carcere i prigionieri e dalla reclusione coloro che dimorano nelle tenebre.”

 

Guarda, Quico qui dice: “perché tu faccia uscire dal carcere i prigionieri”. Tu sei uno di loro ed oggi stai dando il ricalco. Guarda fino a dove sei arrivato.

    

Verso 9: “Ecco si sono compiuti i primi fatti, ed io preannuncio cose nuove; prima che vengano alla luce, io le renderó note.”           

 

Guarda che io ti dico cose, io avverto cose e vengono alla luce, le rendo note prima che arrivino.

 

Quindi Isaia 60:1, dice:

 

“Alzati, risplendi; perché é venuta la tua luce, e la gloria del Signore brilla sopra di te. Poiché, ecco, le tenebre copriranno la terra, ed oscuritá le nazioni; ma su di te risplende il Signore, e su di te sará vista la Sua gloria. Cammineranno le nazioni alla tua luce ed i re allo splendore della tua nascita.”

 

Verso 5: “Quindi vedrai, e risplenderai; si meraviglierá e si dilaterá il tuo cuore, perché ritornerá a te la moltitudine del mare e le ricchezze delle nazioni verranno a te.” 

 

Ossia, queste ricchezze, “l’oro e l’argento” dice il Signore “sono nostri”.

 

L’ultimo verso. Lettera ai Romani capitolo 14, versi 7 al 9: 

 

“Perché nessuno di noi infatti vive per se stesso, e nessuno muore per sé stesso.”

 

Dice “di noi” i prescelti, gli eletti, i predestinati, i benedetti, coloro che siamo stati portati da Lui, coloro che non lo cercavano e si sono manifestati a Lui.

 

Dice: “Perché nessuno di noi vive per se stesso e nessuno muore per se stesso. Perché se viviamo, viviamo per il Signore e se moriamo, moriamo per il Signore. Cosí che, sia che viviamo o che moriamo, siamo del Signore. Perché Cristo per questo é morto e risuscitato ed é tornato a vivere, per essere cosí Signore dei morti come di quelli che vivono.”                    

 

Chiaro, tutti questi che sono morti in Cristo, ebbene io li sto amministrando lí nella Nube di Testimoni. A loro é stato tolto il corpo ma nello spirito continuano a vivere, vestiti con le vesti che avevano prima e lí io sono Signore loro, attraverso il Vangelo della Incirconcisione che trapassa, che arriva a queste distanze dove sta la gran Nube di Testimoni ed i benedetti che ci stanno ascoltando.

 

Quindi, lí é terminato l’ultimo verso di Quico. Ma mi é arrivato un verso biblico dal Cile, credo che sia Miguel Cornejo, non so se é lui; se sei tu Miguel scrivimi e dimmi: -“No, non sono io”-. O, sí…

 

Perché stavo cercando i messaggini e ne ho tanti…

 

Ma guarda quello che dice Quoelet capitolo 4, versi 14, 15 e 16:

 

“…perché é uscito dal carcere per regnare…”

 

Questo me lo invia dicendo: -“Apostolo, tu stai da tutte le parti perché sei stato persino in carcere. Ci sono molti che si vergognano di questo e, tuttavia, guarda: qui sta scritto in profezia”-    

 

Dice: “…perché é uscito dal carcere per regnare, nonostante nel suo regno fosse nato povero.” 

 

Io sono stato poverello.

 

“Ho visto tutti coloro che vivevano sotto il sole camminare con il giovane successore, che stará nel posto di quello.”

 

Il successore che stará nel posto di Gesú di Nazaret. Guardalo qui nel verso 15. Ed il verso 16, dice:

 

“Non aveva fine la moltitudine di gente che lo seguiva;…”

 

Guarda che io ho un popolo grande da tutte le parti e lo profetizza lá in Quoelet.

 

Cosí che, benedetti con tutte le benedizioni. Che gioia mi da poter compartire quando i benedetti mi scrivono e mi inviano brani come questi. Mi sento orgoglioso del fatto che Quico divida, che tracci la parola, fedele memore della parola di giustizia.

 

Cosí che, io vi felicito tutti.  VI DICHIARO REGNANDO IN VITA.

 

VI DICHIARO SANI DALLA TESTA AI PIEDI, COMPLETAMENTE SANI. IO DICO CHE LA VITA DI GESÚ SI MANIFESTA NEL TUO CORPO MORTALE, SI MANIFESTA E TI SANA, SI MANIFESTA E TI DA VIRTÚ, TI DA SALUTE.

 

Cosí che, benedetto, sará fino ad una prossima occasione nella quale continueremo a parlare di parole di vita e ad aspettare in questo conto alla rovescia che va avanzando e giá viene per di lí.

 

Cosí che sará fino a poi, vi amo tanto, benedetti con tutte le benedizioni.

COSA SIGNIFICA APOSTASÍA? PARTE II

 

APOSTOLO DOTTOR JOSÉ LUIS DE JESÚS MIRANDA

GESUCRISTO UOMO

 

21 di aprile del 2010

 

Benedetti con tutte le benedizioni. Siamo nel conto alla rovescia, giorno 801. Come corre il tempo, abbiamo cominciato con 878 alcuni mesi fa, di fatto in febbraio, e siamo già all’ 801, tirando già al 700 e prestino viene l’ evento spettacolare che il mondo sta aspettando.

 

Dice la parola: “È NECESSARIO…”

 

Dì con me: “NECESSARIO” …che questo corruttibile si vesta di INCORRUTTIBILITÀ  e questo mortale si vesta di IMMORTALITÀ.

 

Questo è ciò che dice la parola.

 

Bene, entriamo in pieno nel tema di oggi:

“COSA SIGNIFICA APOSTASÍA, PARTE II?”

 

Questo è stato il tema del quale abbiamo parlato la settimana scorsa ma, osserva, c’è un altro tema che conosciamo molto bene, ed ha alcune connotazioni molto importanti nel vocabolario di Crescendo in Grazia.

Il fatto di non conoscere il tema “Il figlio della perdizione”, o “Lupi e pecore”, “Caino e Abele”; il fatto di non sapere che qui ci sono due sementi che vivono su questa terra, questo non sapere produce una delle peggiori apostasie che può commettere una persona.

 

Per esempio, ci sono persone che giudicano Dio, non lo capiscono, non intendono Dio, loro non comprendono il carattere di Dio.

 

Ed in questo tema, cominciamo dando lettura alla lettera ai Romani capitolo 9, versi dal 20 al 23.

 

Dice: O uomo, chi sei tu, per contestare Dio? Oserà forse dire il vaso plasmato a colui che lo plasmò: “Perché mi hai fatto così?”. Forse il vasaio non è padrone dell’argilla, per fare con la medesima pasta un vaso per uso nobile e uno per uso volgare? 

E se anche Dio, volendo manifestare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con grande magnanimità i vasi d’ira preparati per la distruzione e per far conoscere la ricchezza della sua gloria verso i vasi di misericordia che Lui ha preparato per la gloria…”*

*versione Reina-Valera 1960

 

VASI D’ IRA per la distruzione e VASI DI GLORIA per la salvezza.

 

E CHI SEI TU PER  LITIGARE CON DIO SU QUESTO ARGOMENTO?

 

Abbiamo parlato del fatto che “La terra si riempirà di cadaveri”. Tu stai vedendo come va il mondo, le conseguenze, i terremoti, si stanno muovendo i cieli, guarda questo vulcano in Europa. I cieli si commuoveranno e le acque usciranno dai loro luoghi, terremoti, malattie, fame, pestilenze in un aumento tremendo.

Chiaro, se tu non conosci il tema IL FIGLIO DELLA PERDIZIONE, tu litigherai con Dio e battaglierai con Lui dicendogli: -“Perchè succede questo? Perchè è successo quello?”-

 

CHI SEI TU PER LITIGARE CON DIO? Se ci sono vasi d’ira preparati per la distruzione, questi sono “il Figlio della perdizione”-.

 

È per questo che là nella Seconda lettera ai Tessalonicesi, capitolo 2, verso 3, dice:

 

Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti verrà l’apostasia e si rivelerà l’uomo dell’iniquità, il figlio della perdizione…”

Il figlio della perdizione tu non lo trovi solo nel mondo della droga, nel mondo della mafia, lo trovi MOLTO più ABBONDANTEMENTE nel mondo religioso.

 

Per esempio, in questo verso che termino di leggere nella Seconda carta ai Tessalonicesi capitolo 2, il verso 3, sta parlando di Pietro, l’uomo del peccato. I pastori che predicano che c’è ancora il peccato, che non comprendono il proposito della morte di Gesucristo sulla croce, questo è il tema che scopre il danno che è stato fatto al mondo intero, per non comprendere che su questa terra ci sono due sementi. Perchè Caino ha ucciso Abele?

 

Queste due sementi che si manifestano: Perchè due ladroni? Uno crede e l’altro non crede. Lì Dio ha usato questi due ladroni per mostrare al mondo che su questa terra ci sono due sementi, che ci sono lupi e ci sono pecore.

 

Così che, questo è un tema che dobbiamo dominare, perchè lì vai ad intendere perchè Cristo non è morto per tutti; perchè Lui ha versato il Suo sangue per molti ma non per tutti.

 

Quindi, osserva come dice la lettera ai Romani capitolo 9, versi dal 14 al 16.

 

Che diremo dunque? C’è forse ingiustizia da parte di Dio? No, certamente! Egli infatti dice a Mosè: Avrò misericordia per chi vorrò averla, e farò grazia a chi vorrò farla. Quindi non dipende dalla volontà né dagli sforzi dell’uomo, ma da Dio che ha misericordia.”  

 

Quindi, in questi ultimi tempi vediamo quantità di apostati che domandano: -“Perchè sono morte tante persone in questo terremoto?”- La gente si sta domandando: -“Dov’è Dio? Dove sta il Dio nel quale abbiamo creduto tutti questi anni? E dove sta Dio nel  Vaticano con i crimini che commettono tutti questi pederasti, preti, uomini cattivi, figli della perdizione come il Papa Benedetto?”- perchè questo è un uomo cattivo, un uomo che possibilmente rappresenterà la caduta, che sarà presente alla caduta del Vaticano. Già sta prendendo fuoco.

 

Mi diceva Rafael (Encarnación) che l’ Apostolo Paolo dice: “Se alcuni non hanno il dono di continenza è meglio che si sposino, COSÌ CHE NON SI BRUCINO”, cioè: CHE NON ABUSINO DEL SESSO IN UN’ALTRA MANIERA. E che bel dettaglio questo, al pensare che questo è ciò che è successo alla chiesa cattolica, che si sta bruciando non solo con fuoco, nel senso preciso della parola, ma  SI STA BRUCIANDO da tutte le parti in una maniera… che stanno venendo fuori tutte le testimonianze di ciò che è questa gran puttana, del danno che ha fatto.

 

E pensare che sono vicino a te, e pensare che tu mandi i tuoi figli a studiare in un covo di ladroni dove è possibile che abbiano già violentato uno dei tuoi figli e tu non lo sappia. Di più: è possibile che tu stesso sia stato violentato e non ti azzardi a dirlo, resti nascosto, come sta succedendo adesso da tutte le parti.

 

Quindi, il figlio della perdizione si caratterizza nelle molte persone che prendono il voto per essere sacerdoti, pastori, stanno lì nascosti. E sono anche nella politica, molti politici corrotti, i governi, sono uomini cattivi e perversi.

 

Per questo, guarda come dice la Seconda carta ai Tessalonicesi, capitolo 3, versi 1 e 2.

 

Per il resto, fratelli, pregate per noi, perché la parola del Signore corra e sia glorificata…”

 

La parola deve correre per poter scoprire queste situazioni.

 

“…come lo è anche tra voi…”

 

Verso 2: “…e veniamo liberati dagli uomini corrotti e malvagi. La fede infatti non è di tutti…”

 

SE NON È DI TUTTI LA FEDE, PERCHÈ DIO NON HA DATO LA FEDE A TUTTI? PERCHÈ DIO NON HA IMPARTITO QUESTO DONO?

 

Perchè il figlio della perdizione sarà distrutto.

 

È per questo che bisogna stare SALDI in questa ultima ora. Non si può riempire il nostro cuore di cose mondane, bene, tutto qui è mondano e lo necessitiamo, quello che cerco di dire è CHE LE TUE PRIORITÀ STIANO SEMPRE NELLA META CHE ABBIAMO CHE È LA TRASFORMAZIONE, perchè vedrai situazioni, vedrai incidenti.

 

Guarda, quando tu esci alla mattina confessa: -“ANGELI, RICEVO TUTTA LA VOSTRA COPERTURA, LA VOSTRA PROTEZIONE”-. Perchè dovunque c’è un incidente.

 

Attualmente… adesso ci saranno catastrofi da tutte le parti, si manifesterà un inferno di incidenti. Sarà una cosa tremenda, che prenderà luogo sulla faccia della terra.

 

E noi non abbiamo paura, quello che dobbiamo fare è CONFESSARE. UNA CONFESSIONE NITIDA IN LINEA CON IL PATTO, SEMPRE CONFESSANDO A QUESTO ANGELO POSTO PER LA TUA VITA, QUESTO ANGELO CHE TI PROTEGGE E CHE TU ASCOLTI, CHE GLI RICONOSCI DI AVERE UNA COPERTURA CHE TI CONDUCE.

             

Così che oggi ho voluto compartire brevemente con voi sul tema: “IL FIGLIO DELLA PERDIZIONE”.

 

Questo è un tema che devi avere, guarda, sulla punta delle dita, devi dominarlo, devi ricercarlo. Ci sono molti altri versi, io ho utilizzato questo della lettera ai Romani capitolo 9, perchè è uno di quelli che parla più chiaro del fatto che Dio ha preparato DA PRIMA DELLA FONDAZIONE DEL MONDO VASI PER LA DISTRUZIONE e  VASI ONOREVOLI, PREPARATI PRIMA PER LA SALVEZZA”. E questi siamo tu ed io, che siamo stati chiamati per partecipare all’evento più spettacolare della storia.

 

Prestino la stampa cercherà più informazioni su questo e presto ne staranno parlando. Abbiamo osservato silenzio in questi ultimi due anni ma prestino arriva una valanga di stampa sulla vita di JH e dei suoi seguaci e già i metodi dolci terminano. Adesso andiamo ad identificare l’argomento con rispetto, con serenità ma nel tempo e fuori dal tempo. Già diciamo le cose come sono, avvertiamo la gente, diciamo loro cosa succede. PARLIAMO CHIARAMENTE.

 

Non avere paura, usa questa autorità che Dio ti ha dato, che questo è tuo. Questo è stato dato a te, ti è stato delegato perchè tu possa predicare nel tempo e fuori dal tempo, perchè parli ben chiaro con i tuoi familiari, con decenza, con rispetto ma devi dirgli: -“Guardate, VI AVVERTO CHE SIAMO GIÀ NEGLI ULTIMI GIORNI, SIAMO GIÀ NEI TEMPI FUTURI E PRESTO SI AVVICINA LA FINE DI QUESTO SISTEMA CORROTTO E COMINCIA UN NUOVO EVENTO SULLA FACCIA DELLA TERRA, UN NUOVO GOVERNO, NUOVI CONCETTI, UN NUOVO POTERE CHE AVRÀ QUESTO GOVERNO, NEL QUALE ANDIAMO A GOVERNARE CON BASTONE DI FERRO LE NAZIONI”-.

 

Presto si avvicineranno questi cambi, già il mio Spirito li sta palpando, sta respirando quello che succederà.

 

Così che, io mi congedo da voi. Grazie per celebrare questo compleanno, compirò domani, giovedì, 64 aprili e dò grazie ai miei angeli per la salute, per mantenermi in piedi, per proteggermi sempre di modo che io non ho dovuto andare all’ospedale, non ho dovuto stare in trattamento. Io non uso medicine.

 

Andiamo a dare grazie per la salute:

IO RICEVO PER TE SALUTE,

IO RICEVO LA TUA INTELLIGENZA PULITA IN LINEA CON IL PATTO,

IO TI DICHIARO SANO DALLA TESTA AI PIEDI,

DICHIARO CHE CONFESSI QUESTA PAROLA,

TI DICHIARO IN UNA ATTITUDINE POSITIVA; IN UNA ATTITUDINE NELLA QUALE SEI PRONTO A CONFESSARE QUESTO BEL PATTO CHE DIO CI HA REGALATO.

 

E, “CHIEDETE, CHIEDETE E VI SARÀ DATO”. MA DEVI CHIEDERE CORRETTAMENTE, DEVI CONFESSARE LA PAROLA. CHIEDERE SIGNIFICA CONFESSARE LA PAROLA, CONFESSARE LA BUONA VOLONTÀ DI DIO PER TE, GRADEVOLE E PERFETTA.

 

Così che, domani staremo celebrando migliaia e migliaia di noi nelle nostre case. Ti ricordi quando andava l’angelo della morte nei tempi del popolo di Israele e c’erano delle case che erano coperte di sangue, che mettevano sangue sullo stipite della porta e, come dice la canzone:

Quando Dio il sangue vede…,

Quando Dio il sangue vede.

Dice che quando l’angelo vedeva questo sangue non toccava la casa. Questa casa rimaneva protetta e così domani, molte case staranno celebrando questo Secondo Natale con i nostri conoscenti, i nostri famigliari, con una confessione nitida vedendo il nostro Canale televisivo ‘IL TUO DIO” “TELEGRACIA IL TUO DIO” “TELEGRACIA ESTUDIOS” (è un gioco di parole: “Telegracia Estudios” significa Studi Televisivi di Telegrazia ma, dividendo la parola Estudios si converte in “Es Tu Dios” ossia “È Il Tuo Dio”: la televisione che trasmette l’immagine del tuo Dio -ndt) ti fornirà una programmazione tutto il giorno, coperti con questa  poderosa copertura che noi abbiamo.

 

Così che ti dichiaro: SANO, LIBERO, PROSPERO, REGNANDO, IN UNITÀ CON IL PATTO ED AMANDO COLORO CHE DIO HA AMATO.

 

“Nella maniera come Cristo ci ha perdonati, perdoniamoci gli uni agli altri.”

 

E come ti ha perdonato Cristo? Bene, dice che eravamo nemici nella nostra mente e Lui ci ha perdonati. Così facciamo noi, perdonandoci anche noi gli uni agli altri.

                                                                               

Benedetto con tutte le benedizioni. Un saluto al mio Vescovo Martín (Guío) là in Colombia per il suo sforzo, per il suo coraggio, per tutto questo che lui fa perchè il Canale stia in piedi e perchè questa programmazione continui a correre. Dichiaro angeli poderosi in copertura al canale Telegracia.

 

VIENE, VIENE, VIENE GIUDIZIO SULLA TERRA!  VIENE GIUDIZIO SULLA TERRA, SUL FIGLIO DELLA PERDIZIONE, MA SU TUTTI GLI ELETTI E PRESCELTI VIENE GLORIA. UN POPOLO PODEROSO COME È IL POPOLO DI CRESCENDO IN GRAZIA.

 

Arrivederci benedetti, grazie. Sarà fino a domani.

Benedetti!  

PROFEZIE

DOMANDA

 

Oggetto: Profezie

 

Buongiorno. Spero che quando riceviate questo messaggio, voi stiate bene. Mi piacerebbe sapere quanto segue:

                                           

1.Che cosa ha profetizzato Gesucristo Uomo, che si sia compiuto o che stia per compiersi?

 

2.Le risposte alle mie domande bibliche, le da Gesucristo Uomo?

 

3.Quello di cui si parla nei ricalchi (le predicazioni -ndt) è come se lo stesse dicendo Gesucristo Uomo stesso?

 

4.Il fatto della marca del 666 scritto nelle rivelazioni si è già compiuto, si compiranno anche le altre terribili profezie (un gran terremoto, un asteroide che si dovrebbe scontrare con la terra ed altre ) che ci sono scritte lì?

 

Grazie per la vostra attenzione.

 

 

 

RISPOSTA

 

Benedetto:

 

Di seguito ampliamo l’argomento con dettagli:

 

1)    Per quanto riguarda la sua prima domanda, Gesucristo Uomo José Luis de Jesús Miranda disse alle prime 6 persone che lo seguirono che il suo vangelo sarebbe arrivato a tutto il mondo e sarebbe stato ascoltato da molta gente intorno al mondo.

 

Oggigiorno questo si sta compiendo poichè siamo in più di  30 paesi ed in vari idiomi: spagnolo, portoghese, inglese, tedesco e italiano. Ha detto che colui che si metta contro questo ministero verrà stritolato ed abbiamo visto come coloro che si sono messi contro questo ministero e lo hanno bestemmiato, hanno pagato brutte conseguenze, dal carcere fino alla morte, nonostante ci siano ancora alcune persone che, a suo tempo, riceveranno giusta retribuzione per aver diffamato e detto menzogne su Gesucristo Uomo José Luis de Jesús Miranda. Di fatto si stanno compiendo.

 

Ha detto anche che questo è un Governo che governerà il mondo intero e che è indistruttibile e non avrà fine. La maniera di provare che è indistruttibile è cercare di distruggerlo ed anche questo si sta compiendo.

 

Ha profetizzato anche che il Vaticano brucerà e gli Angeli stanno facendo questo lavoro e cominciano a dare indizi di quello che succederà presto. Ad oggi sono andati a fuoco molti templi cattolici in varie parti del mondo e si stanno chiudendo collegi cattolici come ha anche detto Lui; ma presto il mondo vedrà il Vaticano stesso bruciare ed ardere così come dice la Bibbia (Apocalisse 17:16).

 

2)     Siamo noi collaboratori a rispondere alle domande, privilegio che Lui ci da al realizzare questo lavoro con ciò che Lui ci ha insegnato. Se tu vuoi scrivere direttamente a Lui, puoi farlo scrivendo a  jh@jesucristohombre.com.

 

3)    I Collaboratori ed i Vescovi sono semplicemente strumenti che  Gesucristo Uomo usa per divulgare il suo messaggio. Quando il messaggio è stato dato dal Vescovo Martín Guío, Vescovo in Colombia, è lo stesso messaggio che avrebbe dato Gesucristo Uomo stesso, non è improvvisazione ma sono le istruzioni che Dio vuole comunicare alla sua chiesa. Quando José Luis de Jesús Miranda parla è Gesucristo stesso che sta parlando personalmente con la sua chiesa.

                                                                                                   

4)    Per quanto riguarda il 666, prima si deve comprendere che Giovanni non ha capito quello che ha visto, pertanto ha visto il 666 come un numero cattivo, ecc. Le visioni che lui descrive nell’Apocalisse, sono state prese e tergiversate dal mondo religioso che le ha interpretate con la mente carnale. Un esempio di quanto detto è ciò che segue:

 

666= È semplicemente un numero. La gente ha avuto paura di un semplice numero per 2.000 anni. Il 666 è un numero d’uomo, bestia significa uomo (Qoèlet 3:19), non diavolo. Il sistema religioso ha interpretato che questo numero è del diavolo, quando la lettera agli Ebrei 2:14 dice che il diavolo fu distrutto, pertanto non esiste già più. Se non esiste e fu distrutto, dobbiamo quindi scartare il fatto che questo numero sia Satanico.  Il numero non è del diavolo poichè tutto fu creato da Dio e per Dio (lettera ai Romani 11:36) La missione di Gesucristo uomo José Luis de Jesús Miranda ed il tatuarsi, ha come proposito principale distruggere l’apostasia nella quale la religione ha messo la Chiesa predicando un falso vangelo (2ª lettera ai Tessalonicesi 2:8; lettera ai Galati 1:6-9).

 

A parte il fatto che Salomone, l’uomo più saggio della Terra, dice nel 1ª libro dei  Re 10:14 che la cifra delle sue rendite annuali era di 666 talenti d’oro. Considera:

 

a)    Salomone era troppo saggio per portarsi addosso un numero maledetto.

b)    Salomone era il Re di tutta quella regione: perchè non ha chiesto 1.000 talenti ed ha preferito chiederne 666? È che, semplicemente, in questo numero c’è saggezza. Lo stesso Giovanni lo ha detto (Apocalisse 13:18). La sapienza sta nascosta in questi numeri ed è un uomo che possiede questa saggezza. In questo caso è Gesucristo uomo José Luis de Jesús Miranda.

c)    Il Signore ha sempre distinto, marcato il suo popolo. Nell’antico patto, fu con il sangue dei capretti maschi sullo stipite della porta, in questa epoca è con il numero che rappresenta prosperità e salute, La Vera Scienza.

                                                                                                   

D’altro canto, considera quello che Paolo stabilisce nella lettera ai Romani 8:33 - 33Chi accuserà i prescelti da Dio? Dio è colui che giustifica. 34Chi li condannerà? Cristo è colui che è morto; ancora di più, è quello che è anche resuscitato, quello che per di più sta alla destra di Dio ed è anche quello che intercede per noi. 35Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Tribulazione o angustia, o persecuzione, o fame, o nudità, o pericolo, o spada?… Paolo enumera queste situazioni ma in realtà quello che sta domandando è se potranno queste situazioni separarci dall’amore di Cristo.

 

 37Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori per virtù di colui che ci ha amati. 38Io sono pertanto persuaso che nè la morte, nè la vita, nè angeli, nè principati, nè potestà, nè il presente, nè il futuro, nè le altezze, nè le profondità, nè nessuna altra cosa creata, ci potrà separare dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù nostro Signore… La lettera agli Ebrei 2:14 stabilisce che il diavolo è stato distrutto, tuttavia Paolo sta supponendo che, anche nel momento in cui fosse creato un altro diavolo, neanche così ci potrebbe separare dal suo amore. Quindi se il diavolo è stato distrutto e nonostante se ne sollevasse un’altro non ci potrebbe separare dal suo amore, chi è la bestia dell’Apocalisse 13:7? “7E le fu permesso fare la guerra ai santi e vincerli. Gli è stata data anche autorità su tutte le tribù, popoli, lingue e nazioni16E faceva si che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, si ponessero una marca sulla mano destra o sulla fronte; 17e che nessuno potesse comprare nè vendere se non colui che avesse la marca o il nome della bestia, o il numero del suo nome. 18Qui c’è sapienza. Colui che ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, poichè è un numero d’uomo. Ed il suo numero è seicentosessantasei

                                                                                         

Questa bestia che vince coloro che il vangelo stabilisce che sono più che vincitori, è Dio stesso. Dando a capire che nonostante tu possa cadere in un falso vangelo, anche così, questo non ti può separare dall’amore di Cristo perchè Lui si sarebbe incaricato di vincerti quando sarebbe tornato per la seconda volta sulla terra.

 

Infine, se il 6 è un numero d’uomo, considera che la Bibbia si compone di 39 libri del vecchio testamento e 27 del nuovo dando come risultato la somma di  66 libri e l’altro 6 che manca, è dato dal fatto che perchè tu possa capire la Bibbia hai bisogno di un uomo che te la spieghi, in questo caso fino a che non fosse arrivato Gesucristo Uomo José Luis de Jesús Miranda sulla Tierra tu non avresti mai potuto comprendere questo mistero. La Bibbia è uguale al 666, c’è sapienza, prosperità in essa, solo che necessita l’ultimo 6 (Gesucristo Uomo) per poterla capire.

 

Per quanto riguarda terremoti ed asteroidi che si schiantano sulla terra, è abbastanza contradditorio dato che se Dio ha riconciliato i cieli e la terra, è contradditorio pensare che Dio voglia distruggere qualcosa che Lui ha riconciliato (lettera ai Colossesi 1:20).

 

Speriamo di aver fatto chiarezza, non esitare a tornare a domandare.

 

Cordialmente,

I Collaboratori di Gesucristo Uomo

                                  

 



Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.